Home / Archivio dei Tag: zucchero

Archivio dei Tag: zucchero

Merendine: gli italiani le amano ma sono troppo zuccherate e formulate per essere irresistibili. I risultati di un’indagine e il commento della nutrizionista

Gli italiani amano le merendine confezionate: quattro adulti su 10 le consumano regolarmente, in media due volte a settimana, e otto su 10 le danno ai propri figli, due-tre volte a settimana. Sono i risultati di un’indagine commissionata a Doxa dall’Aidepi (Associazione delle industrie del dolce e della pasta). Considerando che quando rispondiamo a un questionario non siamo sempre sinceri, …

Continua »

Dalla Coca-Cola Zero a quella “No Sugar”. Lanciata in Australia e Nuova Zelanda la nuova versione senza zucchero ma dal gusto più simile alla classica

Dal 16 giugno in Australia e Nuova Zelanda è in vendita la nuova Coca-Cola No Sugar. La nuova bibita è  frutto di una ricerca durata cinque anni per trovare una formula in grado di mantenere  il gusto della Coca-Cola classica   senza però aggiungere lo zucchero. La Nuova variante, che ha esordito un anno fa, sarà lanciata progressivamente nei vari Paesi  …

Continua »

Glucosio e benefici per la salute: anche la Corte di giustizia Ue dice “no” alle indicazioni in etichetta

La Corte di giustizia europea ha messo la parola fine alla vicenda che da due anni vedeva contrapposte la Commissione Ue e una società tedesca, la Dextro Energy, che fabbrica prodotti alimentari composti quasi interamente di glucosio, destinati al mercato tedesco ed europeo. La Corte ha respinto l’impugnazione proposta da Dextro Energy, contro la sentenza del Tribunale Ue che nel …

Continua »

Lidl in Spagna elimina l’olio di palma dai prodotti bio a marchio proprio e riduce del 33% lo zucchero nelle bibite

La lotta all’olio di palma è arrivata da qualche mese in Spagna e anche la catena di supermercati Lidl annuncia di ridurre l’olio di palma nei propri prodotti. La decisione del discount segue la presa di posizione di altre catene quali SuperSano, Alcampo, del gruppo francese Auchan, Mercadona, Dia, Eroski, Lidl, Carrefour e Hipercor che hanno promesso di rivedere l’uso …

Continua »

UK, indagine sullo zucchero contenuto in 272 marmellate e creme a base di cacao. Action on Sugar chiede al governo sanzioni per le aziende che non rispetteranno gli obiettivi di riduzione al 2020

In Gran Bretagna, l’organizzazione Action on Sugar ha fatto analizzare dalla Queen Mary University di Londra la quantità di zucchero contenuta in 272 marmellate e creme a base di cacao da spalmare. In più dei due terzi delle 38 creme è stato rilevato un contenuto di zuccheri superiore ai 10 grammi per ogni porzione (20 grammi). I marchi più noti, addirittura, …

Continua »

Bufale in rete: il video sullo zucchero di canna colorato racconta una storia non vera

Da qualche giorno è diventato virale su social e siti internet un video (vedi sotto) dai toni abbastanza allarmistici su una presunta “truffa dello zucchero grezzo di canna”. Dopo avere ricevuto numerose segnalazioni in redazione e percepito la preoccupazione di alcuni lettori, abbiamo deciso di chiarire l’argomento. Nel video, a parte una breve introduzione con informazioni imprecise e non documentate …

Continua »

Riduzione volontaria dello zucchero del 20% entro il 2020 per nove categorie di alimenti. L’industria respinge l’obiettivo posto dal governo inglese

In Gran Bretagna, l’industria alimentare ha dichiarato di non essere in grado di raggiungere l’obiettivo posto dal governo di una riduzione volontaria del 20% dello zucchero contenuto in nove categorie di alimenti (biscotti, torte, budini, cereali, cioccolatini, caramelle, yogurt, creme e gelati) il  gruppo non  comprende le bevande, per le quali si applica già una tassa. La riduzione del 20%, …

Continua »

Bambin Gesù, la notizia dell’eccesso di fruttosio nel cibo è sbagliata e viene ritirata. Nessuno si accorge degli errori grossolani

Il 14 febbraio 2017 l’Ospedale Bambin Gesù di Roma pubblica il resoconto di uno studio durato 4 anni sulla pericolosità del fruttosio nell’alimentazione dei bambini, con dati  che appaiono grossolanamente errati. La ricerca fa probabilmente confusione tra zucchero e fruttosio. La nota del Bambin Gesù evidenzia come l’abuso sistematico del fruttosio aggiunto ai cibi e alle bevande, ha gli stessi …

Continua »

Zucchero nascosto: in Canada si trova in in due terzi degli alimenti confezionati. Un’etichetta a semaforo per indicarne la presenza?

Quasi due terzi di alimenti e bevande confezionati presenti nei supermercati e negozi canadesi contiene zuccheri aggiunti, spesso nascosti. Questo il responso di un’indagine pubblicata sul Canadian Medical Association Journal nella quale i nutrizionisti di Public Health of Ontario e dell’Università di Waterloo hanno preso in esame quasi 40.000 prodotti e li hanno catalogati in base alla presenza o meno …

Continua »

La Francia vieta la distribuzione gratuita di bevande dolci analcoliche nei locali pubblici e anche la vendita a forfait

In Francia è entrato in vigore il 19 gennaio 2017, un decreto che vieta ai locali pubblici di adottare formule di vendita troppo generose nei confronti delle bevande dolci. In altre parole i locali che danno la possibilità di bere bibite a volontà gratuitamente (per esempio quando si consuma un pasto) o che lasciano agli avventori la libertà di riempire il …

Continua »

Usa, il Dipartimento della Difesa avverte i militari sui rischi degli energy drink. Preoccupazione per una moda diffusasi durante le guerre in Afghanistan e in Iraq

Il Dipartimento della Difesa statunitense ha diffuso una nota con cui invita i militari a non abusare degli energy drink, evitando di assumere troppa caffeina, cioè più di 200 mg ogni quattro ore. Le bibite energetiche sono diventate di moda durante le guerre in Afghanistan e in Iraq, dove, nel 2010, il 45% dei militari beveva almeno un energy drink …

Continua »

Inghilterra, a colazione i bambini assumono metà della dose quotidiana raccomandata di zucchero. Un’app del governo per aiutare i genitori a fare scelte alimentari più sane

Quando arrivano a scuola la mattina, i bambini inglesi hanno già assunto attraverso la colazione metà della dose giornaliera di zucchero raccomandata. Alla  fine della giornata il calcolo totale riferito all’assunzione segna il triplo. Lo rileva un’indagine condotta dall’agenzia governativa Public Health England, da cui emerge che a colazione i bambini inglesi consumano l’equivalente di circa tre zollette di zucchero (11 …

Continua »

Meno zucchero in ufficio per salvare i denti (e il peso). I dentisti britannici schierati contro le cattive abitudini

Rientro al lavoro amaro per gli impiegati inglesi, se i datori di lavoro ascolteranno l’invito degli odontoiatri del Royal College of Surgeons a porre fine alla cosiddetta “cultura del dolce” in ufficio. I dentisti britannici intendono portare avanti una vera e propria guerra, iniziata ormai da qualche mese, contro le cattive abitudini alimentari durante le giornate lavorative. L’attenzione è focalizzata …

Continua »

Lo strano caso di uno studio a favore dello zucchero, finanziato dall’industria. Pubblicato da un’importante rivista medica, che in un editoriale lo demolisce

Un’importante rivista medica, The Annals of Internal Medicine, ha pubblicato uno studio che critica duramente il consiglio a consumare meno zucchero, che viene rivolto a livello mondiale, affermando che si basa su prove deboli e non è affidabile. Lo studio ha sollevato aspre critiche, perché è stato finanziato dall’International Life Science Institute (ILSI), che a sua volta è finanziato da grandi …

Continua »

Serve la tassa sulle bevande zuccherate e la sostituzione dell’olio di palma? Il parere di Francesco Branca dell’OMS

Lo zucchero semplice – se consumato in eccesso – è uno dei macronutrienti responsabili dell’aumento di peso con inevitabili conseguenze sulla salute (disturbi cardiovascolari, diabete, malattie metaboliche…). Secondo l’OMS un aumento nella quantità di zuccheri all’interno dell’alimentazione provoca un incremento del peso e della carie dentale. Le linee guida dicono che la quantità nella dieta non deve superare il 10% …

Continua »