Home / Archivio dei Tag: PUBBLICITA INGANNEVOLE

Archivio dei Tag: PUBBLICITA INGANNEVOLE

Cioccolata Buonissima L’Angelica: la pubblicità è ingannevole, censurata dello IAP. Effetti benefici sull’organismo esagerati

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con l’ingiunzione 10/2018 del Comitato di controllo, ha censurato la pubblicità della cioccolata Buonissima a marchio L’Angelica di Coswell Spa, apparsa sul Corriere della Sera del 21 novembre 2017 perché il messaggio viola l’articolo 2 del Codice di autodisciplina.  La decisione focalizza l’attenzione sulla frase “La cioccolata che fa benissimo, è Buonissima”. La pubblicità mostra in primo …

Continua »

Kilocal: arriva la settima censura per pubblicità ingannevole. Provvedimento anche per Visislim: non sono dimagranti

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria, con un provvedimento adottato dal Comitato di controllo n°75/2017, ha sanzionato i messaggi pubblicitari dell’integratore alimentare Kilocal Colesterolo. Il messaggio è stato  ritenuto ingannevole perché in contrasto con l’articolo 2 del Codice di autodisciplina pubblicitaria e con le regole sulla  pubblicità degli integratori (articolo 23). Gli spot sono apparsi sul canale televisivo La7 e sul sito internet …

Continua »

La pubblicità dell’integratore Omega 3 Double Plus ++ è ingannevole. Lo Iap censura i messaggi promozionali di Namedsport su stampa, sito e Instagram

La pubblicità dell’integratore di Omega 3 Double Plus ++ a marchio Namedsport Superfood è ingannevole. Lo ha stabilito il Giurì dell’Istituto di autodisciplina pubblicitaria nella pronuncia del 10 novembre 2017. La segnalazione di possibili violazioni del Codice di autodisciplina è arrivata da Enervit, che commercializza il prodotto concorrente “Enerzona Omega 3 RX”. Alla fine del procedimento, il Giurì ha individuato alcune …

Continua »

“Skin care cellufit action”, l’integratore che riduce la cellulite “…anche se vi rifiutate di stare a dieta”. Messaggio ingannevole censurato dallo Iap

L’istituto di autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha censurato il messaggio “Problemi di cellulite? Le nuove compresse anticellulite a base di erbe – realmente efficaci – che riducono le cellule adipose sotto la vostra pelle… anche se… vi rifiutate di stare a dieta!”, relativo all’integratore alimentare Skin care cellufit action, rilevato sul settimanale  Oggi  del 18 maggio 2017. Secondo lo Iap il …

Continua »

ProCombo: troppi effetti benefici nel messaggio dell’integratore probiotico. Lo Iap censura il messaggio pubblicitario ingannevole

Secondo il parere del Comitato di controllo dello Iap il messaggio pubblicitario “Innovazione in aiuto allo stomaco” riferito all’integratore alimentare ProCombo è contrario al Codice di autodisciplina. L’annuncio pubblicitario censurato è apparso sul settimanale Oggi del 14 aprile 2017 e anche sul sito procombo.com. Il prodotto pubblicizzato essendo un  probiotico, può vantare legittimamente solo un’azione positiva sull’equilibrio della microflora intestinale …

Continua »

I surgelati Frosta sono “senza additivi” e “senza segreti”, ma non sono “nuovi”. Il messaggio pubblicitario è ingannevole secondo lo Iap

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha ritenuto ingannevole l’espressione “i nuovi surgelati” utilizzata nella campagna pubblicitaria “La natura ha scelto Frosta” di Frosta Italia Srl  (marchio di origini tedesche presente anche sul territorio italiano). L’annuncio è stato divulgato tramite affissioni (rete stradale, metropolitana e retro bus di Roma) e internet. In uno dei manifesti si vedono due conigli affiancati dalla …

Continua »

“Bioimis” promette un programma di dimagrimento rapido e definitivo, ma il messaggio è ingannevole

Il Presidente del Comitato di Controllo dello IAP ha ritenuto ingannevole la pubblicità apparsa su Starbene di novembre 2016 relativa al programma alimentare “Bioimis”. La dicitura “Non contare le calorie, conta i kg che perdi. Dimagrisci in modo sano con il programma alimentare Bioimis”, risulterebbe manifestamente contraria al Codice di Autodisciplina. Il messaggio è volto a promuovere un piano alimentare …

Continua »

Usa, il produttore dell’energy drink 5-hour Energy condannato a pagare 4,3 milioni di dollari per pubblicità ingannevole

Una Corte dello Stato di Washington ha condannato Living Essentials, società produttrice dell’energy drink 5-hour Energy, al pagamento di 4,3 milioni di dollari – 2,2 milioni di penali e 2,1 milioni di spese legali – per pubblicità ingannevole.Secondo i giudici  il produttore ha indotto i consumatori a credere che la bibita sia più energizzante della caffeina e che garantisca prontezza …

Continua »

Valmora: la pubblicità è ingannevole. Non riduce le calorie. Il parere dello Iap

Anche l’acqua Valmora ha veicolato un messaggio pubblicitario ingannevole secondo quando stabilito dal Comitato di controllo  dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria. Nella pagina apparsa sula rivista DiPiù il 12 dicembre 2016 si legge : “La dieta inizia con Valmora. Un bicchiere di acqua minerale Valmora al posto di bevande zuccherate aiuta a ridurre le calorie in eccesso e a controllare l’appetito …

Continua »

Acqua minerale Rocchetta: ennesimo caso di pubblicità ingannevole. Nella settimana della prevenzione urologica veicola il messaggio che l’acqua abbia proprietà terapeutiche

Il 22 novembre scorso il Comitato di controllo dell’ l’Istituto dell’autodisciplina pubblicitaria ha ritenuto ingannevole la pagina pubblicitaria dell’acqua minerale Rocchetta pubblicata su Corriere della Sera il 2 ottobre 2016 e anche sul sito aziendale rocchetta.it. Il messaggio era inserito all’interno del mese della prevenzione urologica, quindi di un’iniziativa medica che si prefigge lo scopo di informare ed educare in particolare …

Continua »

Vivident, Happydent, Daygum e Mentos: la pubblicità delle gomme da masticare era ingannevole. Il Tar dichiara legittima la decisione dell’Antitrust del 2013

È legittima la censura dell’Antitrust nei confronti delle pubblicità delle gomme da masticare Vivident, Happydent, Daygum e Mentos. Questo è quanto stabilito dalla sentenza del Tar del Lazio, che ha ribadito come i profili di ingannevolezza sollevati dall’Agcm fossero del tutto in linea con quanto stabilito dalla normativa europea sui claim salutistici e nutrizionali e dall’Efsa. La sentenza arriva più …

Continua »

Pubblicità ingannevoli: lo Iap censura due integratori alimentari. Colpiti Zuccarin e il multivitaminico Fruvis Multi-Vegetalifruit

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria (Iap) ha recentemente censurato i messaggi di due integratori alimentari apparsi su quotidiani e settimanali. I prodotti interessati sono Zuccarin di New Nordic e Fruvis Multi-Vegetalfruit di Pool Pharma. In entrambi i casi le pubblicità violano la normativa che regola la comunicazione commerciale degli integratori alimentari. La pubblicità di Zuccarin, integratore a base di gelso bianco, …

Continua »

Censurata la pubblicità del metodo di dimagrimento Salzano. Per lo IAP il messaggio è ingannevole

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria con l’ingiunzione 68/16 ha censurato la pubblicità del cosiddetto “metodo Salzano” di Beauty Line Srl, apparso sul quotidiano il Mattino del 3 ottobre, perché ritenuto ingannevole, in quanto viola l’art.2 del Codice di autodisciplina. Il messaggio era corredato dalla classica testimonianza di una perdita di peso notevole (“-15kg”) e dalle immancabili fotografie prima e dopo il …

Continua »

Pubblicità in rete: nuove regole per blogger e influencer contro i messaggi promozionali nascosti e furberie del marketing. Nasce la Digital Chart

L’Istituto di autodisciplina pubblicitaria ha pubblicato nel mese di giugno 2016 la “Digital Chart”, un documento che stabilisce le regole che blogger,  persone che pubblicano filmati su YouTube e altri soggetti più o meno famosi sui loro siti e profili social in merito sui messaggi pubblicitari. Con questa mossa lo Iap ha definito un codice di comportamento nel mondo del web, che …

Continua »

Depuratori Apure: la pubblicità è ingannevole. Multa dell’Antitrust da 10 mila euro: l’acqua depurata non previene nessuna malattia

donna acqua

La pubblicità dei depuratori d’acqua ad uso domestico Apure è stata sanzionata dall’Antitrust perché ritenuta ingannevole e alla società Siro Srl, rivenditore italiano del prodotto, è stata comminata una multa da 10 mila euro. L’indagine dell’Agcm è partita in seguito alla segnalazione di un consumatore, che ha ritenuto sospette alcune caratteristiche del prodotto descritte sul sito internet www.dream-water.it. Nel sito …

Continua »