Home / Packaging

Packaging

plastica riciclaggio

Raccolta differenziata della plastica, un sistema al collasso e senza futuro: l’economia circolare è un lontano miraggio

Finalmente Conai, il Consorzio nazionale imballaggi che collabora con i comuni e provvede alla gestione dei rifiuti garantendo l’avvio preferenziale al recupero e al riciclo, ha deciso che dal 1° gennaio 2018 sarà introdotto un contributo ambientale diversificato per il packaging in plastica. Ci saranno agevolazioni per gli imballaggi riciclabili del circuito domestico e nessuna agevolazione per quelli che presentano …

Continua »

Con il nuovo imballaggio “Attivo” le fragole durano un giorno e mezzo in più. Il test di Bestack e dell’Università di Bologna per ridurre gli sprechi alimentari

In Europa ogni anno milioni di tonnellate di cibo finiscono nella spazzatura. In un momento in cui vi è grande sensibilità verso il tema dello spreco alimentare, Bestack (il consorzio no profit dei produttori italiani di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta), in collaborazione con l’Università di Bologna lancia “Attivo”. Capiamo meglio di cosa si tratta e come funziona. “Attivo” …

Continua »

Il packaging ci differenzia! Quando la confezione di un prodotto diventa strumento di comunicazione, visibilità, ma anche identità del consumatore

Ebbene sì, incredibile ma vero, è proprio il packaging che ci differenzia! L’acquisto di un prodotto nasce nella nostra mente ancora prima di entrare in un supermercato. Accade infatti che il nostro cervello, in modo inconsapevole, elabori messaggi e impressioni derivanti da uno stimolo o una pubblicità che non abbiamo preso in considerazione inizialmente, ma rimasti impressi in noi in …

Continua »

Coca-Cola: useremo il 50% di plastica riciclata nelle bottiglie entro il 2020. L’azienda cede alle pressioni di Greenpeace e dell’opinione pubblica

Coca-Cola cede alle pressioni di Greenpeace e annuncia di voler aumentare l’impiego di plastica riciclata nelle bottiglie. L’obiettivo è raggiungere il 50% di plastica riciclata entro il 2020 in Europa. La multinazionale rende così più ambiziosi i suoi target, che finora indicava come obiettivo il 40% entro il 2020. La notizia è stata riportata dal quotidiano britannico The Guardian. Per …

Continua »

Ogni minuto nel mondo si vendono un milione di bottiglie di plastica, ma quella riciclata è troppo poca. Un fenomeno pericoloso quanto il riscaldamento globale, secondo il Guardian

Nel mondo si vendono un milione di bottiglie di plastica al minuto, più di 16 mila al secondo. Si tratta di numeri da capogiro destinati ad aumentare. Lo riferisce il quotidiano britannico The Guardian, in un articolo che fotografa le dimensioni del fenomeno e descrive le conseguenze su ambiente e salute definendo questa crescita pericolosa come  il riscaldamento globale. D’altra …

Continua »

Alluminio: attenzione all’esposizione dei neonati attraverso il latte artificiale e ai cibi acidi e salati. Cottura al cartoccio sicura, ma con moderazione. Il documento del Cnsa

Quasi in contemporanea con lo studio pubblicato dall’Istituto per la valutazione del rischio (BfR) tedesco, anche l’Italia esprime il proprio parere sulla sicurezza dell’alluminio in materiali a contatto con alimenti. La Direzione generale dell’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione (DGISAN) del Ministero della salute ha chiesto al Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (CNSA), una valutazione del …

Continua »

Trasferimento di alluminio dalle vaschette per alimenti al cibo: lo studio del BfR tedesco

Il cibo contenuto in vassoi e vaschette di alluminio può esserne contaminato. Sono questi i risultati di uno studio condotto dall’istituto di valutazione del rischio tedesco (BfR) che ha valutato diversi tipi di cibo sottoposto a ‘Cook and Chill’, un processo di conservazione che prevede dopo la cottura, un raffreddamento rapido a basse temperatura e il riscaldamento prima del consumo, che …

Continua »

Bioplastiche, materiali biodegradabili e compostabilità…spesso il consumatore fa confusione. Il documento del Wageningen UR chiarisce i dubbi

Per molti consumatori capire cosa sono le bioplastiche e distinguere questo materiale dalla normale plastica non è scontato. Il governo olandese ha commissionato all’istituto Wageningen University & Research (noto come Wageningen UR o Wur) uno studio per fare chiarezza e spiegare perché molte bioplastiche possono essere riciclate e producono meno emissioni di gas serra rispetto alla plastica tradizionale. Detto ciò …

Continua »

Cartoni per pizza: preoccupazione per la migrazione di inchiostri e colle. Il parere dell’Agenzia per la sicurezza alimentare francese

L’Agence de la sécurité alimentaire (Anses) francese è preoccupata per la migrazione di inchiostri e colle dagli imballaggi alimentari. Il problema riguarda soprattutto i cartoni per pizza ottenuti da cellulosa riciclata  ma non solo. Si tratta di una questione  solevata dall’Efsa nel 2012, e ribadita da una direttiva della Commissione Europea dello scorso mese di febbraio, che invitava a monitorare la situazione. …

Continua »

Bottiglie del vino intelligenti, etichette del latte che avvisano sulla scadenza: i nuovi materiali futuristi per il packaging sono realtà

Il cartone del latte che avvisa, tramite sms, che la data di scadenza si avvicina. La bottiglia di vino che segnala quando la temperatura e l’ossigenazione raggiunte sono ideali. L’etichetta che diventa rossa quando l’umidità di un cibo confezionato non è quella giusta. Il display che fa il countdown dei giorni che restano per essere sicuri che una verdura mantenga …

Continua »

Olio extravergine: il tappo antirabbocco è un fallimento. In Italia e Spagna troppe resistenze tra i ristoratori. L’articolo di Teatro Naturale

Per garantire la qualità dell’olio extravergine servito al ristorante, da alcuni anni è stato introdotto il tappo antirabbocco obbligatorio. Tuttavia le resistenze tra i ristoratori, da sempre contrari al provvedimento, ne hanno decretato il fallimento, non solo in Italia. Ne parla un interessante articolo di Teatro Naturale, che riproponiamo qui sotto. Il tappo antirabbocco per l’olio extra vergine nei pubblici …

Continua »

Sacchetti compostabili: oltre l’80% degli italiani apprezza le nuove norme, ma non la qualità dei bioshopper. I risultati della ricerca IPSOS

La ricerca IPSOS  sulle abitudini di spesa degli italiani e l’atteggiamento nei confronti delle bioplastiche commissionata da Novamont, dimostra che la maggior parte degli italiani è sensibile al tema ambientale ed apprezza le misure attuate finora. I consumatori, infatti, si sono abituati a fare la spesa al supermercato senza le buste di plastica e, nel complesso, valutano positivamente il passaggio …

Continua »

California, in rete la lista dei prodotti contenenti bisfenolo A. Registrati già 20 mila alimenti e bevande in bottiglia o lattina

L’agenzia californiana OEHHA (Office of Environmental Health Hazard Assessment) che si occupa di salute e ambiente, ha pubblicato un database di prodotti alimentari in bottiglia e in lattina che possono contenere bisfenolo A (BPA). La lista è un’iniziativa importante per affrontare la questione BPA ed informare i consumatori. Il database contiene già 20 mila voci ed è molto dettagliato perché …

Continua »

L’Italia detiene il record europeo per il consumo di acqua minerale: costi esorbitanti e inquinamento. Si ricicla solo il 25% degli imballaggi in plastica

Siamo in prossimità della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), che  si pone l’obiettivo di sensibilizzare la gente sulla sostenibilità, la corretta gestione dei rifiuti, il riutilizzo dei prodotti, le strategie di riciclaggio dei materiali. In questa occasione è emerso un primato italiano che non è il caso di vantare: siamo il paese europeo che detiene il record …

Continua »

Bisfenolo A, il Parlamento Ue chiede di vietare l’interferente endocrino nei materiali a contatto con gli alimenti. Molti paesi prendono provvedimenti. E l’Italia?

Il bisfenolo A (BPA) è una sostanza chimica classificata tra gli interferenti endocrini in grado di alterare l’equilibrio ormonale dell’organismo. L’esposizione al BPA può influenzare negativamente lo sviluppo, la crescita, la riproduzione e il comportamento, sia nell’uomo che nelle specie animali. In pratica gli interferenti endocrini possono “accendere”, “spegnere” o modificare i normali segnali inviati dagli ormoni con effetti preoccupanti, …

Continua »