Home / Nutrizione / Troppe vitamine e sali minerali nella dieta dei bambini a causa di alimenti fortificati come i cereali per la prima colazione

Troppe vitamine e sali minerali nella dieta dei bambini a causa di alimenti fortificati come i cereali per la prima colazione

bambina vitamine latte frutta
Gli alimenti fortificati  con vitamine e sali minerali possono superare il fabbisogno giornaliero dei bambini

Spesso in alcuni alimenti sono aggiunte grandi quantità di vitamine e minerali, per farli apparire più nutrienti e incrementare le vendite. In questo modo però si può abbellire e migliorare un prodotto nutrizionalmente povero e esporre i bambini a un eccesso di vitamine e minerali. Lo evidenzia un rapporto dell’Environmental Working Group (EWG), ricordando come, secondo molti studiosi, milioni di bambini americani al di sotto degli otto anni assumano troppa vitamina A, zinco e niacina (vitamina B3) assunti da alimenti fortificati, in particolare attraverso i cereali della prima colazione e gli snack.

 

cereali vitamine bambini
Il surplus di vitamine si trova soprattutto in snack e cereali per la prima colazione

Il problema deriva principalmente dal fatto che i valori giornalieri indicati dalla Food and Drug Administration (FDA),  non vengono aggiornati da 34 anni e non tengono conto delle nuove conoscenze scientifiche. Oltre a ciò le indicazioni si riferiscono agli adulti ma vengono applicate anche ad alimenti rivolti principalmente a bambini e sono superiori a quelli calcolati come sicuri dall’Institute of Medicine, che fa parte della National Academy of Sciences. Secondo l’EWG, i valori giornalieri per la vitamina A, lo zinco e la niacina dovrebbero essere ridotti del 75-80% nel caso dei bambini, tenendo presente che la miglior fonte di vitamine e minerali sono i prodotti freschi, come zucca, spinaci, cereali integrali e broccoli.

 

Beniamino Bonardi

© Riproduzione riservata

Foto: istockphoto.com

© Riproduzione riservata

Foto: iStockphoto.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Non solo dolci e bibite: alla ricerca dello zucchero nascosto. Dai prodotti per la colazione alle minestre, ecco dove trovarlo

Un consumo eccessivo di zucchero favorisce l’obesità, condizione correlata a una maggior incidenza di patologie …

2 Commenti

  1. Ma un eccesso di questi elementi può far male ai bambini? Per esempio per la vitamina C ho sempre sentito dire che un eccesso non fa male, se è troppa il corpo semplicemente la espelle.

    • Io ho sempre sentito dire il contrario 🙂
      : in generale un eccesso di vitamine (e sali vari) fa male e, dove anche non lo facesse, affatica il corpo per niente.
      Questo per gli adulti, figuriamoci per i bambini allora – mi dico.
      Probabilmente succede – in modo più o meno grave – come per il fluoro nei dentrifici: ce lo hanno tutti i marchi più famosi dentro, il problema è che non ci occorre lavare i denti ogni volta con il fluoro.
      Alla fine lo si ingerisce in minima parte almeno 3 volte al giorno (oltre a quello assimilato con il cibo o eventuali integratori) e se si esagera sciupa i denti invece di aiutarli.