Home / Nutrizione / Obesità: come si distribuisce quella infantile? L’Italia è al quarto posto in Europa e i bambini sono quelli che praticano meno sport

Obesità: come si distribuisce quella infantile? L’Italia è al quarto posto in Europa e i bambini sono quelli che praticano meno sport

obesità infantile europa
L’infografica fornisce molte informazioni sull’obesità, soprattutto quella infantile, e sulla sua diffusione in Italia

Un’infografica pubblicata su Linkiesta, a cura di Luca Rinaldi e Lidia Baratta, mostra la diffusione dell’obesità infantile in Italia. L’epidemia sulla quale l’OMS mette in guardia interessa anche il nostro Paese, sebbene famoso per la dieta mediterranea e la costante attenzione all’alimentazione. Da circa cinque anni si è visto un aumento dei casi di sovrappeso e obesità. Come gli autori indicano nell’articolo: “gli obesi  sono oltre 4 milioni e 700 mila. Un fenomeno più concentrato nelle regioni del Mezzogiorno e che spesso si associa con bassi livelli di istruzione. Tra chi ha un titolo di studio medio-alto, la quota di individui con chili in eccesso si ferma al 5 per cento. La percentuale triplica, arrivando a sfiorare il 16%, tra chi ha al massimo la licenza elementare”.

 

L’infografica mostra la percentuale di obesi suddivisi per regione. Si può scegliere l’anno – dal 2000 al 2012 – e cliccare su ciascuna regione per avere le informazioni specifiche. Si può poi navigare tra le varie finestre che mostrano i dati sull’obesità infantile, sulla nutrizione in Italia, sulla situazione europea, nonché la correlazione tra obesità e titolo di studio.

http://www.linkiesta.it/dati-obesita-infografica

Sara Rossi

© Riproduzione riservata

foto: istockphotos.com

sostieniProva2

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Non solo dolci e bibite: alla ricerca dello zucchero nascosto. Dai prodotti per la colazione alle minestre, ecco dove trovarlo

Un consumo eccessivo di zucchero favorisce l’obesità, condizione correlata a una maggior incidenza di patologie …

Un commento

  1. L’obesità costituisce un serio fattore di rischio di incidenza di malattie dovute sia a complicanze cardiovascolari e respiratorie sia per le patologie a essa frequentemente associate.
    Una dieta ricca di grassi saturi genera col tempo alterazioni del DNA che aprono la strada a modifiche in senso di accumulo del grasso stesso e avvio dei processi di alterazione metabolica dl tessuto adiposo che possono indurre malattia.