Home / Pianeta / Obesità: la situazione negli Usa, dal 1985 ad oggi. In tutti e 50 gli Stati c’è una percentuale di obesi superiore al 20%

Obesità: la situazione negli Usa, dal 1985 ad oggi. In tutti e 50 gli Stati c’è una percentuale di obesi superiore al 20%

È stato pubblicato il 14° Rapporto sull’obesità negli Usa, realizzato dal Trust for America’s Health e dalla Robert Wood Johnson Foundation, sulla base dei dati dei Centers for Disease Control and Prevention. Un rapporto che contiene dati preoccupanti, se si tiene conto delle numerose campagne governative condotte negli ultimi anni per incoraggiare gli americani a mangiare in modo più sano e a fare più attività fisica.

In tutti e 50 gli Stati Usa c’è una percentuale di obesi superiore al 20%. Si va dal 22,3% del Colorado al 37,7% del West Virginia. Il maggior tasso di obesità (32%) si ha al Sud, seguito dal Midwest con il 31,4%, dal Northeast con il 26,9% e dal West con il 26%. Cinque Stati (Alabama, Arkansas, Louisiana, Mississippi e West Virginia) hanno un tasso di obesità tra gli adulti superiore al 35%.

Nel 1985, nessuno Stato aveva un tasso di obesità tra gli adulti superiore al 15%; nel 1991 nessuno lo aveva superiore al 20%; nel 2000 nessuno lo aveva superiore al 25%; nel 2006 solo il Mississippi aveva un tasso intorno al 30%. Oggi, il tasso di obesità supera il 35% in cinque Stati, il 30% in 25 Stati e il 25% in 46 Stati

obesità
I costi sanitari degli Usa connessi all’obesità ammontano a 149 miliardi di dollari l’anno

Dal rapporto emerge che più è alto il livello di istruzione e minore è il tasso di obesità. Infatti, è obeso il 35,5% di chi non ha fatto una scuola superiore, il 32,3% di chi ha un diploma, il 31% dei laureati, fino a scendere al 22,2% di chi ha un titolo post-laurea. L’obesità è maggiormente diffusa tra i neri, con un tasso del 38,3%, seguiti dai latini con il 32,5% e poi dai bianchi non latini con il 28,1%.

I costi sanitari degli Usa connessi all’obesità ammontano a 149 miliardi di dollari l’anno. A questi si aggiungono i costi indiretti derivanti dall’assenteismo a scuola e sul lavoro, oltre che dalla ridotta produttività.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017. Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Glifosato, ancora niente accordo nell’Ue neppure sul compromesso di un rinnovo dell’autorizzazione per cinque anni. Ultimo appello il 28 novembre, poi deciderà la Commissione europea

Continua l’impasse tra i 28 Stati membri dell’Unione Europea, che il 9 novembre non hanno …