Home / Archivio dei Tag: ETICHETTE ALIMENTARI

Archivio dei Tag: ETICHETTE ALIMENTARI

Etichette alimentari: “da oggi scatta l’obbligo dello stabilimento di produzione” dice il Ministro Martina. Non è proprio così spiega Dario Dongo

Ieri 15 settembre il ministro delle politiche agricole Maurizio Martina ha postato un messaggio sui  Facebook  che annunciava l’entrata in vigore dell’obbligo di indicare la sede dello stabilimento sulle etichette dei prodotti alimentari. Avendo il Fatto Alimentare e Great Italian Food Trade lanciato a suo tempo una petizione al riguardo,  la notizia avrebbe dovuto essere accolta con soddisfazione. Ma non …

Continua »

Le frasi salutiste sulle confezioni alimentari influenzano l’acquisto più delle immagini

Le immagini sulle confezioni dei prodotti alimentari con indicazioni sulla salute possono focalizzare l’attenzione dei consumatori verso il prodotto, ma ciò che incide maggiormente sulle scelte d’acquisto sono le diciture riportate. L’influenza delle frasi salutiste è maggiore quando il consumatore è già predisposto all’acquisto di un prodotto con determinate caratteristiche, come ad esempio quella di “far bene alle ossa”. In …

Continua »

USA: cambiamento radicale delle etichette nutrizionali. Numeri riferiti a porzioni e obbligo di indicare gli zuccheri aggiunti

Ventidue anni dopo il loro esordio, le etichette nutrizionali degli Stati Uniti cambiano. L’annuncio delle nuove regole decise dalla Food and Drug Administration (FDA) è stato dato dalla First Lady, Michelle Obama. I numeri relativi ai vari ingredienti fanno riferimento a quelli contenuti in una porzione che sono state a loro volta aggiornate, tenendo conto dei cambiamenti avvenuti nei comportamenti …

Continua »

Dimmi cosa mangi e ti dirò quanta attività fisica fare: la proposta di nuove etichette per controllare il consumo calorico. Dubbi di dietologi e persone con disturbi alimentari

In un articolo pubblicato dal British Medical Journal (BMJ), la Chief Executive della britannica Royal Society of Public Health, Shirley Cramer, rilancia la proposta di inserire nelle etichette delle bevande e degli alimenti un’indicazione su quanto tempo di attività fisica sarebbe necessario per smaltire le calorie. In questo modo i consumatori sarebbero indotti a scelte alimentari più sane o a …

Continua »

Etichette alimentari: l’Efsa aggiorna le linee guida relative alle indicazioni sulla salute

L’Efsa ha aggiornato i documenti per le richieste di indicazioni sulla salute da utilizzare sulle  etichette alimentari (health claim). Oltre a rivedere il documento-guida generale, l’Autorità ha aggiornato anche la guida specifica alle indicazioni per il sistema immunitario e il tratto gastro-intestinale. I documenti contenenti le linee guida aggiornate consentiranno ai richiedenti di comprendere meglio l’approccio per fasi seguito dai …

Continua »

Zuccheri aggiunti: in Usa la proposta di indicarne la percentuale rispetto alla dose massima giornaliera consigliata sulle etichette alimentari

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha formalmente proposto che le nuove indicazioni nutrizionali delle etichette di cibi e bevande non debbano solo indicare la quantità di zuccheri aggiunti, come proposto nel marzo 2014, ma anche quale percentuale quella quantità rappresenta rispetto alla dose massima giornaliera consigliata. Gli zuccheri aggiunti non dovrebbero superare il 10% delle 2.000 calorie giornaliere …

Continua »

Tutte le regole dei claim salutistici e nutrizionali in un ebook edito da Cibaria firmato dall’esperto di comunicazione del rischio Luca Bucchini

È uscito l’ebook “La disciplina dei claims nutrionali e salutistici”, edito da Cibaria e scritto dal Luca Bucchini, esperto di analisi e comunicazione del rischio alimentare  oltre che collaboratore de Il Fatto Alimentare. Il testo  partendo dalla normativa   spiega in modo chiaro e concreto le definizioni, le regole delle diciture salutistiche e la loro costruzione. L’autore racconta con grande chiarezza …

Continua »

“Sappiamo quel che mangiamo?” Su Twitter, una campagna dei consumatori spagnoli per migliorare le etichette alimentari

L’associazione dei consumatori spagnola OCU (Organización de Consumidores y Usuarios) ha lanciato la campagna “Sappiamo quel che mangiamo?”, per migliorare le informazioni delle etichette alimentari, denunciando pubblicamente quelle che, pur rispettando dal punto di vista formale la normativa europea, di fatto la aggirano con espedienti grafici, creando confusione. Ad esempio, basta enfatizzare nella presentazione del prodotto la presenza di un particolare ingrediente, …

Continua »

Finalmente arriva l’etichetta di origine per la carne di maiale, di agnello e di pollo. Tutte le scritte da conoscere per acquistare il made in Italy 100%

Oggi 1 aprile 2015 entra in vigore  il regolamento UE 1337/2013 che estende una etichetta di origine per la carne di maiale, di agnello e di pollo l’indicazione dell’origine oltre che il nome dello stato dove è stato allevato e macellato l’animale. Si tratta dell’estensione di quanto già avviene da anni per la carni bovine e del primo di trentacinque …

Continua »

Piadina ritirata dal mercato per etichetta scorretta. Nessun problema per la salute

Artigianpiada ha ritirato dal commercio le confezioni di piadina da 3 pezzi ( 360 g) per un errore in etichetta. Il prodotto ritirato riporta sull’etichetta il nome “La mia fattoria” e contiene una quantità minima di acido sorbico non dichiarato sulla confezione. L’azienda precisa che l’acido sorbico è un additivo utilizzato abitualmente con la funzione di conservante nei prodotti da …

Continua »

Etichette alimentari: la sede dello stabilimento necessaria per il Made in Italy. Il commissario UE ammette che i consumatori senza l’indicazione possono essere ingannati

La protezione del Made in Italy attraverso il ripristino obbligatorio sulle etichette alimentari della sede dello stabilimento di produzione raccoglie il sostegno ma anche reazioni avverse a Bruxelles. Un’interrogazione scritta alla Commissione europea è stata presentata il 2 febbraio dall’eurodeputata Elisabetta Gardini, per segnalare la crescente difficoltà dei consumatori europei nell’identificare l’origine, non solo geografica ma anche della sede produttiva – dei …

Continua »

Petizione sulle etichette: si chiede di indicare la sede dello stabilmento di produzione. Ne parla anche Avvenire. Raggiunte le 6500 firme

Una petizione per ottenere l’obbligo di indicare in etichetta la sede dello stabilimento: è questa l’ultima iniziativa sostenuta da Il Fatto Alimentare in collaborazione con Great Italian Food Trade e ripresa anche nell’articolo odierno (24 febbraio 2015) su Avvenire qui sotto riportato.   Le firme a oggi ottenute sono 6.500 a dimostrazione della necessità di consapevolezza su ciò che portiamo …

Continua »

Etichette alimentari: fumata nera per lo stabilimento di produzione. I tre ministeri rimandano la decisione a Bruxelles. Continua la raccolta delle firme

Great Italian Food Trade e il Fatto Alimentare hanno lanciato la settimana scorsa una petizione, per affermare la necessità di reintrodurre subito l’obbligo di indicare la sede dello stabilimento su tutti i prodotti alimentari realizzati in Italia che ha raccolto più di 5.000 adesioni. Si tratta  dell’unica garanzia legale che può permettere ai consumatori italiani ed europei di distinguere gli …

Continua »

Etichette: tre ministeri chiedono (in ritardo) all’UE di mantenere l’indicazione sull’etichetta dello stabilimento produzione. La posizione di Federalimentare

Ieri il Ministero dello sviluppo economico insieme ai rappresentanti del Ministero delle politiche agricole e del Ministero della salute, con le associazioni del commercio, hanno deciso di “verificare presso l’Unione europea un percorso in grado di assicurare l’obbligatorietà dell’indicazione dello stabilimento di produzione sulle etichette dei prodotti alimentari anche a livello nazionale”. Si tratta di un primo timido passo delle  …

Continua »

Stabilimento di produzione in etichetta: domani riunione al Ministero per discutere. Decisiva la pressione dell’opinione delle organizzazioni dei consumatori e dei siti internet

Il Ministero dello Sviluppo economico ha convocato per domani 11 febbraio 2015 una riunione per discutere sull’indicazione dello stabilimento di produzione da riportare  sulle etichette dei prodotti alimentari. Federica Guidi ha invitato i tecnici degli altri ministeri interessati (Politiche agricole, Salute, Politiche europee) ed i rappresentanti di Federalimentare, Federdistribuzione, Confapi, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri per cercare una soluzione condivisa che …

Continua »