Home / Supermercato / Roma: come risparmiare 1.200 € al supermercato. La classifica di Altroconsumo vede in testa Esselunga che stacca Panorama e Ipercoop

Roma: come risparmiare 1.200 € al supermercato. La classifica di Altroconsumo vede in testa Esselunga che stacca Panorama e Ipercoop

supermercatiCome per Milano anche a Roma il supermercato più conveniente fa parte della catena Esselunga. È quanto emerge dall’inchiesta che ogni anno Altroconsumo realizza in 67 città della penisola. Nella capitale sono stati visitati 69 supermercati e il punto vendita Esselunga Superstore di via Palmiro Togliatti, ha meritato la prima posizione (vedi tabella sotto). Seguono con dieci punti percentuali di differenza due Panorama, rispettivamente in via Collatina e in via Tiburtina, e un’Ipercoop di via Casilina. A seguire troviamo due Conad Superstore, (via Rovereto, Porcia?), e in via Arola. Scegliendo il primo punto vendita della lista si possono risparmiare circa 1.200 euro sulla spesa media annua di una famiglia italiana.

Va detto però che questa classifica di Altroconsumo è costruita considerando una spesa “ideale” composta esclusivamente da prodotti firmati dalle grandi marche (Barilla, Ferrero, Granarolo, Lavazza…). La spesa più realistica, però, comprende prodotti di fascia alta (quelli di marca), di fascia media (a marchio commerciale*) e di fascia bassa (i più economici).

La rilevazione evidenzia quindi una forte convenienza del primo supermercato della classifica (Esselunga) rispetto agli altri  punti vendita situati nelle prime dieci posizioni (10-12 punti percentuali). Dall’inchiesta emerge che i prezzi tra supermercati della stessa catena cambiano in relazione alla zona della città e alla presenza di altre insegne nelle vicinanze in grado di fare concorrenza. Nelle ultime quattro posizioni della graduatoria romana troviamo due supermercati della catena Emme Più, (via D’Onofrio e via Chiabrera) e due Carrefour Market (piazzale Morelli e via Germania). Tra la prima e l’ultima posizione c’è un rincaro del 23%.

Osservando l’intera inchiesta di Altroconsumo su 1.186.000 prezzi rilevati in 1.017 tra supermercati, iper e hard discount, si nota che il supermercato più economico in Italia si trova a Vicenza, seguito da altre insegne situate sempre in città del Nord-Est (Pordenone e Treviso). Male invece Aosta, Messina e Salerno.

Per Roma il risparmio massimo rilevato tra il supermercato più economico e quello meno conveniente è di 1.226 € (considerando la spesa annuale di una famiglia media italiana). Scegliendo i prodotti a marchio commerciale si può arrivare fino a 1.782 €. Il risparmio cresce fino a ben 2.736 € comprando sempre nel discount più economico.

Sul sito di Altroconsumo è possibile consultare l’inchiesta integrale, analizzare le tabelle della propria città e calcolare il punto vendita più conveniente in relazione alle proprie abitudini di spesa.

(*) Per prodotti a marca del supermercato si deve intendere quella della linea media e non altre linee, sempre a marca del supermercato, che potrebbero essere considerate primo prezzo, o quella top.

© Riproduzione riservata. Foto: Altroconsumo

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Scarseggiano le uova: scaffali mezzi vuoti in molti supermercati. Una situazione destinata a perdurare, ecco perché

“Galline in fuga 2” non è il nuovo film a cartoni dei registi Peter Lord …

Un commento

  1. Buongiorno, una domanda perché non avete fatto un confronto con Gross?
    A me sembra il più economico in rapporto qualità prezzo.