Home / Archivio dei Tag: zuccheri aggiunti

Archivio dei Tag: zuccheri aggiunti

“L’ABC della merenda”, i dubbi di una lettrice sullo snack con Parmigiano e succo di frutta. La risposta dei nutrizionisti con le alternative fatte in casa

Una lettrice ci scrive: Buongiorno, mi chiamo Ilaria. Stavo guardando l’etichetta della nuova merenda firmata da Parmareggio Reggiano e Valfrutta: L’ABC della merenda  composta da una fettina di formaggio, un succo di frutta e alcuni grissini. Nella parte interna della confezione ci sono informazioni sul fabbisogno calorico per un ragazzo e la ripartizione “corretta” riferita a  proteine (15%), carboidrati (50%) e  …

Continua »

Incentivi e disincentivi per ridurre la quantità di zuccheri negli alimenti industriali. Nuovo rapporto dell’Organizzazione mondiale della sanità

I produttori e i rivenditori di alimenti ad alto contenuto di zuccheri hanno attualmente molti più incentivi a continuare a usare lo zucchero, piuttosto che a limitarne l’uso o a sostituirlo completamente. Infatti, è diffusa la convinzione che lo zucchero sia il miglior dolcificante e l’industria alimentare va incontro, rafforzandola, a questa “scelta” dei consumatori, molti dei quali sono anche …

Continua »

In Germania Foodwatch premia il prodotto più ingannevole dell’anno. Vincono i biscotti “fatti su misura per bebè” con il 25% di zuccheri

Anche quest’anno Foodwatch, associazione dei consumatori presente in Germania (oltre che in Francia e Paesi Bassi), ha premiato con il Bignè Dorato il prodotto con l’etichetta più ingannevole. Quest’anno il primo premio è stato assegnato ai biscotti per bambini Kinderkeks di Alete, che hanno ottenuto più del 50% dei voti, stracciando così la concorrenza. Secondo il produttore i biscotti  sono …

Continua »

Gran Bretagna, zuccheri aggiunti nel 60% dell’acqua di cocco. 400 tonnellate sono state sequestrate o rimosse dal mercato

In Gran Bretagna, un’inchiesta della Food Standards Agency (FSA) sull’acqua di cocco ha scoperto la presenza di zuccheri aggiunti nel 60% dei campioni analizzati, nonostante in etichetta dichiarassero che la bevanda era pura e senza additivi. La National Food Crime Unit ha intercettato le partite di acqua di cocco di importazione nel porto di Felixstowe all’inizio dell’anno, e ha analizzato …

Continua »

Efsa annuncia una nuova valutazione scientifica sugli zuccheri aggiunti per il 2020. Tra gli obiettivi l’elaborazione di un valore limite per l’assunzione quotidiana

L’Agenzia europea per la sicurezza alimentare ha annunciato che fornirà un parere scientifico ufficiale sul consumo quotidiano di zuccheri aggiunti entro l’inizio del 2020 su richiesta di cinque paesi del Nord Europa (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia). Efsa intende anche stabilire un valore limite per l’assunzione giornaliera di zuccheri semplici senza effetti nocivi sulla salute, come aumento del peso, sensibilità …

Continua »

Bambin Gesù, la notizia dell’eccesso di fruttosio nel cibo è sbagliata e viene ritirata. Nessuno si accorge degli errori grossolani

Il 14 febbraio 2017 l’Ospedale Bambin Gesù di Roma pubblica il resoconto di uno studio durato 4 anni sulla pericolosità del fruttosio nell’alimentazione dei bambini, con dati  che appaiono grossolanamente errati. La ricerca fa probabilmente confusione tra zucchero e fruttosio. La nota del Bambin Gesù evidenzia come l’abuso sistematico del fruttosio aggiunto ai cibi e alle bevande, ha gli stessi …

Continua »

Quante calorie in quella tazza! Si aggiungono troppi zuccheri e grassi nel caffé e nel té. I risultati di uno studio americano

Gli americani assumono molte calorie dalle bevande che amano di più, tè e caffè, e probabilmente non se ne rendono conto. Ma ora uno studio condotto dai nutrizionisti dell’Università dell’Illinois e pubblicato su Public Health chiarisce l’entità di questo apporto poco necessario, nella speranza di convincere le persone a ridurre o, se possibile, eliminare questa fonte di zuccheri e grassi. …

Continua »

Zucchero nascosto: in Canada si trova in in due terzi degli alimenti confezionati. Un’etichetta a semaforo per indicarne la presenza?

Quasi due terzi di alimenti e bevande confezionati presenti nei supermercati e negozi canadesi contiene zuccheri aggiunti, spesso nascosti. Questo il responso di un’indagine pubblicata sul Canadian Medical Association Journal nella quale i nutrizionisti di Public Health of Ontario e dell’Università di Waterloo hanno preso in esame quasi 40.000 prodotti e li hanno catalogati in base alla presenza o meno …

Continua »

Troppi zuccheri aggiunti nella dieta dei bambini italiani. Ma per i cardiologi americani dovrebbero essere banditi del tutto sotto i due anni e non superare i 25 g/giorno dai due ai 18

Niente zuccheri aggiunti per i bambini sotto i due anni e un massimo di sei cucchiaini al giorno – 25 grammi – dai due ai 18 anni. A stabilire questi paletti  è stata, qualche mese fa, l’American Hearth Association, a conclusione di un articolo che riassume i rischi per la salute di un consumo eccessivo di zuccheri semplici – glucosio, galattosio, …

Continua »

Troppe merendine ricche di zuccheri, grassi e calorie. In Italia mancano studi sui consumi reali. Perché nessuno li vuole fare?

È importante educare i bambini a mangiare alimenti semplici come pasta, riso, frutta, verdura, pane, legumi che hanno un sapore molto diverso rispetto agli alimenti industriali studiati per risultare irresistibili e dare il massimo piacere al palato grazie al mix di zuccheri, grassi e sale. Gli snack e le merendine sono i prodotti che meglio rappresentano questo concetto. Le merendine di produzione industriale sono piccoli dolci …

Continua »

Lo zucchero nascosto: quanti cucchiaini sono presenti nei biscotti e nei cereali della prima colazione ? Ecco cosa abbiamo scoperto

Gli zuccheri aggiunti agli alimenti, accusati di essere una delle cause di obesità e diabete sono uno dei temi più scottanti nel mondo della nutrizione. Secondo l’OMS, per abbassare il rischio di serie patologie croniche gli zuccheri semplici non devono superare il 10% delle calorie giornaliere. Anzi, sarebbe meglio limitare l’apporto al 5% dell’energia, cioè circa 25 grammi di zucchero …

Continua »

Gatorade: i nuovi spot con Serena Williams e Usain Bolt. Abbiamo davvero bisogno degli zuccheri in uno sport drink ?

Aggiornamento del 24 giugno 2016 Gatorade dopo la nostra segnalazione, ha deciso di modificare il testo dello spot eliminando la parola “tutto” nella frase  “tutto quello di cui hai bisogno per continuare a sudare”. Pur apprezzando la decisione di Gatorade, va ribadito che  lo sportivo amatoriale non necessariamente ha bisogno di uno sport drink con zuccheri aggiunti. Nella maggior parte …

Continua »

USA: cambiamento radicale delle etichette nutrizionali. Numeri riferiti a porzioni e obbligo di indicare gli zuccheri aggiunti

Ventidue anni dopo il loro esordio, le etichette nutrizionali degli Stati Uniti cambiano. L’annuncio delle nuove regole decise dalla Food and Drug Administration (FDA) è stato dato dalla First Lady, Michelle Obama. I numeri relativi ai vari ingredienti fanno riferimento a quelli contenuti in una porzione che sono state a loro volta aggiornate, tenendo conto dei cambiamenti avvenuti nei comportamenti …

Continua »

Zucchero: succhi di frutta, frullati e bibite a base di frutta ne contengono troppo. I risultati di una ricerca inglese

Il livello di zucchero nelle bevande alla frutta è “inaccettabilmente alto”: è la conclusione di uno studio pubblicato dalla rivista BMJ Open e condotto da ricercatori delle Università di Liverpool e di Londra. Gli scienziati hanno analizzato 203 bibite alla frutta, succhi di frutta 100% e frullati, venduti nei sette principali supermercati del Regno Unito e commercializzati in modo specifico …

Continua »

La tassa sulle bibite zuccherate divide: è sostenuta dai parlamentari britannici, mentre il primo ministro e le industrie sono contrarie

Contro il junk food e soprattutto contro le bibite zuccherate si muove tutto il parlamento britannico, che ha elaborato un  documento favorevole all’introduzione di una tassa.  La mossa politica lascia il primo ministro David Cameron solo alle prese con un  piano contro l’obesità infantile che eviterebbe la tassa.Ne riferiscono tutti i media britannici, tra i quali la BBC, che sottolinea …

Continua »