Home / Nutrizione (pagina 20)

Nutrizione

La tassa sui cibi poco sani serve, anche se di pochi centesimi. Due studi spiegano le dinamiche delle scelte di acquisto delle fasce sociali più a rischio

Gli incentivi economici finalizzati all’acquisto di alimenti e bevande sane funzionano. Lo dimostrano due studi pubblicati in questi giorni, dai quali emerge che sia la fat tax (tassa sul grasso) entrata in vigore in Messico un paio di anni fa, sia una forma di incentivo  presente nel mercato statunitense, determinano in tempi breve un cambiamento sulle abitudini di acquisto favorendo …

Continua »

Le indicazioni alimentari nascondono confilitti di interesse. Dalla piramide italiana alla trottola giapponese ecco dove le industrie mettono mano

In Italia le indicazioni per una sana alimentazione sono rappresentate con una piramide, in Giappone si usa una trottola, in Canada una tabella piuttosto articolata. Se osservando i vari schemi le idee di fondo sembrano comuni e “sensate” – abbondare con frutta e verdura e limitare carni, latticini e dolci – analizzando i dettagli e le indicazioni viene spontaneo  sospettare che …

Continua »

Come riconoscere una pasticceria artigianale da una che propone dolci industriali? Papille vagabonde, il blog di Gunther Karl Fuchs spiega le differenze e svela qualche trucco

L’ottimo blog di Gunther Karl Fuchs Papille Vagabonde propone un interessante articolo su come distinguere  le vere pasticcerie artigianali da quelle che espongono in vetrina prodotti industriali freschi o congelati. Per esperienza posso dire che il 90% delle pasticcerie utilizza prodotti industriali o semi lavorati per pasticcerie, sono pochi quelli che io conosco in grado di realizzare dolci partendo dalla …

Continua »
bambini colazione succo

Spreco alimentare nelle scuole: nel piatto solo il 12,6%! Perplessità e dubbi sul dato fornito da un’indagine degli operatori dalle aziende

Il 12,6% del cibo di ogni pasto servito nelle mense scolastiche rimane nel piatto. È quanto emerge da un’indagine realizzata da Oricon, l’osservatorio sulla ristorazione collettiva e la nutrizione che riunisce sei grandi aziende – CAMST, CIR food, Compass Group Italia, Elior, Gruppo Pellegrini e Sodexo. Sulla base di questa percentaule Oricon afferma che “la ristorazione scolastica non è certo …

Continua »

La Corte di Giustizia europea contro le acque povere di sodio: si considera solo il sodio del sale e non del bicarbonato. Tranne in Italia

Il contenuto di sodio delle acque minerali naturali deve essere calcolato non soltanto sulla base del cloruro di sodio presente, cioè del sale da tavola, ma occorre considerare  anche il bicarbonato di sodio. Non si può quindi affermare che un’acqua minerale naturale è a basso contenuto di sale o sodio, oppure che è indicata per le diete povere di sodio, …

Continua »

Troppo dolce quella dieta: l’alimentazione quotidiana contiene molti zuccheri più o meno nascosti in cereali, bibite, succhi di frutta, merendine. Serve un freno

«La nostra dieta è troppo ricca di zucchero, quello semplice. Senza un’adeguata politica di contenimento, il sovrappeso, il diabete e le malattie cardiovascolari sono destinati ad aumentare». Potrebbe essere riassunta così, un’analisi pubblicata sulla rivista The Lancet Diabetes & Endocrinology dai ricercatori Barry Popkin (scuola di salute pubblica, università del North Carolina) e Corinna Hawkes (centro per le politiche alimentari, …

Continua »

Menu troppo salati: a New York dal 1° dicembre l’immagine di una saliera a fianco del piatto informa che c’è troppo sodio

Il 1° dicembre è entrata in vigore l’ordinanza della città di New York che impone ai ristoranti con almeno quindici punti vendita a livello nazionale di avvertire i clienti quando un piatto o un menù contiene l’equivalente, o più, della quantità di sale che dovrebbe essere consumata in un intero giorno. L’avvertenza consiste nell’immagine di una saliera, posizionata in modo …

Continua »

Etichette nutrizionali: la scala dei cinque colori francese si abbina a un sistema di calcolo online. L’idea della rivista dei consumatori

La rivista dei consumatori francese Que Choisir ha presentato un nuovo sistema di calcolo (accessibile attraverso il sito Internet dell’associazione), per verificare attraverso i valori riportati sulle etichette nutrizionali di ogni prodotto (calorie, grassi, fibre…) prima il  colore attribuito a un alimento e poi di conseguenza la categoria corrispondente in termini di benessere.  Il governo francese che da tempo sta …

Continua »

Merende sane nelle scuole. È possibile? Ci provano i nuovi distributori

I distributori di merendine, snack e bibite nelle scuole andrebbero ripensati cercando di inserire prodotti di tipo “salutistico. Si tratta di una sfida che da anni viene proposta senza grande successo perché poco redditizia e perché pone diversi problemi alle aziende del settore “Vending”. Dal mese di settembre 2015 la società Serim ha attivato un nuovo progetto con sistema di …

Continua »

Intervista esclusiva a Francesco Branca dell’Oms su confitto interessi, olio di palma, zucchero, tassa junk food ed etichette semaforo

Conflitto di interessi, olio di palma, carne cancerogena, politiche locali e globali per una sana alimentazione: sono i temi affrontati in questa intervista esclusiva realizzata da Valentina Murelli a Francesco Branca, direttore del Dipartimento della nutrizione per la salute e lo sviluppo dell’Organizzazione mondiale della sanità. Oltre ad esaminare le tematiche più scottanti del momento Branca delinea per il futuro …

Continua »

Zuccheri sì, ma con molta cautela? La pediatra Margherita Caroli risponde alle aziende che lo propongono come comfort food, dimenticando le indicazioni dell’OMS

Quanto zucchero deve esserci nell’alimentazione dei bambini? La decisione dell’OMS nella recente revisione delle linee guida sugli zuccheri che raccomanda di limitarne il consumo a meno del 10% delle calorie totali giornaliere e auspicando un’ulteriore riduzione al 5%, non è piaciuta alle aziende produttrici di dolci e bevande gassate. Si spiegano così iniziative come quella promossa nei giorni scorsi dalla …

Continua »

Acqua minerale: ne consumiamo 192 litri a testa ogni anno. Quanto costa e quali sono le conseguenze per l’ambiente. La realtà dei distributori comunali

Il consumo di acqua minerale è un’abitudine radicata nel nostro Paese. Dalle analisi del Censis, infatti, l’Italia è in seconda posizione, battuta solo dal Messico. Il 61,8% della popolazione italiana compra l’acqua in bottiglia, 192 sono i litri l’anno per persona (80% in bottiglie di plastica). Ma è davvero utile? L’acqua minerale confezionata e venduta nei supermercati è in realtà …

Continua »

Nutrire il pianeta: la pubblicazione del Ministero è chiara ed esaustiva, ma ha molti punti deboli

“Nutrire il pianeta, nutrirlo in salute, equilibri nutrizionali di una sana alimentazione” è il titolo di una pubblicazione del Ministero della Salute. Senza avere la pretesa di essere esaustivo, questo documento – fruibile da chiunque per semplicità e chiarezza – affronta diverse tematiche di ambito nutrizionale nelle vari fasi della vita: dall’allattamento al seno all’alimentazione dell’anziano, dalla dieta dello sportivo alle …

Continua »

Zuccheri alla sbarra: OMS, esperti di nutrizione e ora anche la FDA chiedono di ridurre la quantità nella dieta degli statunitensi

Gli esperti di nutrizione e salute lo chiedono da anni, e ora anche  la Food and Drug Administration ci mette il suo sigillo: gli statunitensi devono assumere meno zuccheri e in quantità tale da non superare il 10% delle calorie giornaliere. In altre parole, dopo i tre anni di età, una quantità pari a circa 50 grammi, o 12,5 cucchiaini o, …

Continua »

I finanziamenti di Coca-Cola a programmi di promozione dell’attività fisica, che non tengono conto dell’alimentazione

Continua, negli Stati Uniti, la battaglia sul conflitto di interessi scatenata dalla rivelazione dei beneficiari di 120 milioni di dollari elargiti dalla Coca-Cola. Ultima in ordine di tempo a tornare sui suoi passi è l’Università del Colorado, che ha annunciato la decisione di rendere un milione di dollari, dopo aver saputo che la donazione faceva parte di un progetto per …

Continua »