;
Home / Risultati della ricerca per: pesto botulino

Risultati della ricerca per: pesto botulino

Sospetta intossicazione da botulino: richiamato pesto di finocchietto e mandorla Segreti di Sicilia dei Frantoi Cutrera

pesto finocchietto mandorle segreti di sicilia botulino richiamo

Il Ministero della salute ha pubblicato l’avviso di richiamo di un lotto di pesto di finocchietto e mandorle Segreti di Sicilia a marchio Frantoi Cutrera in seguito a una sospetta intossicazione botulinica. Il prodotto interessato è satto venduto in vasetti di vetro da 190 grammi e 950 grammi con il numero di lotto 19071701 e scadenza 07/2019. Il pesto richiamato …

Continua »

Pesto al botulino: un richiamo a metà. La macchina dell’allerta dei supermercati ha mostrato lacune gravissime e inaccettabili. Incuria o opportunismo?

Le migliaia di vasetti di pesto rititati dal mercato in questi giorni per fortuna non contenevano la pericolosisima tossina del Clostridium botulinum. È una fortuna perchè la macchina dell’allerta dei supermercati si è mossa solo a metà e ha mostrato gravissime lacune inaccettabili. Adesso si pensa ai danni d’immagine per le aziende coinvolte e si minimizzano i toni, ma se …

Continua »

Tutta la verità sul pesto senza botulino: Prometeus fa una sintesi della vicenda con i risvolti dell’allerta

Vi proponiamo un articolo firmato da Luca Bucchini e pubblicato oggi sul sito Prometeus promosso dall’Associazione nazionale biotecnologi italiani (Anbi), che spiega molto bene la storia del pesto al botulino, del perchè giustamente sia stata lanciata l’allerta, anche se le analisi successive hanno constatato che il pericolo sembra scongiurato.   Non c’era probabilmente nessuna tossina botulinica nel lotto di pesto …

Continua »

Niente botulino: gli esami dell’Istituto Superiore di Sanità sul pesto alla genovese danno esito negativo. L’elenco di tutti i prodotti ritirati dal mercato

Fino ad oggi, non è stato rilevato botulino nei prodotti di pesto alla genovese ritirati dal mercato. I risultati degli esami di laboratorio effettuati dall’Istituto Superiore di Sanità hanno dato tutti esito negativo. È questo il comunicato divulgato martedì sera dal Ministero della salute che per la prima volta pubblica l’eleno dei  prodotti e dei marchi con le fotografie delle …

Continua »

Billa, Iper, Basko, Conad pubblicano in rete gli avvisi di allerta per il pesto al botulino. Aspettiamo Coop, Esselunga e gli altri

Aggiornamento del 26 luglio 2013 SimplyMarket ci comunica che da metà agosto il  sito internet www.simplymarket.it avrà uno spazio dedicato al richiamo dei prodotti. Aumentano le catene di supermercati che hanno deciso di pubblicare sul loro sito le fotografie del Pesto di Prà confezionato dalla ditta Bruzzone & Ferrari ritirato dagli scaffali perchè sospettato di essere contaminato da Clostridium botulinum. …

Continua »

Pesto al botulino, una decina di regioni coinvolte. Conad, Esselunga e Coop allertano i consumatori inviando mail. E le altre catene? Serve trasparenza, i supermercati devono mettere in rete i nomi, le foto e l’elenco dei punti vendita

La questione dei vasetti di Pesto di Pra’ della ditta Bruzzone e Ferrari, ritirati dal mercato perchè sospettati di essere contaminati dal batterio Clostridium botulinum, è complessa. Tutto è iniziato sabato 20 luglio quando l’azienda informa il Ministero della salute di avere riscontrato in un vasetto di pesto anomalie, e di avere invitato i punti vendita e i supermercati su …

Continua »

Pesto contaminato da botulino: i vasetti sono stati venduti da Conad e da Esselunga che allertano i clienti via mail ma non pubblicano informazioni sul sito. Aspettiamo altri nomi

pesto

Il Ministero della salute ieri ha diramato un’allerta per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che diversi vasetti di pesto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni. Si tratta del Pesto di Pra’ prodotto dalla società Bruzzone e Ferrari di …

Continua »

Allerta per vasetti di pesto Conad Sapori&Dintorni contaminati da botulino. Sono prodotti da Bruzzone e Ferrari di Genova: lotto 13Go3, scadenza 9 agosto. Ritirato il prodotto in tutti i supermercati

Scatta di nuovo un’allerta alimentare grave per un lotto di pesto alla genovese su cui ci sono seri sospetti di una contaminazione batterica di Clostridium botulinum. C’è la possibilità che divesi vasetti di prodotto siano nei frigoriferi di ignari consumatori e vengano consumati nei prossimi giorni.   Il Ministero della salute poche ore fa ha diffuso un comunicato dicendo che …

Continua »

Conserve fatte in casa: dalle marmellate alle verdure sottolio, tutti i consigli dell’ISS per scongiurare il rischio botulino

conserve sottolio sottaceto

Già prima dell’invasione dei programmi di cucina, dei cooking show e dei celebrity chef, le persone che si cimentavano nella preparazione di conserve fatte in casa, dalle marmellate al pesce sotto sale, crescevano di anno in anno. Quando ci si dedica a queste preparazioni, però, non si può sottovalutare il rischio che nei vasetti possano proliferare muffe e batteri, come ha dimostrato …

Continua »

Conserve sottolio, sottaceto, pesto, aceto e olio aromatizzati. Tutte le informazioni per preparazioni domestiche senza rischi

Canned zucchini and fresh vegetables

L’Istituto Superiore di Sanità ha redatto un vademecum di 116 pagine con le regole da seguire per scongiurare lo sviluppo di muffe, batteri e botulino nelle conserve fatte in casa. Dopo avere esaminato le indicazioni generali da seguire per evitare seri rischi alimentari (leggi articolo), adesso affrontiamo l’argomento delle preparazioni sottolio, sottaceto, il pesto, olio e aceto aromatizzati. Sottolio Dopo avere selezionato, …

Continua »

Conserve fatte in casa: tutti i consigli per evitare il botulino, le muffe e i batteri, in un vademecum dell’Istituto Superiore di Sanità

Un po’ per colpa della crisi un po’ grazie alla riscoperta delle tradizioni gastronomiche, sono sempre più numerose le persone che scelgono di preparare le conserve alimentari a casa. Si tratta di una pratica che può essere rischiosa se non si conoscono le corrette procedure per scongiurare lo sviluppo di batteri, muffe e soprattutto del pericoloso botulino. Per questo motivo …

Continua »

Botulino: arrivano le linee guida dell’ISS per preparare in casa conserve vegetali sicure

Ogni anno in Italia si contano 20/30 casi di tossinfezioni da botulino causate dal Clostridium botulinum, un batterio le cui tossine possono provocare anche la morte. L’incidenza è bassa, ma le conseguenze, anche con l’assunzione di quantità minima di cibo contaminato, possono essere letali. Per rendersi conto basta dire che un grammo di tossina può provocare la morte di 14.000 …

Continua »

È allarme botulino per un condimento al tartufo della marca Gourmand Company. Diversi i casi in Georgia e un ricovero in Francia

Il Ministero della Salute ieri ha lanciato un’allerta per la presenza sul mercato europeo di un prodotto a rischio per la possibile presenza di tossina botulinica. Si tratta del “Szarvasgomba pesto”, un condimento a base di funghi, tartufo, olio e sale, della marca Gourmand Company proveniente dall’Ungheria. Sul sito dell’azienda è in vendita il prodotto in vasetto di vetro da 90 grammi …

Continua »

Le regole da seguire quando c’è un’allerta botulino sono tre, ma nessuno le vuole applicare. Eppure tutti dicono di tutelare i consumatori

 Quando scoppia un’allerta botulino nazionale in diverse regioni, come è sauccesso 4  giorni fa nei supermercati Eurospin per due lotti di olive a marchio Bel Colle e c’è anche un ricovero d’urgenza di una paziente con una grave sintomatologia le procedure da seguire sono molto chiare. La catena di supermercati interessata deve avvisare il maggior numero di persone nel più …

Continua »

Pesto di Prà: la società ribadisce la validità di avere lanciato l’allerta nazionale per tutelare i consumatori come si fa in tutti i paesi europei, ma dimentica un particolare

pasta pesto

Pubblichiamo il comunicato stampa della Bruzzone e Ferrari in cui la società ribadisce la necessità e l’opportunità di avere lanciato l’allerta nazionale,  sulla base di analisi realizzate dall’Istituto zooprofilattico delle Venezie che hanno individuato il batterio Clostridium botulinum e le spore in grado potenzialmente  di generare la pericolosissima tossina. Siamo d’accordo con questo comportamento e lo abbiamo anche scritto, anche …

Continua »