Home / Eleonora Viganò

Eleonora Viganò

redazione Il Fatto Alimentare

Serve la tassa sulle bevande zuccherate e la sostituzione dell’olio di palma? Il parere di Francesco Branca dell’OMS

Lo zucchero semplice – se consumato in eccesso – è uno dei macronutrienti responsabili dell’aumento di peso con inevitabili conseguenze sulla salute (disturbi cardiovascolari, diabete, malattie metaboliche…). Secondo l’OMS un aumento nella quantità di zuccheri all’interno dell’alimentazione provoca un incremento del peso e della carie dentale. Le linee guida dicono che la quantità nella dieta non deve superare il 10% …

Continua »

Dieta mima-digiuno di Valter Longo: il mistero sul kit ProLon venduto online? Servono un medico e 199 euro

Nel nostro articolo sulla dieta mima-digiuno del 12 ottobre 2016  avevamo evidenziato l’impossibilità  di acquistare il kit di Valter Longo in Italia, di conoscere il prezzo di vendita e le condizioni  contrattuali. Per questo ci siamo limitati a riportare nell’articolo quanto scritto nel sito USA. Oggi siamo riusciti a reperire le informazioni che ci mancavano e il sito italiano, benché …

Continua »

Obesità: uno studio del governo francese suggerisce di tassare i cibi in base alle calorie o alla loro qualità nutrizionale

Uno studio pubblicato dalla direzione generale del Tesoro del governo francese indica alcune misure per combattere l’obesità e ridurre i costi socio-economici collegati. La prima è quella di contrastare il cibo spazzatura tassando gli alimenti in base al loro contenuto calorico, come è stato fatto in Messico nel 2014, o alla loro qualità nutrizionale. Si tratterebbe quindi di andare oltre …

Continua »

Filiera corta in Romania: il 51% dei prodotti venduti nei supermercati dovrà essere nazionale o regionale. Critiche dalla grande distribuzione

In Romania, la Camera dei deputati ha approvato all’unanimità una proposta di legge che modifica la normativa del 2009 sul commercio dei prodotti alimentari. Il nuovo provvedimento stabilisce che nei supermercati il 51% di frutta, verdura, carne, uova, miele, latticini e prodotti da forno, dovrà essere di provenienza  regionale o nazionale. Negli ambienti governativi qualcuno ipotizza che in un secondo …

Continua »

Cosa sappiamo sul congelamento? Alcune idee sbagliate aumentano lo spreco alimentare. Per esempio, si può ricongelare un alimento cotto

sacchetti gelo

Molte idee sbagliate sul congelamento dei cibi contribuiscono ad aumentare lo spreco alimentare. In Gran Bretagna la Food Standards Agency (FSA) ha messo a punto una guida per rispondere alle diffuse preoccupazioni sulla sicurezza e sul rischio di intossicazioni correlate al congelamento di alcuni alimenti. Dall’indagine emerge che il 43% dei 1.500 intervistati online pensa che il cibo, per essere …

Continua »

I segreti per scegliere il ristorante: cosa bisogna sapere per evitare spiacevoli inconvenienti. Il parere dell’esperto

Salmonella, Campylobacter, Listeria: sono solo alcuni dei batteri patogeni responsabili di alcune delle 250 infezioni alimentari esistenti. Secondo le statistiche  nel mondo una persona su dieci l’anno si ammala dopo aver ingerito cibo contaminato mentre 420 mila muoiono ogni anno proprio a causa delle infezioni. I dati sono stati raccolti e riportati nel documento dell’Oms “Estimates of the global burden …

Continua »

Allerta alimentare: le segnalazioni in Gran Bretagna sono state 49 nei primi tre mesi del 2016, in Italia solo 2 fino a oggi. Virtù o scarsa comunicazione?

Nel campo della sicurezza alimentare, alcuni “incidenti” danno il via a una segnalazione dalla quale può scaturire un provvedimento di ritiro o di richiamo del prodotto incriminato. Nel Regno Unito la Food Standard Agency gestisce queste segnalazioni e recentemente ha pubblicato un riassunto del primo trimestre 2016. L’elenco stilato dalla FSA comprende 49 avvisi suddivisi in base al problema riscontrato, …

Continua »

Coca-Cola: lo spot più famoso dell’azienda, lanciato 44 anni fa, ora diventa una denuncia contro l’abuso delle bibite zuccherate, causa di obesità e diabete

Nel 1971 Coca-Cola conquista milioni di nuovi clienti con uno spot di successo grazie a un jingle destinato a diventare una hit. Per chi non se lo ricordasse, nel video compaiono giovani vestiti secondo le proprie tradizioni, che si riuniscono su una collina cantando “I’d like to buy the world a coke”, in un clima di unione. Dopo 44 anni, …

Continua »

Cozze, vongole, capesante… come cuocere i molluschi bivalvi in modo sicuro? Le linee guida e il video dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie

Cozze, vongole, capesante e ostriche: per molti si tratta di prelibatezze gastronomiche, per altri sono invece il ricordo di un’esperienza negativa a livello intestinale. I rischi nel consumo dei molluschi bivalvi sono molti e spesso poco conosciuti, anche se le regole da rispettare per evitare incidenti sono precise. L’Istituto Zooprofilattico delle Venezie ha stilato un’infografica e un video per descrivere …

Continua »

Olio di palma e deforestazione: due spot realizzati da SumofUS e Greenpeace per denunciare la devastazione del territorio da parte di Nestlé e PepsiCo

Galeotte furono le Doritos, patatine fritte utilizzando l’olio di palma, dell’azienda Frito-Lay  (filiale della più famosa PespiCo), che in un video di denuncia firmato dal movimento transnazionale Sum of Us fanno scattare la scintilla dell’amore. Ma quando la giovane coppia scopre i retroscena della devastante deforestazione che c’è dietro lo snack,  l’idillio finisce. La campagna pensata da Sum of Us …

Continua »

Cosa mangiamo adesso e cosa consumeremo in futuro? Un’indagine Coop per Expo in 8 paesi fotografa la situazione e rivela i segreti

Italia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Cina, India e Brasile: sono queste le nazionalità messe a confronto in un’indagine dedicata al cibo firmata da Coop e Doxa. Grazie a 6.400 interviste  a un campione di persone tra i 18 e i 54 si è creata una mappa delle tendenze alimentari in questi Paesi. Osservando la composizione del menu si …

Continua »

Gluten free, un blogger francese immagina le opere d’arte di un museo senza glutine

Il blogger ventiseienne francese Arthur Coulet, si è immaginato un museo “gluten free” dove le opere d’arte o alcuni frame cinematografici sono riproposti senza glutine. L’idea nasce dalla diffusione di una moda che va al di là di quella che è la celiachia, e che ha preso piede anche tra persone senza apparenti problemi di intolleranza al glutine. Da alcuni …

Continua »

Il futuro del biologico: la chiave economica dell’agroalimentare che va di moda

Il biologico da molti è ancora considerato un cibo un po’ snob – quantomeno per i prezzi – apprezzato  da persone attente all’ambiente, alla salute, alla ricerca di equilibri meno frenetici e consumistici. Quello che non tutti sanno è che il biologico ha modificato la concezione del settore agroalimentare, ha impresso una svolta,  in chiave soprattutto economica.   “Il futuro …

Continua »

Mangiamo insieme? Dice lo spot di Coca-Cola, ma dimentica di precisare che ogni lattina contiene 7 bustine di zucchero. Una nuova pubblicità scorretta?

Famiglia, cena, condivisione: sono gli elementi  che da sempre Coca-Cola utilizza per i suoi messaggi pubblicitari per catturare nuovi consumatori. Lo scopo dichiarato dell’azienda che produce la bibita più famosa del mondo è  di radicarsi sulle tavole italiane, durante i pasti, proprio come avviene negli USA e non solo. Si tratta di un’abitudine che da noi sembra non attecchire, almeno …

Continua »

Il fast food quotidiano negli USA: le calorie medie giornaliere che provengono da questi alimenti occupano l’11,3% dell’introito complessivo. Dati in miglioramento, ma ancora troppo alti

mappa-fast-food

Quante sono le calorie che provengono dal cibo consumato nei fast food? In media l’11,3% delle calorie giornaliere consumate da uno statunitense provengono dai cibi del fast food, secondo quanto riportato dal Centers for Disease Control and Prevention nella sua relazione sul tema. Si tratta di uno studio che ha analizzato i dati raccolti dal National Health and Nutrition Examination …

Continua »