Home / Archivio dei Tag: obesita

Archivio dei Tag: obesita

Aggiornamento sull’obesità degli adulti nei paesi dell’Ocse. Italia terz’ultima, tasso stabile nell’ultimo decennio ma previsto in crescita

Nell’ultimo decennio, il tasso di obesità della popolazione italiana al di sopra dei 15 anni d’età si è stabilizzato, ma da qui al 2030 potrebbe salire dal 9,8%, registrato nel 2015, al 13%. Lo afferma l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), che ha pubblicato il rapporto Obesity update 2017, frutto di una ricerca sulla situazione dell’obesità nei 35 …

Continua »

Merendine: gli italiani le amano ma sono troppo zuccherate e formulate per essere irresistibili. I risultati di un’indagine e il commento della nutrizionista

Gli italiani amano le merendine confezionate: quattro adulti su 10 le consumano regolarmente, in media due volte a settimana, e otto su 10 le danno ai propri figli, due-tre volte a settimana. Sono i risultati di un’indagine commissionata a Doxa dall’Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta). Considerando che quando rispondiamo a un questionario non siamo sempre sinceri, …

Continua »

Oltre due miliardi di persone obese o in sovrappeso nel mondo. Quattro milioni di decessi nel 2015 per malattie correlate

A livello mondiale, sono oltre due miliardi le persone obese o in sovrappeso che soffrono di problemi di salute correlati a questa condizione ed è in crescita la percentuale dei decessi, che nel 2015 sono stati quattro milioni, di cui il 40% ha riguardato persone che erano riuscite a dimagrire, raggiungendo un indice di massa corporea inferiore a quello che …

Continua »

Oms, in Europa un adolescente su tre è obeso o in sovrappeso. Interessanti alcuni dati per l’Italia tra il 2002 e il 2014

L’ufficio regionale per l’Europa dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato un nuovo rapporto sull’andamento dell’obesità tra gli adolescenti nei 53 paesi compresi nella regione europea dell’Oms, che evidenzia una continua crescita del problema in molti paesi. “Nonostante gli sforzi costanti per affrontare l’obesità infantile – afferma il dottor Zsuzsanna Jakab, direttore regionale dell’Oms per l’Europa – un adolescente  su …

Continua »

Tra il 1990 e il 2016, le bevande zuccherate sono diventate più accessibili in quasi tutto il mondo. Uno studio dell’American Cancer Society

Negli ultimi 26 anni, le bevande zuccherate sono diventate più accessibili quasi ovunque nel mondo e probabilmente lo diventeranno ancor di più e saranno maggiormente consumate. Senza un’azione politica mirata ad aumentarne il prezzo attraverso le tasse, come è stato fatto per le sigarette, ciò costituirà un ostacolo alla lotta globale per contrastare l’epidemia di obesità. È quanto rileva uno …

Continua »

A Berkeley e Filadelfia la soda tax fa diminuire gli acquisti di bevande dolci. La chiave dell’efficacia è concentarsi sulla salute dei bambini

Continuano ad arrivare conferme sull’efficacia della tassa sulle bevande dolci, la soda tax. Dopo i dati sul primo Paese ad averla introdotta, il Messico, è infatti ora la volta di Berkeley, la città californiana che, a sua volta, è stata la prima a imporla negli Stati Uniti. Contemporaneamente un altro studio fa chiarezza su quali siano gli argomenti che fanno …

Continua »

Lotta all’obesità: uno studio confronta tre possibili opzioni e indica nei sussidi ai cibi sani, per ridurne il prezzo, la politica più efficace

Alcuni economisti dell’Università inglese di Bath hanno condotto una ricerca, confrontando l’efficacia e la convenienza economica di tre opzioni volte a spostare le abitudini alimentari delle persone obese e in sovrappeso. Recenti studi indicano che l’obesità costa al servizio sanitario nazionale del Regno Unito 6,1 miliardi l’anno, cifra che nel 2030 potrebbe aumentare di altri due miliardi. Le opzioni alimentari …

Continua »

Obesità: il commissario Ue alla Salute favorevole a tasse su alcuni ingredienti e prodotti alimentari insalubri. L’atteggiamento della Commissione Ue sullo strumento è “molto positivo”

Secondo il commissario europeo alla Salute, Vytenis Andriukaitis, la tassazione di alcuni ingredienti e prodotti alimentari può essere uno strumento “molto efficace” per affrontare alcuni problemi sanitari, compresa l’obesità. Il commissario lo ha detto prima dell’inizio dell’ultima riunione informale dei ministri europei della Salute, svoltasi a Malta, che in questo semestre ha la presidenza del Consiglio Ue. Sebbene la competenza …

Continua »

Riduzione volontaria dello zucchero del 20% entro il 2020 per nove categorie di alimenti. L’industria respinge l’obiettivo posto dal governo inglese

In Gran Bretagna, l’industria alimentare ha dichiarato di non essere in grado di raggiungere l’obiettivo posto dal governo di una riduzione volontaria del 20% dello zucchero contenuto in nove categorie di alimenti (biscotti, torte, budini, cereali, cioccolatini, caramelle, yogurt, creme e gelati) il  gruppo non  comprende le bevande, per le quali si applica già una tassa. La riduzione del 20%, …

Continua »

“Dammi il cinque”: la nuova campagna nelle scuole per far capire l’importanza di un’alimentazione corretta. Troppi piccoli obesi e in sovrappeso

“Dammi il cinque!”: al termine di una partita andata bene, ma anche per un bel voto, i ragazzini danno il cinque per indicare soddisfazione. Sono cinque anche le porzioni di frutta e verdura che dovremmo consumare ogni giorno, grandi e piccoli. Porzioni che dovrebbero coprire cinque colori diversi, per garantire un apporto ottimale di vitamine, minerali e antiossidanti: bianco come …

Continua »

La soda tax funziona: in Messico calo delle vendite anche se l’aumento è stato di soli 5 centesimi di euro a litro

La soda tax introdotta in Messico nel 2014 sembra avere effetti di lunga durata, al contrario di quanto ipotizzato da molti esponenti delle aziende di soft drink, che avevano previsto un effetto nei primi mesi, ma anche una sua inesorabile scomparsa con l’avvento di nuove bibite  formulate in modo da non ricadere nelle categorie penalizzate. In Messico questa strategia non …

Continua »

La Francia vieta la distribuzione gratuita di bevande dolci analcoliche nei locali pubblici e anche la vendita a forfait

In Francia è entrato in vigore il 19 gennaio 2017, un decreto che vieta ai locali pubblici di adottare formule di vendita troppo generose nei confronti delle bevande dolci. In altre parole i locali che danno la possibilità di bere bibite a volontà gratuitamente (per esempio quando si consuma un pasto) o che lasciano agli avventori la libertà di riempire il …

Continua »

Tempi duri per la Coca-Cola: marketing è pubblicità sotto accusa. Critiche in UK e causa in tribunale negli in USA

Tempi duri per la Coca-Cola, e di gran lavoro per i suoi uffici legali. Se infatti negli Stati Uniti è stata annunciata una causa per pubblicità ingannevole dall’associazione no profit Praxis Project, dall’altra parte dell’oceano, in Gran Bretagna, in questi giorni si è avuta un’indignata levata di scudi contro la campagna natalizia incentrata sul camion nelle città (Coca-Cola Christmas Truck …

Continua »

Mangiare poco o male: 1 persona su 3 soffre di malnutrizione. Fame cronica, obesità e mancanza di nutrienti sono collegati alla povertà

Una persona su tre soffre di una delle possibili forme di malnutrizione, con costi economici sulla salute pubblica e lo sviluppo economico stimati attorno ai 3.500 miliardi di dollari l’anno. Oggi circa 800 milioni di persone soffrono la fame cronica, nel senso che non sono nelle condizioni di consumare regolarmente cibo in quantità sufficiente per condurre e mantenere una vita sana …

Continua »

L’obesità infantile (e non solo) è un problema mondiale che ha tre cause: junk food, bevande zuccherate e sedentarietà

Un’epidemia dilagante il cui andamento è peggiore delle più pessimistiche previsioni di qualche anno fa,  miete vittime soprattutto tra i più indifesi, i bambini, accorciandone le aspettative di vita. Questa piaga ha due responsabili principali: il junk food e le bevande zuccherate, le famigerate soda. Fa venire i brividi l’ultimo rapporto della World Obesity Federation (WFO) pubblicato su Pediatric Obesity e …

Continua »