Home / Archivio dei Tag: Rai

Archivio dei Tag: Rai

Una domanda a Giorgio Calabrese il guru della nutrizione, presidente del CNSA, consulente di 9 programmi Rai, collaboratore di 8 giornali, docente di 3 università e titolare di 4 studi

Giorgio Calabrese è un personaggio noto al grande pubblico televisivo che ricopre incarichi importanti. Il più prestigioso è forse quello di presidente del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare, un organismo promosso dal Ministero della salute che raggruppa studiosi e scienziati  del settore e  fornisce pareri su aspetti molto delicati della sicurezza alimentare. L’ultima nomina è quella di consigliere del …

Continua »

Nel programma Geo & Geo di Rai 3 Antonello Paparella svela i segreti delle creme e dei dolci industriali

Antonello Paparella* è ospite fisso della trasmissione Geo & Geo, condotta da Sveva Sagramola e da Emanuele Biggi, in onda dal lunedì al venerdì alle 15:50 su Rai Tre propone sempre un tema alimentare rivelando aspetti il più delle volte poco conosciuti, spiegati con un linguaggio semplice. Nella puntata del 14 marzo Paparella descrive quali sono gli ingredienti usati per preparare le creme …

Continua »

Pizza bruciata agli idrocarburi: no grazie! La trasmissione della Rai “Report” punta il dito contro l’abitudine di servire pizza annerita. Il parere dell’Istituto Superiore di Sanità

L’accostamento tra la pizza napoletana, gli idrocarburi e i tumori, come si vede nell’anteprima del servizio di Report (programma della Rai condotto da Milena Gabanelli che andrà in onda domenica 3 ottobre alle 21:15), è forse troppo allarmistico nei toni e nelle immagini, ma deve fare riflettere. A tutti è capitato di mangiare una pizza con il bordo o il …

Continua »

Funghi velenosi a “La prova del cuoco”. Nel programma Rai di Antonella Clerici sono stati presentati come spugnole commestibili

Funghi velenosi cucinati in diretta tv: è successo il 22 maggio scorso, in una puntata della popolare trasmissione La prova del cuoco. Uno degli chef in gara ha portato in studio funghi presentati come “spugnole” (nome comune di specie del genere Morchella). Si trattava invece di “false spugnole” o “spugnole bastarde”, vale a dire esemplari di Gyromitra esculenta, fungo velenoso …

Continua »

Giornalista si spaccia per inviato di TripAdvisor e chiede 50 euro per una recensione all’Osteria del Leone di Bagno Vignoni (video ottobre 2013)

Prendiamo spunto dall’avvio dell’istruttoria dell’Antitrust sui sistemi di valutazione e pubblicità usati da TripAdvisor, per riproporre un filmato di 4 minuti girato nel mese di ottobre del 2013 e pubblicato in esclusiva da Il Fatto Alimentare dove si vede il giornalista professionista enogastronomico Stefano Cernetic, che chiede del denaro in cambio di  una recensione.   Il signore si presenta come …

Continua »

Ratatouille (il film di Brad Bird) in onda su Rai Due perde i titoli di coda! Pessima abitudine per un servizio pubblico. Esposto all’Agcom

La sera del 3 gennaio 2014 Rai Due ha mandato in onda Ratatouille, un bellissimo film di Brad Bird che ha ricevuto l’Oscar nel 2008 come miglior film di animazione oltre ad essere candidato ad altre quattro nomination (migliore sceneggiatura originale, miglior sonoro, miglior montaggio sonoro e migliore colonna sonora). Ratatouille racconta la storia di un giovane cuoco in un famosissimo …

Continua »

Il falso inviato di TripAdvisor arriva sulle pagine de La Nazione. Dopo il nostro articolo anche il quotidiano di Firenze segnala la truffa

  La vicenda del falso inviato di TripAdvisor che si presenta all’Osteria del Leone e chiede soldi per un recensione speciale, denunciata da Il Fatto Alimentare, ha avuto un grosso riscontro in rete e su molti siti specializzati in food. Anche il quotidiano la Nazione ha pensato di  proporre  un articolo ai suoi lettori raccontando la storia. Sara Rossi © …

Continua »

Truffa TripAdvisor: in esclusiva il video del giornalista che chiede 50 euro per una recensione… ma poi arrivano i carabinieri

Ore 10:30 del 19 settembre 2013 – Il giornalista professionista enogastronomico Stefano Cernetic direttore della testata on line Il Gotha del gusto torna dopo quattro anni all’Osteria del Leone di Bagno Vignoni (Siena). Questa volta c’è una novità, ha una borsa con il logo di TripAdvisor bene in vista e si presenta al gestore come un giornalista specializzato in ristoranti …

Continua »

Vota la pubblicità spazzatura. Il Fatto Alimentare invita i lettori a fare la classifica degli spot e dei messaggi impresentabili

Foto-vota-pubblicita-schermata-elenco

Ci sono siti come Tripadvisor che propongono una classifica degli alberghi sulla base dei giudizi dei lettori. Alcune  guide turistiche danno un voto ai ristoranti ispirandosi al giudizio degli avventori.   Anche Il Fatto Alimentare dà la possibilità ai lettori di votare gli spot peggiori. I primi otto li abbiamo scelti tra i messaggi censurati dall’Antitrust e dal Giurì, tra …

Continua »

Alessandro Di Pietro licenziato dalla Rai per pubblicità occulta. La notizia diffusa in febbraio da Il Fatto Alimentare invitava l’azienda a prendere provvedimenti

dipietro-occhio-spesa

Sono passati 40 giorni da quando Il Fatto Alimentare ha pubblicato la notizia che la Rai era stata condannata a pagare 25 mila euro di multa per il programma “Occhio alla spesa” in onda su Rai 1 condotto da Alessandro Di Pietro. L’accusa è precisa: il conduttore ha fatto pubblicità occulta alla pasta Aliveris. Ilfattoalimentare aveva pubblicato un articolo nel …

Continua »

Occhio alla Spesa

dipietro-occhio

Alessandro Di Pietro, ex conduttore del programma Occhio alla spesa, è stato licenziato dalla Rai in seguito ad una sentenza dell’Antitrust che accusa il programma di avere realizzato pubblicità occulta a favore della pasta Aliveris. Nel corso di tre puntate, recita la sentenza “vengono ripetutamente descritte in modo estremamente enfatico tutte le caratteristiche benefiche della pasta, vengono  trasmessi servizi interamente …

Continua »

Carne di cavallo, basta con le storielle di Coldiretti sull’etichetta di origine. Lo scandalo è una truffa commerciale. Lo dice anche il commissario UE Tonio Borg

etichetta origine

La vicenda delle lasagne, dei tortellini e delle polpette Ikea contenenti carne di cavallo anziché carne bovina ha coinvolto 24 paesi europei e i prodotti ritirati dal mercato sono quasi 200. Sui giornali sono apparsi centinaia di articoli molti dei quali richiamo la tesi di Coldiretti sull’importanza dell’etichetta di origine per la carne di cavallo, lasciando intendere che con questa …

Continua »

Il Garante censura “la pasta della salute” Aliveris e il programma Rai di Alessandro di Pietro “Occhio alla spesa”: messaggi ingannevoli e pubblicità mascherata

aliveris-pasta

I claim pubblicitari che definiscono la pasta al germe di soia Aliveris come “pasta della salute”, indicata per la dieta dei diabetici e in grado di  svolgere “un’azione di controllo sul colesterolo”, sono ingannevoli. Lo ha stabilito l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, emettendo sanzioni nei confronti di Aliveris srl (distributore e promotore), l’azienda produttrice IAFB, la società Amor …

Continua »

Censurato Alessandro Di Pietro conduttore di Occhio alla spesa di Rai 1. Ha preso soldi per fare pubblicità occulta alla pasta Aliveris. La Rai deve pagare 25.000 euro di multa

dipietro-occhio-spesa

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato (Agcm) ha censurato il  comportamento del presentatore televisivo Alessandro Di Pietro, perché nel corso di tre puntate del programma “Occhio alla Spesa” in onda su Rai 1, ha fatto pubblicità occulta alla pasta di soia Aliveris, descritta come un prodotto adatto per diabetici.   Le puntate sotto accusa sono 3, quella del 9 …

Continua »

Aliveris: la pasta non è per diabetici, l’amministratore dell’azienda risponde a un nostro articolo con alcune precisazioni

pasta

Andrea Cerù, amministratore di Aliveris, risponde all’articolo “Aliveris pasta per diabetici! Non è proprio così” pubblicato sul nostro sito e firmato da Paola Emilia Cicerone. —————————————————————————— Sono rimasto colpito dal suo articolo. Inizialmente, visto il taglio critico, ho pensato che potesse essere stato ispirato da qualche concorrente. Poi, rileggendolo, e soprattutto in considerazione del suo noto curriculum di stimata giornalista …

Continua »