Home / Archivio dei Tag: ministero salute

Archivio dei Tag: ministero salute

Coca-Cola richiama e ritira dagli scaffali migliaia di bottiglie da 1,5 litri: sapore sgradevole e aspetto molto denso

Aggiornamento del 5 giugno 2017 : il lotto ritirato è stato distribuito nella zona di Salerno, Cosenza, Potenza e Matera. Il Ministero della salute ha comunicato che è in corso il ritiro dagli scaffali dei punti vendita delle bottiglie di Coca-Cola da 1,5 litri appartenenti al lotto L170329863M. Le bottiglie riportano come termine minimo di conservazione (TMC) la data 28/09/2017 …

Continua »

Salviamo il panettone dalle creme farcite, dalla farina di mais e di riso, dal mascarpone, dal marketing e dall’Aidepi che ha permesso lo stravolgimento della ricetta tradizionale

Salviamo il panettone! È quanto viene voglia di urlare in questi giorni mentre si fa la spesa al supermercato e camminando tra scaffali spuntano dolci di Natale di ogni tipo. Li trovi all’ingresso, a fianco della frutta, nell’area dei biscotti o abbinati agli spumanti. In questo ‘mare magnum’ di marche e confezioni sfavillanti diventa difficile individuare il panettone o il …

Continua »

Richiamo prodotto: obbligatorio per le aziende in caso di rischi per il consumatore, ma tanti non rispettano le regole. Nota della Regione Marche

I richiami e i ritiri di prodotti alimentari dagli scaffali dei punti vendita sono un’azione e uno strumento utile per ridurre  i pericoli in caso di non conformità di un prodotto. Anche se si tratta di un obbligo per le aziende, codificato con regole precise, spesso le comunicazioni non vengono date, è difficile ottenere le informazioni basilari e anche le …

Continua »

Pubblicità del latte fresco: arrivano gli spot del ministero, ma è polemica sul messaggio e sui testimonial Carlo Cracco e Giorgio Calabrese

Il Ministero delle Politiche agricole ha predisposto una campagna pubblicitaria per incentivare il consumo di latte fresco, che si avvale di quattro testimonial: la conduttrice televisiva Cristina Parodi, il dirigente sportivo Demetrio Albertini, lo chef Carlo Cracco e il medico nutrizionista Giorgio Calabrese. La campagna, inserita in una serie di iniziative a sostegno del settore lattiero caseario, è caratterizzata dallo slogan …

Continua »

Nessuna assoluzione per l’olio di palma: la bufala corre in rete. Ne consumiamo troppo. Bambini +40% di acidi grassi saturi! La verità in un’intervista esclusiva all’Istituto Superiore Sanità.

Nessuna assoluzione per l’olio di palma. Il problema dell’eccesso di assunzione dell’olio tropicale esiste e non va sottovalutato, anche se in rete si leggono messaggi tranquillizzanti e assolutori che non rispondono a quanto scritto nel documento dell’Istituto Superiore di Sanità. Per chiarire la situazione abbiamo posto alcune domande al dottor Marco Silano dell’Istituto Superiore di Sanità che ha redatto il …

Continua »

Sicurezza alimentare scatta allerta listeria nelle Marche e in Umbria non consumare i salumi contaminati. L’azienda Monsano sospende attività

Il Ministero della salute invita a scopo precauzionale a non consumare tutte le tipologie di prodotti della ditta Salumificio Monsano srl di Monsano (AN) (CE IT 1523 L), via Toscana n. 27 eventualmente in loro possesso. Il provvedimento rientra nell’ambito delle azioni per la sicurezza alimentare ed è stato deciso in relazione a casi di Listeriosi umana avvenuti nelle Regioni …

Continua »

Allerta del Ministero: in vendita in Italia olio di palma vergine con colorante cancerogeno proveniente dal Ghana

Il giorno dopo la nostra segnalazione inviata al Ministero della salute sulla vendita in Italia di olio di palma vergine contaminato da un colorante cancerogeno e genotossico (Sudan IV), il centro di riferimento del sistema di allerta di Roma (RASFF) ha allertato le autorità sanitarie regionali invitandole a fare accertamenti per ritirare o richiamare i prodotti interessati. Secondo la nota …

Continua »

Preparati in farmacia per dimagrire: ribadito il divieto dal Ministero. Il parere di Marcello Ticca, medico nutrizionista

Nel mese di  luglio e agosto 2015 il Ministero della Salute ha rinnovato – per l’ennesima volta dagli anni ’80 – il divieto di prescrivere (per il medico) e di preparare (per il farmacista) capsule contenenti miscele dimagranti, ottenute utilizzando otto sostanze ben identificate, a cui spesso si ricorre per queste combinazioni e che già in passato avevano provocato, usate insieme, conseguenze …

Continua »

Cozze contaminate da virus epatite A. Il ministero lancia un’allerta e invita a non consumare il prodotto che però non è più in vendita da 10 giorni

Il Ministero della salute ha diffuso ieri un comunicato per segnalare la presenza del virus dell’epatite A e di Norovirus in alcuni lotti di mitili confezionati in retine di plastica provenienti dallo stabilimento Irsvem di Bacoli (Napoli). Il numero di riconoscimento dello stabilimento riportato sulle confezioni è CE IT 2 CDM. In realtà i virus sono stati trovati su campioni …

Continua »

Frutti di bosco: è allerta epatite A anche in Australia. In Italia l’epidemia non è finita (1.787 casi). Il Ministero invita a bollire per 2 minuti prima del consumo

Anche in Australia c’è un’allerta per la vendita al dettaglio di frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A. Cinque le persone infettate finora e due i lotti incriminati: una miscela chiamata Mixed Berries dell’azienda Nanna’s Frozen, e una chiamata Creative Gourmet, entrambi assemblati dalla ditta Patties Foods. Le autorità sanitarie hanno invitato a non acquistare questi frutti di …

Continua »

Etichette alimentari: fumata nera per lo stabilimento di produzione. I tre ministeri rimandano la decisione a Bruxelles. Continua la raccolta delle firme

Great Italian Food Trade e il Fatto Alimentare hanno lanciato la settimana scorsa una petizione, per affermare la necessità di reintrodurre subito l’obbligo di indicare la sede dello stabilimento su tutti i prodotti alimentari realizzati in Italia che ha raccolto più di 5.000 adesioni. Si tratta  dell’unica garanzia legale che può permettere ai consumatori italiani ed europei di distinguere gli …

Continua »

Etichette: tre ministeri chiedono (in ritardo) all’UE di mantenere l’indicazione sull’etichetta dello stabilimento produzione. La posizione di Federalimentare

Ieri il Ministero dello sviluppo economico insieme ai rappresentanti del Ministero delle politiche agricole e del Ministero della salute, con le associazioni del commercio, hanno deciso di “verificare presso l’Unione europea un percorso in grado di assicurare l’obbligatorietà dell’indicazione dello stabilimento di produzione sulle etichette dei prodotti alimentari anche a livello nazionale”. Si tratta di un primo timido passo delle  …

Continua »

Frutti di bosco surgelati: 1.787 persone colpite dall’epidemia di epatite A per sottovalutazione del rischio e assenza di informazioni. Trasferiti i funzionari. Resta l’allerta del Ministero

In Italia l’epidemia causata dai frutti di bosco surgelati contaminati dal virus dell’epatite A ha colpito 1.787 persone. Secondo un documento ufficiale diffuso dal Ministero della salute in risposta ad un’interrogazione del Movimento 5 Stelle, “la situazione di crisi si deve considerare superata considerando la riduzione dei casi di malattia riconducibili al consumo di frutti di bosco “. Gli ultimi …

Continua »

Olio di palma: l’ingrediente misterioso abilmente nascosto sulle etichette adesso diventa grasso eccellente! La vera storia che nessuno vuole raccontare

Barilla e Ferrero rientrano nel gruppo italiano dei grandi utilizzatori di olio di palma e da qualche tempo descrivono sui loro siti le qualità di questo grasso, la cui presenza sulle etichette è stata per anni furbescamente occultata dietro la frase “oli vegetali”. Dal prossimo 13 dicembre una legge europea obbliga a indicare in modo chiaro la presenza del palma …

Continua »

Olio di palma: 130 mila firme. Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade lanciano una petizione su Change.org per dire stop all’invasione di questo grasso in migliaia alimenti

Il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade hanno lanciato una petizione online su Change.org per fermare l’invasione dell’olio di palma nei prodotti alimentari che il 5 maggio 2015 ha superato le 130 mila firme. Per sottoscriverla clicca qui   Dal prossimo 13 dicembre milioni di consumatori italiani ed europei scopriranno la presenza di un nuovo ingrediente in migliaia di prodotti …

Continua »