Prezzi

Prezzi record per il caffè ricavato dalla cacca di elefante. È il migliore del mondo

Caffe chiccoLa pubblicità del caffè è ambientata in località esotiche oppure viene affidata a personaggi  famosi come George Clooney. C’è però chi per valorizzare la propria miscela si affida alle deiezioni animali, vantandosi di ottenere il miglior caffè del mondo.

Qualche anno fa la mia amica blogger “Cialtrona“, aveva fotografato e presentato il caffè ricavato dai chicchi di caffè della cacca di zibetto, il caffè più caro del mondo (a New York 748 dollari al kg).  Speravo che la moda del caffè “defecato” finissse lì, come notizia curiosa unica ma non è così. Ho appreso dal giornale inglese Telegraph, che in Thailandia qualcuno ha pensato di usare anzichè lo zibetto un animale più grande: l’elefante.

 

 

Lo zibetto è veloce come uno scoiattolo, e raccogliere il prezioso gioiello delle deiezioni non deve essere poi così facile, e le quantità non sono proprio esagerate. L’elefante è più mansueto ma sopratutto mangia molto e defeca tantissimo, per questo tra le lussureggianti colline del nord della Thailandia, c’è un branco di 20 animali alimentati con bacche di caffè arabica

zibetto

, riso e frutta che produce alcuni dei caffè più costosi al mondo.

Il valore aggiunto deriva dal fatto che nello stomaco dell’animale le bacche vengono digerite, mentre il chicco resta intatto e l’ambiente acido trasforma il gusto amaro tipico delle proteine sulla superficie dei chicci in un sapore dolce.
Il caffè recuperato (da 33 kg di bacche date all’elefante si ottiene solo 1 kg di chicchi), viene raccolto, lavato essiccato e spedito a Bangkok per essere tostato. Questo è quanto sostiene Blake Dinkin, l’inventore del metodo.

Il primo lotto di 700 kg del prezioso caffè denominato Black Ivory (avorio nero) è stato venduto in Thailandia e a Dubai a un prezzo di circa 1100 dollari al chilo. Gli appassionati possono però gustarlo anche in qualche resort esclusivo come l’Anantara Hotel , dove una tazzina costa 50 dollari.

ElefanteAl di là delle facili battute è lecito spendere 50 dollari per bersi un caffè di elefante? Un pensiero va anche agli animali imbottiti ogni giorno di cibo non proprio in linea con la loro dieta.

Ma la moda del caffè alla cacca è diventato un must sia in Asia che in Sud America. Si dice nella regione Espirito Santo del Brasile si stia pensando di utilizzare la cacca dell’opossum e di un uccello denominato Jacus, particolarmente ghiotto di bacche di caffè.

Günther Karl Fucks 
blogger di Papille Vagabonde

Tags: , , ,

4 Commenti

  1. alex hatto detto:

    Pagare quelle cifre per del caffè defecato,fa vedere dove può arrivare la demenza dell’uomo.Anche l’elefante ha più cervello di queste persone che evidentemente se lo sono bevute con il caffè.L’unico fatto positivo di tutto ciò,è che almeno questi elefanti verranno almeno trattati bene,visto i soldi che fanno guadagnare.

  2. Angela hatto detto:

    Ok, ma non ho capito se devo temere di acquistare qualche marca di caffè in Italia che usa escrementi di animali del genere! Mi potete dare delucidazioni?
    Grazie! Vi leggo sempre con interesse!

    Angela

    • Questo caffè è molto pregiato(dicono) e non si trova in Italia. Il trattamento è molto singolare ma alla fine il risultato è un chicco assolutamente identico agli altri ma con un gusto particolare.

  3. Se il segreto è la trasformazione da amaro a dolce in ambiente acido, prevedo che presto qualcuno lo farà in laboratorio, amentando la resa, diminuendo il prezzo e forse mantenendo sostanzialmente inalterato il gusto a cui si ambisce