Home / Archivio dei Tag: junk food

Archivio dei Tag: junk food

Le pubblicità spingono i ragazzi al consumo di junk food. Ormai obsoleti i divieti e le restrizioni in TV per tutelare i bambini e gli adolescenti. Lo studio di Cancer Research UK

Non ci sono dubbi: più un ragazzo è esposto alla pubblicità di junk food, e in generale di alimenti poco sani e zeppi di calorie, e maggiore sarà la sua propensione a consumarne. Lo dimostra, con uno dei più grandi studi mai condotti sull’argomento, un’indagine effettuata dai ricercatori di Cancer Research UK su oltre 3.300 ragazzi di età compresa tra …

Continua »

Tassa sul cibo spazzatura: negli Usa sarebbe legalmente fattibile ma non è così probabile

Negli Stati Uniti sarebbe legalmente e amministrativamente fattibile, e avrebbe forti implicazioni per la politica nutrizionale, l’imposizione di una tassa sul cibo spazzatura e sulle bevande zuccherate, da definire per categorie di prodotto, oppure sulla base delle sostanze nutritive o delle calorie, anche con una combinazione tra questi fattori. Lo indica uno studio condotto da ricercatori del College of Global …

Continua »

Cibo spazzatura: ex responsabile della pubblicità svela le strategie di marketing per spingere le vendite. “Gli impegni volontari non funzionano. Il governo deve porre limiti uguali per tutti”

“Chiedere all’industria, ai supermercati e alle agenzie pubblicitarie di modificare volontariamente, in senso restrittivo, i propri comportamenti non funziona. C’è bisogno di limiti imposti dal governo, in modo che tutti siano in condizioni di parità”. È quanto sostiene in un’intervista al Guardian Dan Parker, un ex dirigente pubblicitario che ha lavorato per vent’anni con grandi aziende alimentari, come Coca-Cola e …

Continua »

Pubblicità di junk food: i bambini inglesi sono bombardati, ma secondo il governo “la legge in vigore è tra le più severe del mondo”

I bambini inglesi (un terzo dei quali è già in sovrappeso od obeso) sono bombardati da un numero eccessivo di pubblicità di junk food, dolci e in generale di cibi poco sani, definiti anche come HFSS da (high in fat, sugar and salt), nonostante esista una specifica normativa da più di dieci anni. Lo dimostra uno studio commissionato da Obesity Health …

Continua »

Pubblicità del junk food vietata nella metropolitana di Amsterdam. Ci sono anche critiche per un provvedimento ritenuto paternalistico

Per quindici anni, nella metropolitana di Amsterdam sarà vietata la pubblicità degli alimenti malsani destinati a bambini e giovani al di sotto dei 18 anni. Lo ha deciso il sindaco della capitale olandese, nell’ambito della lotta all’obesità, in collaborazione con l’Alliantie Stop Kindermarketing. Il divieto riguarderà prodotti come patatine fritte, biscotti, dolci, gelati e si inserisce nella politica di “tolleranza …

Continua »

Stop alle bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’Ue. Iniziativa volontaria dei produttori. Però non toccano la pubblicità rivolta a bambini e adolescenti

Entro la fine del 2018, l’industria europea dei soft drink non venderà più bibite zuccherate nelle scuole secondarie dell’Ue, anche attraverso i distributori automatici. Lo annuncia l’Unesda, l’associazione europea di categoria, che sottolinea come si tratti di un’iniziativa volontaria per la lotta all’obesità, che coinvolgerà oltre 50.000 scuole secondarie e più di 40 milioni di studenti, e che fa seguito …

Continua »

Il Servizio sanitario nazionale inglese contro bevande zuccherate e junk food negli ospedali. Accordo con alcuni grandi rivenditori e nuovi obiettivi per i prossimi due anni

Le bevande zuccherate e gli snack ad alto contenuto calorico saranno vietati negli ospedali e strutture sanitarie inglesi, a meno che i rivenditori si impegnino a rispettare i nuovi target decisi dal Servizio sanitario nazionale (NHS England), che ha già stipulato un accordo con alcune grandi rivenditori alimentari, come Marks & Spencer e Subway, nell’ambito della lotta all’obesità, al diabete …

Continua »

L’obesità infantile (e non solo) è un problema mondiale che ha tre cause: junk food, bevande zuccherate e sedentarietà

Un’epidemia dilagante il cui andamento è peggiore delle più pessimistiche previsioni di qualche anno fa,  miete vittime soprattutto tra i più indifesi, i bambini, accorciandone le aspettative di vita. Questa piaga ha due responsabili principali: il junk food e le bevande zuccherate, le famigerate soda. Fa venire i brividi l’ultimo rapporto della World Obesity Federation (WFO) pubblicato su Pediatric Obesity e …

Continua »

Cattiva alimentazione: in un rapporto presentato uno scenario catastrofico tra obesità, malnutrizione e fame

La cattiva alimentazione minaccia un abitante del pianeta su tre. C’è poi anche la  paradossale coesistenza tra la malnutrizione, che impedisce a un bambino su quattro di crescere in maniera corretta, e la sovralimentazione, che renderà obeso o comunque in sovrappeso un essere umano su tre entro il 2030. Basterebbero questi estremi a tratteggiare il disastro che incombe sul genere …

Continua »

Obesità: anche l’India inizia a prendere provvedimenti. Per adesso solo una tassa sul junk food criticata da molti

Anche i paesi emergenti iniziano a prendere provvedimenti contro l’obesità dilagante. Lo stato del Kerala, secondo per numero di obesi solo al Punjab, ha introdotto una tassa sul junk food del 14,5%, per il momento limitata alla pizza, ai tacos, agli hamburger e alle ciambelle, serviti nelle catene nazionali di ristoranti, suscitando molte critiche, di cui ha dato conto la …

Continua »

Messico: funziona la tassa sul junk food. Efficacia maggiore sulle categorie a rischio obesità

CHIPS SNACK

Nel gennaio del 2014 il Messico ha introdotto una tassa sul junk food che ha interessato alimenti non essenziali con contenuto calorico pari o superiore a 275 Kcal/100 grammi come patatine, salatini, dolciumi, gelati. La tassa ha gravato per circa l’8% del prezzo. E’ passato più di un anno, e un gruppo di nutrizionisti dell’istituto Nazionale di Salute Pubblica di …

Continua »

La pubblicità dei prodotti alimentari rivolta ai bambini aumenta il consumo di junk food. Ma se si usa per promuovere cibi sani si favoriscono abitudini più salutari

La pubblicità di alimenti rivolta ai bambini funziona. E non è necessariamente una cattiva notizia: tutto dipende dall’oggetto promosso. Se infatti si spingono i più piccoli a consumare junk food, il risultato non potrà che essere un continuo aumento dei livelli di sovrappeso e obesità infantili, ma se le stesse tecniche di marketing vengono applicate agli alimenti più sani, i …

Continua »

Obesità: è un’epidemia che preoccupa. Gli obiettivi proposti dall’Oms sono sempre più difficili da raggiungere

L’epidemia di obesità coinvolge il 13% della popolazione mondiale adulta: se non si interviene rapidamente, nel 2025 questo valore salirà al 18% tra gli uomini e al 21% tra le donne, con valori di obesità grave del 6% per gli uomini e del 9% per le donne. Sono i risultati di uno studio condotto da ricercatori dell’Imperial College di Londra, …

Continua »

L’obesità infantile interessa 41 milioni di bambini: l’OMS dice stop a cibi malsani, bibite zuccherate e scarsa educazione alimentare

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato il rapporto finale della commissione incaricata di formulare proposte per fermare l’obesità infantile. Il rapporto sottolinea che molti bambini oggi crescono in ambienti sempre più insalubri, che favoriscono l’aumento di peso, grazie alla globalizzazione e all’urbanizzazione. Si tratta di una tendenza che riguarda tutte le fasce sociali sia nelle nazioni povere sia in …

Continua »

Calo degli spot di dolci e junk food? Le promesse sono state disattese e i bambini hanno visto ancora più pubblicità di prima

I solenni impegni assunti dalle aziende americane per limitare e via via ridurre ì le pubblicità di dolci e junk food rivolte ai bambini sui canali specializzati sono miseramente falliti. Si tratta di un risultato  andato oltre le più pessimistiche previsioni, che dovrebbe spingere  le parti in causa a un ripensamento globale del problema. Di più: le pubblicità, dal 2007, …

Continua »