Home / Richiami e ritiri / Coop e Pam: richiamo per Curry Queen Victoria per indicazione sbagliata in etichetta. Problemi per allergici alla senape

Coop e Pam: richiamo per Curry Queen Victoria per indicazione sbagliata in etichetta. Problemi per allergici alla senape

curry

Le catene di supermercati Coop, Coop Tirreno e Pam hanno diffuso un comunicato in cui avvertono i clienti che Drogheria e Alimentari ha ritirato e richiamato dal mercato in via precauzionale i vasetti di curry a marchio Queen Victoria. Il lotto è il numero L06193R mentre la scadenza indica come data 31/07/2020. Il Ministero della salute ha dato notizia del richiamo solo dopo 10 giorni dalla pubblicazione da parte dei supermercati.

Il motivo del provvedimento è da ricercare nella presenza di senape nel curry che non è stata correttamente riportata in etichetta. La mancanza dell’indicazione potrebbe provocare problemi alle persone allergiche. L’azienda invita i consumatori allergici alla senape a non utilizzare il contenuto del vasetto o a restituirlo al negozio dove è stato acquistato per il rimborso.
Il richiamo riguarda solo i prodotti Queen Victoria Curry con indicazione di scadenza 31/07/2020.

Per maggiori informazioni, i consumatori possono chiamare il numero verde Drogheria e Alimentari: 800 561899

Questo è il richiamo numero 68 segnalato da Il Fatto Alimentare nel 2017.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo  pubblicato in Italia che  rivela i segreti e le criticità di un sistema che funziona poco e male. Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. La questione riguarda grandi aziende come Barilla, Mars…, catene di supermercati che commercializzano migliaia di prodotti con i loro marchi (Esselunga, Coop, Carrefour, Auchan, Conad, Lidl, Eurospin…), e anche piccole e medie imprese. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore.

I lettori che hanno fatto una donazione riceveranno in omaggio il libro “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
Giornalista, laurea in Scienze delle preparazioni alimentari

Guarda qui

halva pasta di sesamo al cacao

Richiamato un lotto di pasta di sesamo al cacao halva Baskaya per arachidi non segnalate in etichetta

Il Ministero della salute ha diffuso il richiamo di un lotto di halva, una pasta …