Home / Archivio dei Tag: agcm

Archivio dei Tag: agcm

Informazioni salutistiche e nutrizionali sulle etichette: il Governo ha disposto le sanzioni. Ancora criticità secondo l’avvocato Dario Dongo

Meglio tardi che mai, il governo italiano ha messo a punto il regime sanzionatorio specifico sulle  violazioni del reg. (CE) n. 1924/06, su “nutrition & health claims”. Ma c’è poco da rallegrarsi, e vediamo perché. Le indicazioni nutrizionali e salutistiche relative ai prodotti alimentari, in oltre dieci anni di applicazione delle regole europee, sono state oggetto di sorveglianza in Italia …

Continua »

Vivident, Happydent, Daygum e Mentos: la pubblicità delle gomme da masticare era ingannevole. Il Tar dichiara legittima la decisione dell’Antitrust del 2013

È legittima la censura dell’Antitrust nei confronti delle pubblicità delle gomme da masticare Vivident, Happydent, Daygum e Mentos. Questo è quanto stabilito dalla sentenza del Tar del Lazio, che ha ribadito come i profili di ingannevolezza sollevati dall’Agcm fossero del tutto in linea con quanto stabilito dalla normativa europea sui claim salutistici e nutrizionali e dall’Efsa. La sentenza arriva più …

Continua »

Coca-Cola: basta pubblicità che associa mamme, bambini e il consumo durante i pasti. L’elenco delle censure accumulate dalla multinazionale

Gli spot Coca-Cola continuano ad affiancare la bibita ai bambini di 5-6 anni seduti a tavola mentre mangiano un piatto di pasta. Nello spot andato in onda nel mese di ottobre/novembre 2016 si vede una mamma con la bottiglia di Coca-Cola a fianco mentre prepara la pasta. Nella scena successiva la madre appoggia il piatto di tagliatelle ancora fumante su …

Continua »

Celiachia uomo-donna: il divario nei buoni di acquisto per prodotti senza glutine è troppo alto. Come è stato calcolato? Le risposte di AIC

Il sistema per acquistare alimenti senza glutine è un tema molto dibattuto per le contraddizioni e le diverse modalità adottate dalle Regioni. Ricordiamo tra i vari problemi sollevati da AIC (Associazione Italiana Celiachia) e da Agcm (Autorità garante della concorrenza e del mercato) –  la possibilità di acquisto anche nei supermercati e l’uniformità del contributo a livello nazionale. Il Fatto …

Continua »

Celiachia: in Valle d’Aosta e Sardegna il contributo si può usare solo in farmacie e affini. Il parere dell’Agcm riapre il dibattito

I prodotti senza glutine sono venduti ovunque: nei supermercati, nei negozi specializzati in prodotti salutistici, nelle parafarmacie e – ovviamente – in farmacia. Chi convive con la celiachia, tuttavia, non sempre può usufruire del rimborso garantito dal SSN in tutti i negozi, perché ogni Regione ha una sua autonomia e stabilisce un contributo mensile di diverso importo e con modalità …

Continua »

Depuratori Apure: la pubblicità è ingannevole. Multa dell’Antitrust da 10 mila euro: l’acqua depurata non previene nessuna malattia

donna acqua

La pubblicità dei depuratori d’acqua ad uso domestico Apure è stata sanzionata dall’Antitrust perché ritenuta ingannevole e alla società Siro Srl, rivenditore italiano del prodotto, è stata comminata una multa da 10 mila euro. L’indagine dell’Agcm è partita in seguito alla segnalazione di un consumatore, che ha ritenuto sospette alcune caratteristiche del prodotto descritte sul sito internet www.dream-water.it. Nel sito …

Continua »

15.000 euro di multa per pubblicità ingannevole a Emmedent: l’acqua alcalina ottenuta da ionizzatori non previene i tumori

L’autorità garante della concorrenza e del mercato il 6 luglio ha sanzionato Emmedent Forniture di Mittica Domenico per pubblicità ingannevole, con una multa di 15.000 euro. Sul sito internet l’acqua alcalina veniva presentata come in grado di prevenire cancro e malattie degenerative. La pubblicità di Emmedent (società operante nel commercio di apparecchi per il trattamento delle acque e della vendita …

Continua »

Acqua alcalina ionizzata: censurata la pubblicità. Multa di 30 mila €. La precisazione dell’azienda

 La pubblicità dell’acqua alcalina ionizzata proposta come una panacea per tutti i mali (dal cancro al diabete, dal sovrappeso ai foruncoli) continua a girare in rete. Questo è quanto accadeva in rete fino a quando due società  sono state state  condannate dall’Antitrust per messaggi ingannevoli a pagare un importo complessivo di 30.000 €. In seguito a segnalazioni da parte di …

Continua »

Consumatori o consumattori? Un incontro per parlare di efficacia ed eticità della comunicazione pubblicitaria

Il 15 marzo si terrà a Milano (ore 10.00-13.00) presso l’Auditorium Assolombarda (Via Pantano 9) l’incontro “Consumatori o consumattori? La pubblicità etica come fattore di competitività per le imprese”, promosso da EthicsGo, istituto indipendente di comunicazione etica. In questo incontro si affronterà la necessità che una comunicazione pubblicitaria sia efficace sia etica. Per capire come poter unire questi due aspetti …

Continua »

Integratore Immun’Age: il Tar toglie la multa di 250 mila euro per la pubblicità che prometteva benefici per cancro, Alzheimer e Parkinson

Nel 2014 l’AGCM ha sanzionato la società Named con una multa di 250 mila euro per l’uso di claim salutistici  proibiti. In particolare, l’integratore alimentare Immun’Age era – ed è, almeno in parte – proposto come “coadiuvante” per la prevenzione dell’influenza o nel contesto di patologie quali l’Alzheimer, il Parkinson, il cancro. Tra l’altro, i pazienti affetti da alcune di queste patologie …

Continua »

Antitrust censura Maroni e la Regione Lombardia che invita gli studenti a mangiare da McDonald’s (gelato in regalo per studenti sconto per i professori )

L’Antitrust boccia la lettera inviata il 20 aprile 2015  dall’Assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della regione Lombardia  Valentina Aprea ai Direttori delle Istituzioni Formative lombarde invitandoli a visitare Expo e ricordando che per il pranzo potevano usufruire di una speciale agevolazione presso McDonald’s. La lettera dell’Aprea ricordava che  “Per il solo mese di Maggio McDonald’s offrirà una soluzione ristorativa scontata. …

Continua »

“La carne è senza rischi”: falso! Ritirata la pubblicità ingannevole di Federcarni denunciata all’Agcm dai 5 Stelle e dal Partito animalista europeo

“Sì alla carne. Piacere senza rischi“, questa e altre frasi utilizzate nella campagna pubblicitaria 2015 promossa da Federcarni (la federazione nazionale dei macellai) e Confcommercio sono state rimosse, perché ritenute ingannevoli dell’Autorità Garante della concorrenza e del mercato (leggi articolo). Tra i tanti che hanno notato le frasi sui manifesti e sui sacchetti distribuiti nei punti vendita, il Partito animalista europeo e Mirko …

Continua »

Sacchetti biodegradabili: sempre più aziende si impegnano a rispettare la normativa. Fondamentali i controlli delle autorità e dell’AGCM

sacchetto plastica

17 imprese della grande distribuzione sostituiranno i sacchetti di plastica (non compostabili) utilizzati finora, con le shopper veramente “biodegradabili” (leggi approfondimento). Il Fatto Alimentare aveva trattato l’argomento poche settimane fa, seguendo le indagini in corso da parte del pubblico ministero Raffaele Guariniello e dei NAS sull’enorme quantità di sacchetti presentati come biodegradabili, ma che in realtà non lo sono. La …

Continua »

L’antitrust ha avviato una consultazione pubblica per la bozza del regolamento sulla pubblicità ingannevole e comparativa, violazioni…

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (Agcm) ha diffuso la bozza di regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità ingannevole e comparativa, pratiche commerciali scorrette, violazione dei diritti dei consumatori nei contratti, violazione del divieto di discriminazioni, clausole vessatorie (vedi nota).   Il nuovo testo è destinato ad abrogare il Regolamento sulle procedure istruttorie in materia di pubblicità …

Continua »

Immun’Age: multa da 250.000 euro per pubblicità ingannevole. Nessun beneficio contro Alzheimer e Parkinson, ma prezzi stratosferici

Aggiornamento 22 settembre 2015: Il Tar Lazio ha annullato la multa all’integratore Immun’Age che lo scorso anno l’Antitrust aveva dato all’azienda produttrice, la Named Spa, per pubblicità ingannevole. Per approfondimenti clicca qui. La società Named, produttrice dell’integratore alimentare Immun’Age, dovrà pagare una multa di 250.000 euro per pubblicità ingannevole. Lo ha deciso l’Antitrust che ha censurato le campagne realizzate  sui giornali, sulle radio, sulle televisioni e …

Continua »