Home / Richiami e ritiri / Lidl richiama le merendine Jaffa Cake a marchio Sondey per l’assenza dell’etichettatura in italiano. Interessati alcuni punti vendita di Lombardia ed Emilia Romagna

Lidl richiama le merendine Jaffa Cake a marchio Sondey per l’assenza dell’etichettatura in italiano. Interessati alcuni punti vendita di Lombardia ed Emilia Romagna

Lidl ha richiamato le merendine Jaffa Cake Sondey, prodotte da Bisquiva, perché prive di diciture obbligatorie in lingua italiana, tra cui gli allergeni. Il provvedimento riguarda solo le confezioni da 300g di tortine al gusto prugna (EAN 20706791), arancia (EAN 20005573) e ciliegia (EAN 20005566) senza etichettatura in lingua italiana.

La catena di discount precisa che i prodotti richiamati sono stati distribuiti per un errore logistico in alcuni punti vendita di Lombardia ed Emilia Romagna e che non hanno alcun difetto qualitativo. A scopo precauzionale, per tutelare i consumatori allergici, Lidl invita a restituire le tortine Sondey senza etichetta italiana al punto vendita d’acquisto, dove saranno rimborsate anche in assenza di scontrino fiscale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare Lidl Italia al numero verde 800480048.

Dal 1 gennaio 2017Il Fatto Alimentare ha segnalato 106 richiamiper un totale di 150 prodotti e 11 provvedimenti di revoca. Per vedere gli altri clicca qui.

Per capire come funziona il servizio di allerta alimentare e come viene effettuato il ritiro dei prodotti dai punti vendita leggi il libro “Scaffali in allerta” edito da Il Fatto Alimentare. È l’unico testo  pubblicato in Italia che  rivela i segreti e le criticità di un sistema che funziona poco e male. Ogni anno in Italia vengono ritirati dagli scaffali dei punti vendita almeno 1.000 prodotti alimentari. Nel 10-20% dei casi si tratta di prodotti che possono nuocere alla salute dei consumatori, e per questo scatta l’allerta. Il libro di 169 pagine racconta 15 casi di richiami che hanno fatto scalpore.

I lettori  interessati a ricevere l’e-book, possono fare una donazione libera e ricevere in omaggio il libro  in formato pdf  “Scaffali in allerta”, scrivendo in redazione all’indirizzo ilfattoalimentare@ilfattoalimentare.it

© Riproduzione riservata

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017. Clicca qui

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Richiamato salame nostrale a marchio “La Bottega di Adò” per possibile presenza di Salmonella

Il Ministero della salute ha diffuso l’avviso di richiamo di un lotto di salame nostrale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *