Home / Nutrizione (pagina 10)

Nutrizione

Obesità: è un’epidemia che preoccupa. Gli obiettivi proposti dall’Oms sono sempre più difficili da raggiungere

L’epidemia di obesità coinvolge il 13% della popolazione mondiale adulta: se non si interviene rapidamente, nel 2025 questo valore salirà al 18% tra gli uomini e al 21% tra le donne, con valori di obesità grave del 6% per gli uomini e del 9% per le donne. Sono i risultati di uno studio condotto da ricercatori dell’Imperial College di Londra, …

Continua »

Zucchero: succhi di frutta, frullati e bibite a base di frutta ne contengono troppo. I risultati di una ricerca inglese

Il livello di zucchero nelle bevande alla frutta è “inaccettabilmente alto”: è la conclusione di uno studio pubblicato dalla rivista BMJ Open e condotto da ricercatori delle Università di Liverpool e di Londra. Gli scienziati hanno analizzato 203 bibite alla frutta, succhi di frutta 100% e frullati, venduti nei sette principali supermercati del Regno Unito e commercializzati in modo specifico …

Continua »

Dieta: chi è il vero specialista? Medico, dietologo, dietista o biologo nutrizionista? Intervista esclusiva al presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica

Il Fatto Alimentare ha pubblicato un articolo in cui si è cercato di individuare quali sono le figure professionali in grado di dare garanzie  nell’ambito dietetico. Abbiamo focalizzato l’attenzione sul medico, sul medico dietologo, sul dietista e sui biologi nutrizionisti. Si è acceso un ampio dibattito soprattutto sul ruolo di queste ultime due figure professionali. Per avere un quadro più …

Continua »
zucchero

Glucosio e benefici per la salute: il Tribunale Ue vieta le indicazioni in etichetta. Potrebbero indurre a un maggior consumo di zuccheri

Il Tribunale dell’Unione europea ha respinto il ricorso di una società tedesca, la Dextro Energy, che contestava la decisione della Commissione Ue di non autorizzare cinque diciture sulla salute relative al glucosio, sebbene avessero ricevuto il parere favorevole dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Nel 2011, la Dextro Energy, che fabbrica prodotti alimentari composti quasi interamente di questo zucchero, destinati …

Continua »

Tassa sulle bibite con troppo zucchero. L’imposta sarà applicata in Gran Bretagna alle aziende produttrici e non sul prezzo di vendita

Il Ministro delle finanze britannico, George Osborne, ha annunciato che dal 2018 entrerà in vigore una tassa sulle bibite con troppo zucchero. La tassa avrà due fasce: una per le bibite contenenti più di 5 grammi di zucchero per ogni 100 millilitri e l’altra per le bibite con più di 8 grammi di zucchero per ogni 100 millilitri. I succhi …

Continua »

Troppo sale in UK: nei prodotti confezionati le quantità sono alte. Le azioni intraprese senza l’aiuto di una legge non servono

Il governo inglese deve fare di più per ridurre il sale che è ancora troppo presente nella maggior parte dei prodotti confezionati. Le dichiarazioni intenti fatte negli ultimi anni dagli operatori del settore,  essendo iniziative volontarie affidate ai singoli produttori in risposta alle sollecitazioni delle autorità sanitarie e scientifiche,  hanno clamorosamente fallito. Nel 2007 dopo che la Food Standards Agency …

Continua »

“Il consumo dell’olio di palma va ridotto soprattutto nei bambini (3 – 10 anni) e negli adulti con fattori di rischio cardiovascolare” lo scrive l’ISS. Basta con le irresponsabili interpretazioni

Riprendiamo la nota di Marco Silano dell’Istituto Superiore di Sanità sull’olio di palma pubblicata sulla newsletter dell’Istituto. Si tratta di un articolo che non lascia spazio alle posizione irresponsabile delle aziende alimentari che nel sito (Unione italiana per l’olio di palma sostenibile finanaziato da multinazionali come Ferrero, Nestlè e Unilever) ribaltano il documento dell’Istituto Superiore di Sanità  dichiarando  che sono …

Continua »

Biologico: carne e latte contengono più omega 3 e meno acidi grassi saturi, più vitamine e minerali e meno iodio. Ancora da scoprire gli effetti sulla salute

La carne e il latte biologico contengono più nutrienti associati a effetti benefici sulla salute rispetto agli altri.  Anche se ciò non significa necessariamente che facciano meglio: il dato è importante e costituisce un punto di partenza per  indagini più specifiche. In particolare, i derivati biologici animali contengono più acidi grassi omega 3 e altri acidi grassi insaturi “buoni”, meno …

Continua »
carne impanata

Troppo sale: i consigli del Ministero della salute per ridurre l’eccessivo consumo. ll 54% proviene dagli alimenti trasformati artigianali e industriali

L’Organizzazione mondiale della sanità invita le persone adulte a non superare più di 5 grammi di sale al giorno (g/die), equivalenti a circa   2 grammi di sodio. In Italia il consumo  individuale di sale è decisamente più alto. La stima dell’Istituto Superiore di Sanità  è di 10,6 g/die per gli uomini e di 8,2 g/die per le donne e non …

Continua »

Il 60% delle calorie assunte negli Usa proviene da alimenti ultra trasformati che aumentano anche l’apporto degli zuccheri aggiunti

Circa il 60% delle calorie quotidiane assunte dai cittadini statunitensi proviene da alimenti ultra trasformati, a cui si deve anche il 90% delle calorie provenienti dagli zuccheri aggiunti consumati ogni giorno. Lo ha rilevato uno studio pubblicato da BMJ Open, realizzato sui dati dietetici relativi al 2009-2010 di oltre novemila persone, partecipanti a un programma di studi dei Centers for Disease …

Continua »

L’obesità infantile è un problema da risolvere. Eliminare gli spot e tassare il cibo spazzatura. Il parere di Francesco Branca OMS

Il problema della obesità infantile esiste per più di otto famiglie su dieci e va affrontato in maniera decisa. Il primo passo da compiere, secondo i tre quarti dei genitori inglesi, è rappresentato dal divieto degli spot che promuovono il consumo di alimenti poco salutari prima delle nove di mattina. Ovvero nella fascia in cui i bambini sono seduti a …

Continua »

Nessuna assoluzione per l’olio di palma: la bufala corre in rete. Ne consumiamo troppo. Bambini +40% di acidi grassi saturi! La verità in un’intervista esclusiva all’Istituto Superiore Sanità.

Nessuna assoluzione per l’olio di palma. Il problema dell’eccesso di assunzione dell’olio tropicale esiste e non va sottovalutato, anche se in rete si leggono messaggi tranquillizzanti e assolutori che non rispondono a quanto scritto nel documento dell’Istituto Superiore di Sanità. Per chiarire la situazione abbiamo posto alcune domande al dottor Marco Silano dell’Istituto Superiore di Sanità che ha redatto il …

Continua »

New York, un tribunale blocca l’ordinanza sui menu con troppo sale. Accolto il ricorso preliminare della National Restaurant Association

Un giorno prima che entrassero in vigore le sanzioni per i trasgressori, un giudice della Corte d’appello ha accolto la richiesta della National Restaurant Association e ha temporaneamente congelato la piena applicazione dell’ordinanza della città di New York, che impone ai ristoranti di avvertire i clienti quando un piatto o un menù contiene l’equivalente, o più, della quantità di sale …

Continua »

Alimenti poco sani: l’Oms pubblica gli standard per riconoscerli. Parametri troppo radicali, obiettano i produttori di bibite

La Pan American Health Organization dell’Organizzazione mondiale della Sanità ha pubblicato una guida per aiutare i governi a distinguere gli alimenti freschi o industrialmente poco trasformati da quelli ultra-trasformati, in modo da essere in grado di adottare le misure necessarie per favorire una dieta sana da parte dei propri cittadini. Per alimenti ultra-trasformati si intendono quelli industriali che contengono sostanze …

Continua »

Bambini e ragazzi assumono il 49% di grassi saturi in più, gran parte da olio di palma. Gli adulti il 24%. Lo dice l’ISS. Ridurre merendine, biscotti e snack con l’olio tropicale

Secondo una stima dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) i bambini italiani assumono il 49% in più di grassi saturi rispetto a quanto consigliato dai Larn e dall’Efsa. Buona parte di questo eccesso (41% della quantità massima) è dovuto al consumo di olio di palma aggiunto in molti alimenti industriali. Sono i dati più importanti che emergono dal documento pubblicato sui consumi …

Continua »