Home / Allerta / Avvistato pesce palla nel Mediterraneo altamente tossico. Scatta l’allerta nelle Capitanerie di porto. Rischio

Avvistato pesce palla nel Mediterraneo altamente tossico. Scatta l’allerta nelle Capitanerie di porto. Rischio

Nelle acque intorno all’isola di Lampedusa è stato catturato un esemplare di pesce palla maculato (Lagocephalus sceleratus) famoso in tutto il mondo perché si tratta di una specie le cui carni sono altamente tossiche e velenose. L’ingestione in alcuni casi può provocare anche la morte, come si è registrato in alcuni paesi del Mediterraneo.

Pesce palla
Il pesce palla maculato è altamente tossico e l’ingestione può essere mortale

La questione non è nuova. Il pesce palla (una specie tipicamente tropicale originaria del Mar Rosso è arrivata nel Mediterraneo attraverso il canale di Suez nel 2003.  Se fino a qualche anno fa i rilevamenti erano rari e occasionali, adesso la situazione è cambiata. Il pesce palla maculato se prima era una presenza solo nelle acque del Libano, della Turchia e della Siria ora si sta spostando. La presenza di branchi intorno al canale di Sicilia (Lampedusa,  Siracusa), in Puglia e di recente anche nelle acque spagnole in Croazia e a Malta desta preoccupazioni.

Schermata 2016-01-15 alle 10.58.04
L’allerta è destinato soprattutto ai pescatori sportivi

Gli avvistamenti e le catture lasciano ipotizzare un fenomeno di migrazione da valutare attentamente. Per questo motivo le autorità italiane, insieme a quelle spagnole, hanno  lanciato all’inizio dell’anno un’allerta coinvolgendo le Capitanerie di porto. L’avviso è destinato soprattutto ai pescatori sportivi che possono catturare questi pesci e, ignorandone la pericolosità, ingerire le carni. Il problema è serio anche perché la tossina non viene inattivata con la cottura.

La questione non riguarda la filiera del pescato all’ingrosso dove la vendita di tutti i pesci palla è vietata (D.Lgs. 531/1992) e, oltre alla rete di controllo dei veterinari ci sono gli operatori del  che conoscono bene il problema. Riconoscerli è facile perché la pelle non è ricoperta da  squame e la bocca evidenzia due grandi denti. Le specie di pesce palla presenti nei mari italiani sono attualmente tre  (vedi foto) e tutte contengono tossine pericolose, anche se solo quelle del pesce maculato possono causare la morte.

 

  Roberto La Pira

Roberto La Pira
giornalista, tecnologo alimentare

Guarda qui

zeus faber pesce san pietro

Anisakis in pesce San Pietro refrigerato dalla Francia e solfiti in fette di arancia disidratate dalla Tailandia… Ritirati dal mercato europeo 42 prodotti

Nella settimana n°44 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per …