Home / Pianeta / UK, le grandi marche di cereali da colazione non usano l’etichetta a semaforo per nascondere la quantità elevata di zucchero. Indagine di Action on Sugar

UK, le grandi marche di cereali da colazione non usano l’etichetta a semaforo per nascondere la quantità elevata di zucchero. Indagine di Action on Sugar

Una decisione “scandalosa”, così l’organizzazione britannica Action on Sugar definisce la scelta di diversi produttori di cereali per colazione, tra cui grandi marchi come Kellogg’s e Nestlé, di non utilizzare sulle confezioni l’etichetta nutrizionale con i colori del semaforo, adottata a livello volontario nel Regno Unito. L’etichetta li costringerebbe ad indicare con il colore rosso la quantità di zucchero presente,  in contrasto con l’immagine salutistica attribuita nella pubblicità.

Secondo Action on Sugar, se un produttore non utilizza l’etichetta a semaforo vuol dire che ha qualcosa da nascondere. L’associazione invita i consumatori a scegliere i cereali tra i prodotti che hanno il semaforo in modo da interpretare in modo corretto le informazioni nutrizionali dell’etichetta e fare scelte ragionate.

Un’app fornisce informazioni nutrizionali con il codice a colori anche per cibi confezionati che non utilizzano l’etichetta a semaforo

Per ovviare al mancato utilizzo dell’etichetta a semaforo da parte di molti produttori, è stata sviluppata l’app FoodSwitch UK, che fornisce informazioni nutrizionali con il codice a colori per cibi confezionati e bevande dei vari prodotti in commercio. In questo modo i consumatori possono vedere se la quantità di zuccheri, sale e  grassi è alta (rosso), media (giallo) o bassa (verde). L’app fornisce anche un elenco di alternative più salutari e grazie ad uno specifico filtro, SugarSwitch, evidenzia anche i prodotti con una minor quantità di zucchero.

Ad esempio, utilizzando il codice a colori, si vede che i cereali Kellogg’s Crunchy Nut Honey and Nut Clusters contengono 45 porzioni con 12 g di zucchero, mentre nei cereali firmati Tesco Flakes And Clusters Cereal hanno 40 porzioni con 6 g di zucchero. Considerando un consumo quotidiano a fine mese chi sceglie Tesco assume 182 g di zucchero in meno.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Obesità: la situazione negli Usa, dal 1985 ad oggi. In tutti e 50 gli Stati c’è una percentuale di obesi superiore al 20%

È stato pubblicato il 14° Rapporto sull’obesità negli Usa, realizzato dal Trust for America’s Health …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *