Home / Controlli e Frodi / Asiago contraffatto in vendita su Amazon: il Consorzio e l’Ispettorato del Mipaaf bloccano vendita

Asiago contraffatto in vendita su Amazon: il Consorzio e l’Ispettorato del Mipaaf bloccano vendita

salsa sugo asiago dressing
La sedicente salsa “Asiago Dressing”

Sul sito europeo di e-commerce era in vendita una sedicente salsa “Asiago Dressing” che, a dispetto del nome, non conteneva  il formaggio tipico veneto-trentino. Il Consorzio Asiago DOP e l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) del Mipaaf sono intervenuti e hanno fatto ritirare il prodotto.

Il Consorzio da tempo ha attivato uno specifico servizio di monitoraggio dell’e-commerce agroalimentare, sfruttando gli accordi delle autorità italiane con le principali piattaforme online internazionali da un lato. L’azione contro le contraffazioni è possibile grazie alla norma introdotta dal Regolamento (UE) 1151/2012 che stabilisce l’obbligo, per ogni paese della Ue, di difendere le denominazioni protette considerate parte del patrimonio culturale dell’Unione.

Logo-Asiago
Il Consorzio da tempo ha attivato un servizio di monitoraggio

La salsa ritirata non è il primo caso: già nel 2014, su segnalazione del Consorzio, l’Ispettorato aveva bloccato su eBay un produttore americano che proponeva falso Asiago DOP.

La tutela del consumatore e la valorizzazione delle produzioni DOP e IGP sono sempre più oggetto di attenzione e controllo vista la crescente diffusione dell’e-commerce agroalimentare. Da quando è entrata in vigore la norma sopracitata, solo l’Italia ha segnalato oltre 670 casi lesivi del made in Italy, sia all’estero che sul web. Più precisamente online sono state bloccate 395 tipologie di prodotti, (330 su eBay e 65 su AliBaba).

Foto Consorzio Asiago DOP

© Riproduzione riservata

sostieniProva2Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Valeria Nardi

Valeria Nardi
giornalista redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

sacchetti plastica inquinamento

Sacchetti biodegradabili: oltre l’80% contiene ancora polietilene. La denuncia di Legambiente che chiama i cittadini all’azione

Nell’ambito della campagna #unsaccogiusto ideata da Legambiente e dalla rivista La Nuova Ecologia per contrastare ...