Home / Lettere

Lettere

È corretto evidenziare in etichetta un ingrediente presente in minima quantità? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Vorrei un vostro parere sulle etichette di due zuppe vegan bio senza glutine della Germinal. La prima è presentata come “Vellutata Zucca Carote con Semi di Amaranto”, la seconda “Vellutata Spinaci Ceci con Semi di Canapa”, però mi sembra che di questi semi ce ne siano pochissimi. Le due zuppe non costano neppure poco, quattro euro circa. Le sembra giusto? Elisa …

Continua »
vino uva vigneto

Solfiti nel vino biologico: scontro in Europa per stabilire i livelli. La lettera di Roberto Pinton di AssoBio spiega come si è arrivati alla normativa che regola il settore

Riceviamo e ripubblichiamo questa lettera di Roberto Pinton, segretaro di AssoBio, in merito all’annosa questione dell’aggiunta di solfiti nel vino biologico. Paesi produttori come Italia, Spagna, Portogallo e Grecia e quelli scandinavi (che non producono vino, ma ne bevono) sostenevano che il livello di solfiti nel vino poteva essere di gran lunga ridotto. Tuttavia altri Paesi, in particolare Germania e …

Continua »

Vino biologico, con o senza solfiti? L’avvocato Dario Dongo risponde ai dubbi di un lettore

Ho una domanda in merito al vino biologico che uso da anni. Cercando tra gli scaffali del supermercato mi sono imbattuto in una bottiglia con l’indicazione sull’etichetta della frase “contiene solfiti”. Non  pensavo che fosse possibile, è legale? Sergio Risponde l’avvocato Dario Dongo, esperto in diritto alimentare. Il  regolamento europeo (1) che ha introdotto la possibilità di designare il vino …

Continua »

Würstel vegetale con uovo: la dicitura è corretta? Il parere dell’avvocato Dario Dongo e dell’azienda

Vorrei segnalarvi una sospetta anomalia sulla confezione del “Würstel Vegetale Vita Leggera” prodotto dalla Principe di San Daniele S.p.A. Si evince a chiare lettere che dovrebbe trattarsi di un prodotto vegetale, quindi privo di proteine animali. Eppure fra gli ingredienti si legge “albume d’uovo”. Vorrei chiedervi se la cosa sia corretta e legale. Flavio Ecco la risposta dell’azienda Principe di …

Continua »

Il whisky scozzese venduto da Crai è imbottigliato a Brescia. Com’è possibile? Rispondono l’avvocato Dario Dongo e l’azienda

Questa mattina ho acquistato, presso il supermercato Prestofresco (del gruppo Crai) di via Troya a Torino, una bottiglia di whisky. L’etichetta è: Highland Blended Scotch Whisky, ma leggo, nell’etichetta posteriore della bottiglia: prodotto da Crai, imbottigliato nello stabilimento di via Vanzago 9/A di Paratico (BS). La domanda è semplice: ma è vero whisky scozzese?  Vi informo che il prezzo della bottiglia è di …

Continua »

Anidride solforosa negli alimenti: va sempre indicata tra gli ingredienti? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Vi scrivo per conto dell’azienda in cui lavoro: in parecchi nostri prodotti non indichiamo tra gli ingredienti sull’etichetta, l’allergene “anidride solforosa”, in quanto presente in valori bassissimi (0,05 mg di SO2 per kg di prodotto), quindi abbondantemente sotto i 10mg/kg di limite. La presenza va comunque indicata in scheda tecnica e in etichetta? Ricordo di aver letto un articolo dell’avvocato Dario Dongo …

Continua »

Formaggio con olio vegetale e la scritta “basso colesterolo”! I dubbi di un lettore sull’etichetta. Risponde l’avvocato Dario Dongo

Ho trovato nel banco frigo di un supermercato PIM, a Roma, un formaggio di nome Trenta, della marca Westland, con la scritta “Basso Colesterolo” che presenta un’etichetta non facile da capire (vedi foto sotto). Vorrei avere un vostro parere e una spiegazione. Elsa Risponde l’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare. Il prodotto in esame a ben vedere, pur trovandosi in …

Continua »

Alici di Cetara Zarotti prodotte in Albania: è una pratica corretta? Risponde l’avvocato Dario Dongo. Replica l’azienda

Ho comprato da Esselunga un vasetto di alici pubblicizzate come “Alici di Cetara” della ditta Zarotti. Peccato però che siano prodotte in Albania e non a Cetara, il noto comune di Salerno! Massima delusione. Francesca Risponde l’avvocato Dario Dongo, esperto di diritto alimentare. L’impiego del nome “Cetara” in caratteri cubitali sul fronte dell’etichetta induce sicuramente il consumatore a credere che …

Continua »

Il Fatto Alimentare: il bilancio economico e i numeri del 2016. Sfiorate 14 milioni di visualizzazioni. Il sito si conferma come un riferimento del giornalismo alimentare

Molti lettori ci hanno chiesto di conoscere il bilancio annuale del sito. Il Fatto Alimentare non è una società e non è tenuto a pubblicare un rendiconto. Riteniamo però doveroso rendere nota la situazione economica ai lettori che contribuiscono con le donazioni a mantenere in vita il sito. I conti sono presto fatti. Le entrate ammontano a 140 mila euro, buona …

Continua »

Olio extravergine di oliva: quali sono i valori nutrizionali corretti? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Vi scrivo per avere un vostro parere riguardo un dubbio. Mi occupo di tabelle nutrizionali, recentemente ho notato che la tabella nutrizionale dei produttori di olio extravergine di oliva indica grassi 91% kcal 822, mentre da tradizione e da riscontro con i dati riportati dall’EnteCra ed altri database risulta grassi 99,9 kcal 899 (valore di EnteCra). Non trovando una giustificazione chimica per questi …

Continua »

Molluschi cefalopodi congelati: cosa scrivere in etichetta? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Abbiamo un quesito in materia di etichettatura nutrizionale da sottoporvi rigurardo ad alcuni prodotti congelati: molluschi cefalopodi, es. seppie, calamari, totani ecc, o gamberi. La lavorazione consiste nello scongelamento e nell’arricciatura in vasche di acciaio con acqua e sale. I prodotti vengono presentati in casette di polistirolo etichettato con tutte le informazioni obbligatorie. Occorre indicare le informazioni nutrizionali in questi …

Continua »

Insalata pronta da mangiare: è obbligatorio inserire l’origine del prodotto? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Vi scrivo per avere un vostro parere riguardo un dubbio di etichettatura: sulle confezioni di IV gamma di insalata iceberg da 200 grammi della Bonduelle non è riportata l’origine: è corretto? Ho riflettuto sulla normativa e credo che sia un errore non scriverla. Argomentazione: per il Reg.1308 art 76 par. 1 ci deve essere scritta in quanto il prodotto iceberg è un …

Continua »

Ristoranti senza menu: dove scrivere le informazioni obbligatorie per i clienti? Risponde l’avvocato Dario Dongo

Scrivo per conto di un ristorante che, con una formula a prezzo fisso, offre la possibilità ai clienti di servirsi da un buffet su cui è presente del sushi. Vorrei porre la seguente domanda: dal momento che non disponiamo di un menu da consegnare ai  clienti  per l’ordinazione , dove dobbiamo apporre la dicitura “prodotto surgelato”? È sufficiente scriverlo nel …

Continua »

Quanto inquina davvero l’olio di palma? Un lettore si chiede quale sia il vero impatto del grasso tropicale, tra incendi, deforestazione e trasporto

Spesso si afferma che la coltivazione dell’olio di girasole libera nell’atmosfera più CO2 di quanto ne liberi la coltivazione dell’olio di palma e che, dunque, la coltivazione dell’olio di palma contribuisce meno al riscaldamento globale della coltivazione dell’olio di girasole. Ammesso che ciò sia vero, forse da adesso in poi l’olio di palma produrrà meno CO2 rispetto all’olio di girasole. Ma prima? …

Continua »

Impossibili le informazioni nutrizionali per i prodotti ottenuti da animali al pascolo. Risponde l’avvocato Dario Dongo

La commissione europea vuole costringerci a dichiarare attraverso le tabelle con le informazioni nutrizionali le percentuali di grasso, proteine, ecc contenute nei nostri latticini, pane e salumi. Iniziativa che di per sé non sarebbe neanche riprovevole… se non per la sua obbligatorietà e, soprattutto, per la sua assurdità! Mi spiego meglio: le tabelle nutrizionali forniscono un ulteriore strumento al consumatore finale …

Continua »