Home / Nutrizione / Quasi il 6% dei tumori sono legati a diabete e sovrappeso. Analisi dell’Imperial College di Londra sui dati di 175 paesi

Quasi il 6% dei tumori sono legati a diabete e sovrappeso. Analisi dell’Imperial College di Londra sui dati di 175 paesi

tumoriQuasi il 6% dei tumori a livello mondiale è causato da diabete, sovrappeso e obesità. Lo indica uno studio dell’Imperial College di Londra, pubblicato dalla rivista The Lancet Diabetes & Endocrinology, che ha analizzato i dati del 2012 di 175 paesi, relativi a dodici tumori che l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Organizzazione mondiale della sanità e il World Cancer Research Fund hanno giudicato direttamente connessi a un indice di massa corporea uguale o superiore a 25 kg/mq e al diabete.

Si tratta di circa 800.000 casi di tumore causati da questi due fattori, di cui circa 500.000 tra le donne e 300.000 tra gli uomini. Le percentuali di incidenza di diabete e obesità sono particolarmente elevate nei casi di cancro al fegato (24,6%) e all’endometrio (38,4%). Nei maschi i più comuni sono quello del fegato e quello colorettale, mentre nelle donne quello al seno e quello dell’endometrio.

La maggior parte dei casi (38,2%) è stata registrata nei paesi occidentali ad alto reddito ma i maggiori aumenti tra il 1980 e il 2002 sono stati osservati in quelli a basso e medio reddito. Nei paesi occidentali il tumore al seno è quello maggiormente legato a diabete e obesità (23,8% dei casi attribuibili a questi due fattori), mentre nell’Asia orientale e meridionale è il cancro al fegato quello maggiormente legato a diabete e obesità (53,8%).

Gli autori dello studio indicano che se i tassi globali di diabete e sovrappeso continueranno a crescere, entro il 2035 la percentuale di tumori attribuibili ai due fattori combinati salirà al 20% negli uomini e ad oltre i 30% nelle donne.

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017. Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Gran Bretagna, gli esperti sollecitano il governo a incoraggiare la sostituzione del sodio con il potassio. Si ridurrebbe il rischio di ictus e attacchi cardiaci

Il governo britannico dovrebbe spingere i produttori alimentari a valutare la possibilità di sostituire parzialmente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *