Home / Antonio Pratesi

Antonio Pratesi

Antonio Pratesi
medico nutrizionista

Nutrizionisti, giornalisti e alcol. L’articolo de il Giornale.it dal titolo “Curarsi con vino e birra” è l’ultimo esempio di mistificazione della realtà

La lunga storia della pubblicità del vino e della birra, mascherata da informazione medico scientifica, si è arricchita di un nuovo articolo: “Quando l’alcol fa bene alla salute. Come curarsi con birra e vino” pubblicato su il Giornale.it (vedi immagine sotto). La leggenda del vino o della birra “che fanno bene alla salute”, se bevuti in modiche quantità, ha avuto …

Continua »

La dieta mima-digiuno di Valter Longo: i dubbi e le perplessità di un nutrizionista alle prese con il libro del ricercatore ancora nella classifica dei volumi più venduti

“La dieta della longevità” è il libro di Valter Longo che, sebbene sia uscito da tre mesi, si trova ancora a metà nella classifica dei 100 libri più venduti proposta da Feltrinelli. Il testo è basato su solide basi scientifiche, che derivano dalla ricerca personale dell’autore presso la University of Southern California (Usc) e l’Istituto Firc di oncologia molecolare (Ifom) …

Continua »

Troppe merendine ricche di zuccheri, grassi e calorie. In Italia mancano studi sui consumi reali. Perché nessuno li vuole fare?

È importante educare i bambini a mangiare alimenti semplici come pasta, riso, frutta, verdura, pane, legumi che hanno un sapore molto diverso rispetto agli alimenti industriali studiati per risultare irresistibili e dare il massimo piacere al palato grazie al mix di zuccheri, grassi e sale. Gli snack e le merendine sono i prodotti che meglio rappresentano questo concetto. Le merendine di produzione industriale sono piccoli dolci …

Continua »

Merendine promosse o bocciate: guarda la galleria fotografica degli snack fuori pasto con calorie, zuccheri, fibre…

È importante educare i bambini all’uso di alimenti semplici (pasta, riso, frutta, verdura, pane, legumi) affinché imparino ad apprezzare i sapori delicati di cibi salutari. Uno dei modi per far questo è ridurre il consumo di alimenti preconfezionati dall’industria che sono studiati per essere irresistibili e dare il massimo piacere grazie ad un mix di zuccheri disponibili, grassi e sale (per esempio biscotti, …

Continua »

L’ABC per scegliere un buon libro di nutrizione. I consigli di Antonio Pratesi, medico nutrizionista

È estate e dovendo scoprire di più il corpo, spesso si presta una maggiore attenzione alla linea. Con le vacanze aumenta il tempo da dedicare alla lettura e quindi si entra in libreria per comperare un buon libro di nutrizione. Appena arrivati di fronte alla sezione di “nutrizione, salute e benessere” c’è il rischio di essere travolti dalla grande varietà di libri a disposizione: …

Continua »

Le diete dimagranti iperproteiche sono da sconsigliare. I chili persi sono uguali ai regimi dietetici con carboidrati, ma i rischi molti di più

Un recente studio pubblicato dall’università di Verona, ha evidenziato che i bambini tra gli 8 e i 13 anni obesi o in sovrappeso assumono una quantità di proteine maggiore rispetto ai coetanei normopeso che invece ingeriscono più carboidrati. Questa informazione contrasta l’idea secondo cui per perdere peso sia necessario seguire le diete che propongono l’eliminazione o la drastica riduzione dei …

Continua »

Dietologo, dietista o nutrizionista: continua il dibattito con l’intervista ad Ersilia Troiano, presidente dell’ANDID

sovrappeso obeso italia dottore

Continua il dibattito sulle figure legate al mondo della nutrizione. Dopo l’intervento di Antonio Caretto, presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), e l’intervista a Pierluigi Pecoraro, biologo nutrizionista e consigliere dell’Ordine dei Biologi, abbiamo raccolto la testimonianza di Ersilia Troiano, Presidente dell’Associazione Nazionale Dietisti (ANDID). Da quanti anni esiste in Italia la figura sanitaria del dietista e quali sono …

Continua »

Dieta: chi è il vero specialista? Medico, dietologo, dietista o biologo nutrizionista? Intervista esclusiva al presidente dell’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica

Il Fatto Alimentare ha pubblicato un articolo in cui si è cercato di individuare quali sono le figure professionali in grado di dare garanzie  nell’ambito dietetico. Abbiamo focalizzato l’attenzione sul medico, sul medico dietologo, sul dietista e sui biologi nutrizionisti. Si è acceso un ampio dibattito soprattutto sul ruolo di queste ultime due figure professionali. Per avere un quadro più …

Continua »

Troppo zucchero nella dieta: le linee guida e le evidenze scientifiche concordano, bisogna ridurre a meno del 10%. Il problema carie

zucchero

Al XXXVI congresso SINU gli esperti di nutrizione di Australia, Cina, India, Stati Uniti ed Italia si sono confrontati sulle rispettive linee guida nazionali. Tra i vari argomenti affrontati, si è discusso su quale sia la quantità ottimale di zuccheri da introdurre nella dieta. Per zuccheri si intendono i monosaccaridi (come il glucosio e il fruttosio) e i disaccaridi come il …

Continua »

Dietologo, dietista o biologo nutrizionista? Come scegliere il professionista giusto ed evitare l’abusivismo

Il problema dell’abusivismo nel campo della dietologia è presente in Italia da molti anni e contribuisce alla grande confusione che c’è in materia tra la popolazione. Alcune figure che si spacciano per nutrizionisti si presentano nei modi più disparati: “etologi alimentari”, “naturopati”,“iridologi”, “consulenti nutrizionali”, “personal trainer”. L’ordine dei biologi per il 2016 ha come punto principale in agenda la lotta …

Continua »

Nutrire il pianeta: la pubblicazione del Ministero è chiara ed esaustiva, ma ha molti punti deboli

“Nutrire il pianeta, nutrirlo in salute, equilibri nutrizionali di una sana alimentazione” è il titolo di una pubblicazione del Ministero della Salute. Senza avere la pretesa di essere esaustivo, questo documento – fruibile da chiunque per semplicità e chiarezza – affronta diverse tematiche di ambito nutrizionale nelle vari fasi della vita: dall’allattamento al seno all’alimentazione dell’anziano, dalla dieta dello sportivo alle …

Continua »

Soda Politics: il ruolo di chi vende bibite zuccherate per promuoverne il consumo. L’ultimo libro di Marion Nestle

Marion Nestle, dell’università di New York, famosa in tutto il mondo per aver raccontato con rigore l’effetto nefasto dell’industria alimentare sull’alimentazione degli americani, ha appena pubblicato il suo ultimo libro: “Soda Politics”. Nell’opera viene affrontato nel dettaglio il ruolo che le multinazionali delle bibite zuccherate (soda o soft drink) hanno svolto nel corso degli anni per promuovere il consumo dei …

Continua »

Vegetariani in gravidanza e durante allattamento e svezzamento, “Il piatto Veg Mamy” ci spiega come fare

I vegetariani in Italia sono ormai diversi milioni e questo numero sembra destinato a crescere. Le ragioni di questa scelta possono essere etiche (rispetto degli animali), ecologiche (rispetto dell’ambiente) o per tutelare la propria salute. La donna vegetariana che affronta gravidanza, allattamento e svezzamento del bambino, ancor oggi può incontrare ostilità da parte di una classe medica poco preparata nel …

Continua »

Bibite light o a zero calorie? Da sole non servono per ridurre l’introito calorico: chi le sceglie spesso mangia cibo spazzatura

Per ridurre l’obesità negli States sarebbe sufficiente ridurre l’introito calorico di circa 100 kcal/giorno nell’adulto, mentre nei bambini di 150 kcal/giorno: è quanto emerge da due differenti studi pubblicati su Science e Pediatrics. Se si considera che negli USA la quantità di calorie introdotte solo da bevande zuccherate (senza contare vino, birra o succhi di frutta) sarebbe di circa 150 kcal/giorno o più …

Continua »

Attività fisica inutile per dimagrire: quando si sceglie il fast food è la qualità del cibo a fare la differenza sull’introito calorico

In un articolo sul New York Times, Aaron E. Carroll spiega che per perdere 350 kcal è necessario correre per 30 minuti: in realtà per ottenere lo stesso risultato sarebbe sufficiente rinunciare a 2 lattine e mezza (139 cal per 33 cl) di Coca-Cola. Diversi studi indicano che l’attività fisica, che ogni persona dovrebbe praticare perché apporta molti benefici per …

Continua »