Home / Tecnologia e Test / La classifica dei migliori champagne secondo il magazine francese 60 Millions de Consommateurs. Ottimi risultati per le bottiglie proposte della grande distribuzione

La classifica dei migliori champagne secondo il magazine francese 60 Millions de Consommateurs. Ottimi risultati per le bottiglie proposte della grande distribuzione

Bicchieri di spumante per un brindisi di Natale
Il magazine francese 60 Millions de Consommateurs ha messo alla prova 30 referenze di champagne brut non millesimato

Anche quest’anno, il magazine francese 60 Millions de Consommateurs ha pubblicato la classifica dei migliori champagne per brindare durante le feste. Questa volta i francesi hanno messo alla prova 30 bottiglie di brut non millesimato (*). Il test è stato affidato a una giuria composta da 15 enologi e sommelier, che hanno assaggiato in modo anonimo le 30 bottiglie sottoposte al test, 9 delle quali proposte al pubblico con il  marchio della catena di supermercati.

I risultati sono stati sorprendenti: ben più della metà delle bottiglie testate è risultata di qualità media e solo otto champagne sono stati considerati di buona qualità (con un punteggio di almeno 13/20). Fatto ancora più inaspettato, tra le otto referenze migliori, la metà sono firmate dalle catene di supermercati, anche se nella maggior parte dei casi non sono immediatamente riconoscibili come tali.

spumante classifica Altroconsumo
Sorprendono per qualità alcuni champagne della grande distribuzione, considerati allo stesso livello di alcuni marchi blasonati

Secondo la giuria il miglior champagne tra quelli esaminati è il Brut Classic del famoso produttore Deutz (36 euro) con un punteggio di 15,5/20, tanto che la rivista lo consiglia come regalo per le feste. Sul podio seguono con un punteggio di  15 punti due bottiglie di marchi della grande distribuzione: si tratta di Comte de Lavigny di Casino, acquistabile a 21 euro, e Delagne & fils di Intermarché (16 euro a bottiglia). Le altre due proposte della grande distribuzione che sorprendono sono il Charles de Courance di Carrefour (15 euro) e Pol Carson Premier cru di E.Leclerc (14,50 euro). Completano il gruppo dei migliori spumanti le proposte dei famosi produttori Billecart-Salmon (41,50 euro) e Laurent-Perrier (28,50 euro) e lo champagne di Alfred Rothschild (19,50 euro).

Non è andata bene ad altre blasonate marche di champagne come Moët & Chandon Impérial (29,50 euro), Veuve Cliquot (33,50 euro) e Mumm Cordon Rouge (29 euro), solo per citarne alcune, considerate bottiglie  che rientrano nella valutazione media. In fondo alla classifica, si piazza lo champagne proposto della catena U, il Danremont a 15 euro. Secondo gli esperti, molti brut non millesimati di quest’anno soffrono per un cattivo equilibrio nella miscelazione dei vini.

Panettone and Spumante for Christmas
In generale, la qualità dei brut non millesimati di quest’anno è media

Il risultato del test francese evidenzia come il prezzo elevato non possa essere considerato  una garanzia di alta qualità. Lo dimostra l’affiancamento nel gruppo di testa della bottiglia più costosa presa in considerazione, il Billecart-Salmon da 41,50 euro, e quella più economica il Pol Carson Premier cru di E.Leclerc da 14,50 euro, che si aggiudicano lo stesso punteggio.

(*) Gli champagne sono prodotti a partire da cuvée, cioè miscele di vini provenienti da diversi vigneti, zone e annate, mentre i millesimati sono riservati ad annate speciali.

© Riproduzione riservata

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Da una ricerca finlandese arrivano le proteine prodotte utilizzando elettricità e CO2. Aggiungendo acqua e fosforo, si ottiene cibo e mangime producibile ovunque senza impatti ambientali

In Finlandia, un team di ricercatori ha prodotto un gruppo di proteine, utilizzando elettricità e …