Home / Prezzi

Prezzi

Secondo i consumatori i cibi più cari sono anche più sani. I risultati di un’interessante ricerca americana

Il consumatore medio ritiene che più un alimento è costoso, più è sano. Viceversa pensa che il cibo a buon mercato non possa avere un valore nutrizionale particolarmente elevato. Questa tesi ben nota agli esperti di marketing, è stata dimostrata in uno studio che sarà pubblicato sul Journal of Consumer Research. Gli psicologi ed esperti dell’Università dell’Ohio, coordinati da Rebecca …

Continua »

Panettone, pandoro e dolci di Natale: come variano i prezzi da un supermercato all’altro? L’indagine in tre punti vendita. Offerte, promozioni e sottocosto fanno la differenza e aiutano a risparmiare

Con l’avvicinarsi delle feste, le corsie dei supermercati si sono riempite di panettoni, pandori e dolci natalizi. Allo stesso tempo nei volantini si moltiplicano le offerte dedicate a questi prodotti, con differenze di prezzo rilevanti per lo stesso dolce di Natale, il più delle volte collegate a logiche di marketing. Per valutare la situazione abbiamo rilevato e confrontato i prezzi di  …

Continua »

Aumenta il prezzo dell’olio extravergine di oliva. L’impennata dovuta a un nuovo annus horribilis nella produzione olivicola

Salgono i prezzi all’ingrosso dell’extravergine italiano. Nel mese di novembre, con l’arrivo sulle piazze del nuovo olio i listini si attesteranno in media sui 6 euro/kg, con picchi fino a 6,50 €. A settembre i prezzi sull’olio vecchio si aggiravano in media sui 3,80 €, mentre adesso abbiamo già superato i 5 €. «Di conseguenza – spiega Alberto Grimelli, direttore …

Continua »

Soda tax: Philadelphia è la prima grande città Usa ad introdurre la tassa sulle bevande zuccherate, anche quelle in versione diet

Philadelphia è la prima grande città statunitense ad aver introdotto una tassa sulle bevande zuccherate comprese quelle con dolcificanti artificiali. La tassa sarà di 1,5 centesimi di dollaro per oncia, equivalente a 29 ml. Prima di Philadelphia, solo Berkeley, città ben più piccola, aveva introdotto una soda tax negli Usa. Il sindaco di Philadelphia, Jim Kenney, ha difeso il provvedimento …

Continua »

Latte: continua a scendere il prezzo pagato agli allevatori. Secondo Granarolo bisogna pagarlo di più per consentire alle aziende di sopravvivere

Granarolo è l’industria lattiero casearia dell’Unione europea che paga il prezzo più alto ai produttori di latte. È quanto emerge dall’International Milk Price Review, una rilevazione periodica commissionata dal sindacato di categoria olandese LTO e dall’Associazione europea dei produttori di latte (European Dairy Farmers). L’azienda italiana è seconda dopo la svizzera Emmi. La rilevazione del prezzo del latte alla stalla, …

Continua »

Riso bio o non bio? Confronto tra le due proposte di Carrefour. Quali differenze tra materia prima e prezzo?

Il Fatto Alimentare ha confrontato il riso biologico proposto dalla catena di supermercati Carrefour con il riso fino ribe convenzionale con lo stesso marchio. Entrambe le confezioni sono prodotte dalla Riseria Vignola Giovanni S.p.A. che possiede 1.400 ettari di terreni di proprietà coltivati a riso e produce 50.000 tonnellate di alimenti trasformati l’anno a base di riso e altri cereali. …

Continua »

100 milioni di euro: multa alle aziende dei distributori automatici per mantenere prezzi alti e suddividersi il mercato

L’Antitrust ha sanzionato con una multa di 100 milioni di euro  diverse società che gestiscono i distributori automatici e semi-automatici di alimenti e bevande accusate di limitare la concorrenza. L’elenco comprende nomi importanti come: Gruppo Argenta, D.A.EM. e le sue controllate Molinari, Dist.Illy, Aromi, Dolomatic e Govi (Gruppo Buonristoro), Ge.s.a, Gruppo Illiria, IVS Italia, Liomatic, Ovdamatic, Sogeda, Sellmat, SE.RI.M, Supermatic …

Continua »

Pasta: la scegliamo in base a prezzo, gusto e tenuta in cottura. La qualità dipende dalle proteine e non sempre dall’origine del grano

Il problema più discusso quando si parla di pasta italiana è l’origine della materia prima. Per questo motivo Il Fatto Alimentare ha messo a confronto vari marchi di pasta secca proposti da sei insegne di supermercati. Il consumatore sceglie la pasta di suo gradimento, soprattutto in base alla tenuta in cottura, il gusto e il prezzo. Ma non basta, per decretarne …

Continua »

Proposta di legge per tassare bibite zuccherate e olio di palma. Stop a cibo poco salutare nelle mense scolastiche

Tre senatori di Sinistra italiana – Sel hanno presentato un disegno di legge, per aumentare l’imposizione fiscale sui prodotti contenenti elevati livelli di acidi grassi saturi, zuccheri aggiunti e dolcificanti artificiali, focalizzando l’attenzione soprattutto sull’olio di palma e le bevande cosiddette di fantasia. L’intento è scoraggiare la produzione e il consumo. La proposta, che vede come firmatari Francesco Campanella, Loredana …

Continua »

“Latte vegetale”: quante alternative abbiamo? Soia, riso e avena: i prezzi e gli ingredienti sono molto variabili

Il “latte vegetale” vende di più: è aumentato, per esempio, il consumo di latte di soia a colazione, collegato alla diminuzione dell’acquisto di latte vaccino sia fresco sia a lunga conservazione. D’altro canto basta osservare lo spazio dedicato a questi prodotti nei supermercati per rendersi conto della crescente importanza per i consumatori. Negli ultimi anni il settore è esploso e …

Continua »

I prodotti senza lattosio: il loro prezzo si gioca tra processo produttivo e marketing. Anche chi non è intollerante li acquista

I prodotti senza lattosio si stanno diffondendo sugli scaffali dei supermercati e ottengono ottime performance di vendita.  Per il latte delattosato,  la crescita negli ultimi tempi è stata di circa il 7% l’anno. Le stime sull’intolleranza al lattosio in Italia variano dal 30% della popolazione fino al 56% secondo l’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare). I livelli di intolleranza …

Continua »

Pasta Rummo produce anche per Despar: prezzi e caratteristiche differenti tra pasta standard e pasta premium

Sugli scaffali dei supermercati si può scegliere tra diversi tipi di pasta. Anche per un prodotto semplice, che in media costa meno di un caffè al bar, esistono delle differenze qualitative sostanziali. Per il consumatore l’indice di qualità più immediato trasmesso dalla confezione è il contenuto di proteine, oltre naturalmente a parametri come la tenuta in cottura valutabili al momento …

Continua »

Quanto costa il panettone? Tutti i segreti per sceglierlo bene. Le marche del supermercato sono prodotte dalle grandi aziende

Ogni anno il prezzo dei panettoni venduti al supermercato lascia molto perplessi. I listini variano da 3 a 14 euro al chilo per i top di gamma. Una differenza così vistosa risulta difficile da capire anche perché  la produzione del dolce tipico natalizio è regolamentata dal Decreto 22 luglio 2005. Il testo prevede l’impiego di ingredienti di pregio come: farina, burro, …

Continua »

Listini esagerati: il tartufo bianco da Peck si vende a prezzi da gioielleria: 7.900 €/kg.

7.900,00 €/kg  è il cartellino esposto in vetrina a fianco del vassoio di tartufi bianchi.  La cifra è alta ma la foto è stata scattata nella vetrina di Peck,  il  tempio della gastronomia milanese, dove la carne di manzo supera i 50 euro/kg e i piatti pronti arrivano a 70. Dopo un primo momento di smarrimento viene spontaneo  fare un …

Continua »

Caffè in capsule: confronto Nespresso, Vergnano, Corsini, Carrefour e Bennet. I prezzi variano tantissimo e sono arrivate le compostabili

Il caffè espresso casalingo è cambiato: negli ultimi due anni le capsule hanno avuto la meglio sulla caffettiera e anche i modelli di contenitore sono cambiati. Si parla sempre di più di capsule sostenibili per l’ambiente, di contenitori riciclabili e si sono moltiplicati a dismisura i posti dove è possibile acquistarle. In ogni città si trovano, a fianco dei negozi monomarca …

Continua »