Home / Pianeta / Glifosato: inizia la discussione tecnica per il rinnovo di dieci anni per l’erbicida. La coalizione #StopGlifosato chiede all’Italia di prendere una posizione nette contro la proroga

Glifosato: inizia la discussione tecnica per il rinnovo di dieci anni per l’erbicida. La coalizione #StopGlifosato chiede all’Italia di prendere una posizione nette contro la proroga

È iniziata il 22 settembre la discussione tecnica a Bruxelles sulla possibile proroga di dieci anni per l’impiego in Europa del glifosato. La discussione in sede politica si terrà invece il 5 ottobre. L’erbicida è al centro di tante controversie, perché giudicato “probabilmente cancerogeno” dallo Iarc, l’agenzia per la ricerca sul cancro dell’Oms, mentre è considerato sicuro da Efsa ed Echa. Tuttavia le valutazioni delle agenzie europee sono recentemente finite al centro delle polemiche, per le presunte interferenze delle multinazionali dei pesticidi.

La Francia ha già annunciato la sua contrarietà al rinnovo, così come ha fatto in varie occasioni il Ministro delle Politiche agricole Martina. Secondo la Coalizione italiana StopGlifosato, il rischio è che si formi un blocco di paesi favorevoli all’autorizzazione dell’erbicida, a cui non si opponga un fronte compatto di nazioni contrarie. Per questo è importante che l’Italia confermi la sua posizione di contrarietà al rinnovo e “si attivi a livello europeo perché il verdetto tecnico di domani vada nella direzione giusta”, dichiara la portavoce della Coalizione Maria Grazia Mammuccini.

La Coalizione StopGlifosato chiede all’Italia di prendere una posizione netta contro il rinnovo dell’erbicida

La Coalizione StopGlifosato chiede all’Italia di seguire l’esempio dell’Austria che, attraverso l’agenzia austriaca per la sicurezza alimentare, ha chiesto alla Commissione europea un’indagine ufficiale sul presunto plagio della valutazione del rischio sul glifosato, che l’Efsa avrebbe copiato le parti più controverse del parere scientifico sull’erbicida dai documenti di Monsanto. Fino a che non sarà fatta chiarezza, secondo il governo austriaco, la decisione sul rinnovo dovrebbe essere rimandata.

Anche Il Fatto Alimentare aderisce alla Coalizione StopGlifosato, che riunisce 45 associazioni italiane non governative, ambientaliste, dell’agricoltura biologica e della società civile, come Fai, Federbio, Greenpeace, Legambiente e WWF.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Glifosato: rinnovata per cinque anni l’autorizzazione Ue. Decisiva la Germania, passata dall’astensione al voto favorevole. Italia contraria

Dopo due anni di dibattiti sulla tossicità, gli Stati Ue hanno raggiunto la maggioranza qualificata …

2 Commenti

  1. In merito al presunto copia incolla vorrei citare il Guardian che scrive:

    “È importante sottolineare che questi sono estratti e riferimenti a studi pubblici disponibili raccolti dal richiedente come parte del loro obbligo in base alla legislazione sui pesticidi per effettuare una ricerca di letteratura. In altre parole, questi non sono studi fatti da Glyphosate Task Force ma piuttosto studi disponibili nella letteratura scientifica pubblica “

    Dichiarazione rilasciata al Guardian stesso da un portavoce EFSA.

  2. con stupore …..ma sopratutto con piacere …prendo nota della partecipazione alla coalizione da parte della vs redazione