;
Home / Risultati della ricerca per: origine grano

Risultati della ricerca per: origine grano

Pasta Lidl: multa da 1 milione dell’Antitrust. L’etichetta enfatizza l’origine italiana, anche se contiene grano importato

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha stabilito una sanzione di un milione di euro a carico della catena di supermercati Lidl per avere indotto gli acquirenti in errore sulle caratteristiche e sull’origine della pasta venduta con i marchi “Italiamo” e “Combino”. Lidl avrebbe enfatizzato l’italianità del prodotto, attraverso scritte e figure poste in evidenza sulle confezioni, senza …

Continua »

Pasta: l’origine del grano delle marche più famose. La qualità però è un’altra cosa

Dallo scorso febbraio le etichette della pasta devono indicare l’origine della materia prima, come prevede un decreto legge varato il 26 luglio 2017. In questo modo i consumatori possono individuare quali sono le marche che utilizzano grano duro coltivato nel nostro paese. In realtà chi voleva una pasta ottenuta con materie prime nazionali, non ha mai fatto fatica visto che sugli scaffali …

Continua »

Pasta Barilla: il grano proviene da Italia, Francia, Stati Uniti e Australia. L’origine è sulle nuove etichette. Ma le informazioni precise sono sul sito e negli spot

Pasta Barilla

Le confezioni della pasta Barilla con nuova etichetta sono apparse in alcuni supermercati ma pochissimi consumatori se ne sono accorti, anche perché le altre marche possono aspettare fino al 16 febbraio per adeguarsi e inserire le nuove informazioni. La novità è una dicitura posizionata dopo l’elenco degli ingredienti (vedi foto in alto), che occupa meno di due righe, e recita così: …

Continua »

Video: Pasta Barilla, rivelata l’origine del grano negli spot, ma non in etichetta

Barilla, in uno spot televisivo affidato alla simpatica campionessa di scherma Bebe Vio, dichiara l’origine del grano utilizzato per produrre la pasta. Si tratta di grano italiano miscelato a grano importato da tre paesi: Australia, Francia e Stati Uniti. Da tre anni aspettavamo questa notizia. Nel gennaio 2013 avevamo chiesto a Barilla, Agnesi, De Cecco, Del Verde, La Molisana, Granoro, …

Continua »

Continua la guerra del grano iniziata da Coldiretti. Tutti dicono la loro sull’indicazione di origine in etichetta

La guerra sull’indicazione in etichetta dell’origine del grano usato per la pasta va avanti da mesi, e vede contrapporsi le aziende produttrici ai ministri Martina e Calenda, alleati di Coldiretti. I consumatori però faticano a capire e si domandano perché le aziende riportano già queste indicazioni quando la pasta è prodotta con il 100% di grano duro italiano (lo fa …

Continua »

Origine del grano duro e produzione della pasta “made in Italy”: un approfondimento su alcuni passaggi della filiera

farina integrale grano spighe

Pubblichiamo di seguito il commento di un nostro lettore al tema molto dibattuto dell’origine del grano duro della pasta italiana. L’allarmismo sul cibo è ormai miniera preziosa per i programmi televisivi in cerca di facili ascolti, comprese le recenti sparate sull’allarme del grano estero. Dati sulle micotossine ce ne sono ormai migliaia, raccolti con metodo scientifico validato dal Crea, dall’Iss …

Continua »

Origine del grano in etichetta: Aidepi risponde e spiega perché ai produttori non piace la proposta del ministero. Ma è proprio così?

La scorsa settimana abbiamo pubblicato una lettera aperta inviata ai fratelli Barilla e anche ad Aidepi (associazione di categoria che raggruppa i principali pastifici italiani). Nel testo chiedevamo alle aziende di inserire volontariamente in etichetta l’indicazione di origine del grano duro utilizzato per produrre spaghetti e maccheroni. Di seguito pubblichiamo la risposta che oggi abbiamo ricevuto da Aidepi. Gentile dottor …

Continua »

Lettera aperta ai fratelli Barilla: scrivete in etichetta l’origine del grano duro utilizzato per la vostra pasta. Lo chiedono i consumatori

Alla luce delle recenti decisioni prese con una certa imperizia dal ministero delle Politiche agricole e dello Sviluppo economico che obbligano i produttori di pasta a inserire l’origine del grano in etichetta, Il Fatto Alimentare ha inviato questa lettera ai fratelli Barilla, chiedendo di dare il buon esempio aggiungendo queste  informazioni sulla confezione, come viene fatto da anni per la …

Continua »

Tra 6 mesi obbligatorio indicare nella pasta l’origine del grano duro. Bruxelles però boccia la proposta italiana, ma la norma viene approvata in tutta fretta per decreto

Ieri sera a Bruxelles si è diffusa la notizia che la Commissione aveva bocciato   la proposta italiana di indicare sulle etichette della pasta l’origine del grano duro, e che il parere sarà ufficializzato tra un paio di settimane. La richiesta italiana,  supportata dai ministri delle Politiche agricole Maurizio Martina e dello Sviluppo economico Carlo Calenda, era stata inviata qualche mese …

Continua »

Pasta: origine del grano duro in etichetta. Il Ministero prepara il decreto a favore, ma le aziende sono contrarie. E l’Europa? Il parere dell’avvocato Dario Dongo

Il vessillo per antonomasia del Made in Italy, la pasta, viene preso da anni come esempio di alimento realizzato in Italia a partire da grano duro in parte  italiano e in parte importato da altri paesi. La questione crea una crea una certa polemica con la filiera agricola che denuncia il massiccio impiego di frumento estero che però si rende …

Continua »

Guerra del grano: Coldiretti attacca l’import, ma senza grano estero addio pasta di qualità. Appello all’Aidepi per un’etichettatura d’origine

Proteste di Coldiretti in Puglia e in altre regioni contro il grano importato dall’estero e contro il prezzo troppo basso pagato alle aziende agricole italiane per il prodotto nazionale. Sono questi i titoli dei quotidiani, dei siti internet e dei telegiornali per raccontare l’ennesima protesta di lobby che fa capo a Coldiretti. Gli articoli riportavano la solita denuncia sul fatto …

Continua »

Pasta: la scegliamo in base a prezzo, gusto e tenuta in cottura. La qualità dipende dalle proteine e non sempre dall’origine del grano

Il problema più discusso quando si parla di pasta italiana è l’origine della materia prima. Per questo motivo Il Fatto Alimentare ha messo a confronto vari marchi di pasta secca proposti da sei insegne di supermercati. Il consumatore sceglie la pasta di suo gradimento, soprattutto in base alla tenuta in cottura, il gusto e il prezzo. Ma non basta, per decretarne …

Continua »

Agnesi risponde alla lettera de Il Fatto Alimentare sulla proposta di indicare in etichetta l’origine del grano duro

pasta

Dopo la campagna de Il Fatto Alimentare sull’opportunità di indicare sull’etichetta della pasta l’origine del grano duro, abbiamo ricevuto diverse risposte da Barilla, De Cecco, Granoro, Divella, Delverde…a queste  si aggiunge quella della pasta Agnesi.  Anche noi riteniamo che  Il “made in Italy” e la qualità della pasta dipendono dall’esperienza, dalle capacità dell’azienda, dalla semola e solo in parte dall’origine della materia prima.  …

Continua »

Anche la pasta Delverde risponde alla lettera de Il Fatto Alimentare che chiede di indicare l’origine del grano in etichetta

Dopo la campagna de Il Fatto Alimentare sull’opportunità di indicare sull’etichetta della pasta l’origine del grano duro, abbiamo ricevuto diverse risposte cui si aggiunge quella di Delverde.  Anche noi riteniamo che  Il “made in Italy” e la qualità della pasta dipendono dall’esperienza, dalle capacità dell’azienda, dalla semola e solo in parte dall’origine della materia prima.  Ciò nonostante i grandi pastifici …

Continua »

Origine della pasta: perchè non viene indicata chiaramente in etichetta? Le riposte di Barilla, De Cecco, Granoro, Divella, La Molisana, Garofalo

Qualche settimana fa  Il Fatto Alimentare ha inviato alle aziende produttrici di pasta (Barilla, Agnesi, De Cecco, Del Verde, La Molisana, Granoro, Garofalo, Divella, Armando) una lettera invitandole a riportare sull’etichetta la origine della pasta e a spiegare le motivazioni che spingono i pastifici più famosi a importare la materia prima da Stati Uniti, Canada, Francia… Una parte di consumatori …

Continua »