Home / Pianeta

Pianeta

inquinamento acqua

Roma dice no a limiti nazionali per i Pfas nell’acqua potabile. Il governatore del Veneto: “Scandaloso”. La Regione farà un proprio provvedimento

È scontro tra governo e Regione Veneto, dopo che il Ministero della salute ha comunicato la sua intenzione a non stabilire dei limiti alla presenza nell’acqua potabile dei Pfas, sostanze perfluoroalchiliche riconosciute come interferenti endocrini correlati a patologie riguardanti pelle, polmoni e reni. Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha definito “scandaloso” l’atteggiamento del ministero e ha dato mandato al direttore generale …

Continua »

Glifosato: inizia la discussione tecnica per il rinnovo di dieci anni per l’erbicida. La coalizione #StopGlifosato chiede all’Italia di prendere una posizione nette contro la proroga

È iniziata il 22 settembre la discussione tecnica a Bruxelles sulla possibile proroga di dieci anni per l’impiego in Europa del glifosato. La discussione in sede politica si terrà invece il 5 ottobre. L’erbicida è al centro di tante controversie, perché giudicato “probabilmente cancerogeno” dallo Iarc, l’agenzia per la ricerca sul cancro dell’Oms, mentre è considerato sicuro da Efsa ed …

Continua »

Pastori migranti: in alcune aree il 70% dei lavoratori negli allevamenti è straniero. In Abruzzo sono il 90%. La produzione di Parmigiano Reggiano dipende anche dai Sikh

Spesso dimentichiamo qual è il ruolo dei lavoratori stranieri nel mantenere vitali alcuni settori produttivi italiani che, senza il loro contributo, entrerebbero in forte crisi o addirittura morirebbero. Se la presenza – e lo sfruttamento – dei migranti nei campi di pomodori e negli aranceti del Sud (Il Fatto Alimentare ne ha parlato ad esempio qui e qui)  è un fatto …

Continua »

L’oscuro segreto del cioccolato. Dossier sulla distruzione di foreste e aree protette in Africa occidentale

La produzione di cacao in Costa d’Avorio e Ghana è responsabile della perdita di estese aree forestali e sta mettendo in pericolo gli habitat di scimpanzé ed elefanti. In diversi parchi nazionali e in altre aree protette, il 90% o più del territorio è stato convertito alla coltivazione del cacao. Meno del 4% della Costa d’Avorio rimane densamente foresta e …

Continua »

Primo caso di riforestazione da parte di un produttore di olio di palma. La malese FGV fa inversione di marcia di fronte ai rischi finanziari

Per la prima volta, una compagnia produttrice di olio di palma è stata obbligata, dalle pressioni del mercato e della società civile, a ripristinare le foreste che aveva distrutto. La società è Felda Global Ventures (FGV), una compagnia creata dal governo malese, che è tra le maggiori produttrici di olio di palma grezzo ed è quotata alla Borsa malese. FGV riforesterà 1.000 …

Continua »

Microplastiche nell’acqua del rubinetto. Secondo uno studio di Orb Media la contaminazione è globale, i risvolti per la salute sono sconosciuti e nessuno ha una soluzione

L’acqua che esce dai nostri rubinetti contiene microscopiche fibre di plastica. Il problema non riguarda solo il nostro Paese, ma la maggior parte del globo terrestre. Le rivelazioni arrivano da un’inchiesta avviata da Orb Media, un’organizzazione non profit di Washington, che ha condiviso con il Guardian in esclusiva, i risultati. Se i lavori precedenti erano in gran parte focalizzati sull’inquinamento …

Continua »
salmone

Salmoni, negli allevamenti la metà sono sordi. Secondo uno studio dell’Università di Melbourne la colpa è nella velocità di crescita

Un salmone di allevamento su due è sordo e, anche se in acqua i suoni possono essere pochi, il fatto è preoccupante per diversi motivi. Ma ora finalmente, dopo oltre cinquant’anni di ipotesi senza conferme, un gruppo di ricercatori dell’Università australiana di Melbourne ha capito perché, e indicato quindi la via per correre prima possibile ai ripari. I pesci in …

Continua »

Obesità: la situazione negli Usa, dal 1985 ad oggi. In tutti e 50 gli Stati c’è una percentuale di obesi superiore al 20%

È stato pubblicato il 14° Rapporto sull’obesità negli Usa, realizzato dal Trust for America’s Health e dalla Robert Wood Johnson Foundation, sulla base dei dati dei Centers for Disease Control and Prevention. Un rapporto che contiene dati preoccupanti, se si tiene conto delle numerose campagne governative condotte negli ultimi anni per incoraggiare gli americani a mangiare in modo più sano …

Continua »

UK, le grandi marche di cereali da colazione non usano l’etichetta a semaforo per nascondere la quantità elevata di zucchero. Indagine di Action on Sugar

Una decisione “scandalosa”, così l’organizzazione britannica Action on Sugar definisce la scelta di diversi produttori di cereali per colazione, tra cui grandi marchi come Kellogg’s e Nestlé, di non utilizzare sulle confezioni l’etichetta nutrizionale con i colori del semaforo, adottata a livello volontario nel Regno Unito. L’etichetta li costringerebbe ad indicare con il colore rosso la quantità di zucchero presente,  …

Continua »

Come sarebbe un mondo vegano? Quattro possibili scenari che modificano: ambiente, consumi, spesa pubblica e salute

Cosa succederebbe se tutti i sette miliardi di abitanti della Terra diventassero vegani? È quello che si chiede Le Monde, che ha organizzato un dibattito a Parigi per il 23 settembre, nell’ambito del “Le Monde Festival”. In Francia, la discussione sul veganismo ha avuto un exploit dopo i video shock sui macelli e sulle condizioni di vita degli animali in …

Continua »

Cani e gatti : il consumo di carne degli animali domestici americani equivale a quello della la quinta nazione al mondo. Come ridurre l’impatto dei pets sul pianeta?

Sono sempre di più, e la loro presenza è associata a significativi effetti benefici sulla salute degli umani. Ma cani e gatti, i più comuni animali domestici, mangiano anche un quantitativo di carne che probabilmente nessuno immagina, contribuendo non poco al consumo di risorse legato agli allevamenti intensivi. Per questo Gregory Okin, ricercatore dell’Università della California di Los Angeles, ha …

Continua »

Parigi contro il rinnovo dell’autorizzazione Ue al glifosato. La decisione sarà formalizzata nella riunione degli esperti degli Stati membri del 4 ottobre

La Francia voterà contro la proposta della Commissione Ue di rinnovare l’autorizzazione dell’erbicida glifosato per altri dieci anni, fino al 15 dicembre 2027. Lo ha annunciato una fonte del ministero della Transizione ecologica all’Agence France-Presse (AFP), motivando la decisione con il fatto che “permangono incertezze sulla sua pericolosità”. La decisione del ministro francese Francois Hulot, che sarà formalizzata nella riunione …

Continua »

In 12.000 ballano per salvare il Parco nazionale di Sumatra, dalle piantagioni di olio di palma illegali

Lo scorso 13 agosto 12.262 ballerini nella provincia nord-occidentale di Aceh, Indonesia, hanno danzato contemporaneamente per salvare l’escosistema del loro territorio. Il maestoso spettacolo è stato organizzato nella capitale della regione, Blangkejeren, dal governo locale e faceva parte della più grande campagna di “Save Local Ecosystems”. L’obbiettivo era di accendere i riflettori sui rischi che sta correndo il Parco nazionale …

Continua »

Dal 2019 in legge di bilancio oltre al Pil anche l’indice di sovrappeso. Il decreto del ministero dell’Economia all’esame del parlamento

Dal 2019, la legge di bilancio dovrà tenere conto non solo del Pil ma anche di 12 indicatori che definiscono il Benessere equo e solidale (Bes), tra cui anche l’incidenza del sovrappeso e dell’obesità nella popolazione. I dati saranno quelli raccolti dall’Istat nell’ambito dell’Indagine sugli aspetti della vita quotidiana, in base ai quali viene calcolata la “proporzione standardizzata” di persone di 18 anni …

Continua »

Tonno in scatola sostenibile: il colosso Thai Union (Mareblu) si impegna con WWF e Greenpeace per migliorare i metodi di pesca. Soddisfazione delle associazioni

Petizioni online, raccolte di firme, campagne di informazione: quando si parla di tonno in scatola tutte le associazioni ambientaliste sono schierate in difesa degli ecosistemi marini e dei diritti umani. Si tratta di battaglie che non sono combattute invano, perché le aziende più importanti “disturbate” dalle richieste dei cittadini e ancora di più dalle scelte delle catene della grande distribuzione …

Continua »