Home / Sicurezza Alimentare / Pesticidi: Efsa comincia a fare la valutazione tossicologica cumulativa. Un grande passo in avanti

Pesticidi: Efsa comincia a fare la valutazione tossicologica cumulativa. Un grande passo in avanti

pesticidi
È importante valutare l’esposizione dell’organismo a più sostanze insieme

L’Efsa ha messo a punto uno strumento informatico per effettuare valutazioni sull’esposizione dell’organismo a più pesticidi insieme. Attualmente, uno studio pilota sta eseguendo prove di esposizione su gruppi di pesticidi che possono compromettere la funzionalità della tiroide e del sistema nervoso. I risultati saranno pubblicati entro la fine del 2016 e saranno oggetto di due relazioni scientifiche che dovrebbero uscire nel 2017.

In prospettiva l’Efsa vuole integrare progressivamente le valutazioni del rischio cumulativo nell’analisi annuale dei rischi cronici e acuti che i pesticidi comportano per i consumatori e realizzare valutazioni complete degli effetti combinati che hanno sull’uomo gruppi di antiparassitari e non solo le singole sostanze chimiche.

mela
I pesticidi non devono avere effetti nocivi – compresi gli effetti cumulativi – sugli esseri umani

Il software – noto come strumento Valutazione del rischio Monte Carlo (MCRA) – è stato inizialmente sviluppato grazie a un progetto finanziato dalla Commissione europea al quale hanno partecipato ricercatori, scienziati e autorità di regolamentazione di 14 Paesi, ed è stato supervisionato dall’Istituto nazionale della salute pubblica e dell’ambiente dei Paesi Bassi (RIVM). L’Efsa ha inoltre finanziato una seconda fase di ricerca per consentire il trattamento di gruppi di valutazione cumulativi di pesticidi contenenti fino a 100 sostanze attive.

Le valutazioni iniziali saranno utilizzate per le decisioni normative su richieste di autorizzazione relative ai livelli massimi di residui (LMR) di pesticidi negli alimenti (*).

(*) Il regolamento Ue sugli LMR negli alimenti prevede che le decisioni relative a tali livelli debbano tenere conto degli effetti cumulativi degli antiparassitari man mano che i metodi per valutare tali effetti si rendano disponibili. Inoltre il regolamento che disciplina l’immissione di pesticidi sul mercato sancisce che i pesticidi non debbano avere effetti nocivi – compresi gli effetti cumulativi – sugli esseri umani.

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Sara Rossi

Sara Rossi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Necessari nuovi studi sui potenziali rischi del colorante E171. Pubblicato il parere dell’Agenzia francese per la sicurezza sanitaria dell’alimentazione sul biossido di titanio

L’Agenzia francese per la sicurezza sanitaria dell’alimentazione (Anses) ha pubblicato il parere che le era …