Home / Richiami e ritiri / Richiamati alcuni lotti di Pollo Family Bio dell’azienda agricola Viustino 65 per presenza di Salmonella enteritidis

Richiamati alcuni lotti di Pollo Family Bio dell’azienda agricola Viustino 65 per presenza di Salmonella enteritidis

Il Ministero della salute ha pubblicato il richiamo di alcuni lotti di pollo biologico prodotti dall’azienda agricola Viustino 65 per la presenza di livelli oltre i limiti di Salmonella enteritidis. La contaminazione è stata scoperta in sede di analisi di autocontrollo nei lotti 260617 e S270617. I lotti 030717 e S040717 sono stati richiamati a scopo precauzionale.

I prodotti della linea Pollo Family Bio interessati dal provvedimento di richiamo sono: pollo a busto, mezzo petto, petto intero, petto a fette, cosce anatomiche, sovracosce, fuso, bocconcini e alette. Le scadenze dei prodotti vanno dal 05/07/2017 al 27/07/2017.

I prodotti in questione hanno una distribuzione locale, attraverso lo spaccio dell’azienda agricola Viustino 65 a San Giorgio Piacentino (provincia di Piacenza). Si raccomanda a chi ha acquistato i prodotti della linea Pollo Family Bio con i numeri di lotto in questione di non consumarli e restituirli presso lo spaccio, dove i prodotti saranno rimborsati.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare l’azienda al numero 0523530169

Questo è il richiamo numero 43 segnalato da Il Fatto Alimentare nel 2017.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo  pubblicato in Italia che  rivela i segreti e le criticità di un sistema che funziona poco e male. Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. La questione riguarda grandi aziende come Barilla, Mars…, catene di supermercati che commercializzano migliaia di prodotti con i loro marchi (Esselunga, Coop, Carrefour, Auchan, Conad, Lidl, Eurospin…), e anche piccole e medie imprese. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore.

I lettori che hanno fatto una donazione riceveranno in omaggio il libro “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Richiamato un lotto di maxi hamburger di Angus a marchio Salumificio Sandri. Rinvenuto un corpo metallico in una confezione

È stato richiamato un lotto di maxi hamburger di Angus prodotto da Salumificio Sandri Snc …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *