Home / Etichette & Prodotti / Nesquik Plus gusto fragola: l’80% del prodotto è composto da zucchero ma tra gli ingredienti mancano le fragole!

Nesquik Plus gusto fragola: l’80% del prodotto è composto da zucchero ma tra gli ingredienti mancano le fragole!

nesquik fragola facebook
Sul sito della Nestlé il prodotto è presentato circondato da numerose fragole fresche e mature

Arriva sugli scaffali dei supermercati Nesquik plus gusto fragola. Sul sito aziendale la nuova polvere rosa viene presentata così: “Quando il gusto di Nesquik incontra la fresca piacevolezza della fragola, nasce il nuovo Nesquik plus al gusto fragola. Provalo col latte freddo!”.

 

La questione curiosa è che nel prodotto non ci sono fragole. Basta leggere la lista degli ingredienti. Il gusto e il colore della fragola sono ottenuti da un abile miscuglio di aromi naturali e dal colorante rosso barbabietola. Ecco l’elenco degli ingredienti: zucchero, maltodestrine, aromi naturali, colorante rosso di barbabietola, vitamine (C, niacina, acido pantotenico, B6, tiamina, folacina, D).

 

latte fragole frullato frutta 178877338
L’80% di Nesquik fragola  è composto da zuccheri come nella versione al cacao

C’è un altro aspetto curioso da rilevare. Mentre sulla confezione non compare il frutto ma solo la grande scritta: “gusto fragola”, sul sito della Nestlé (e sulla pagina Facebook) le cose vanno diversamente, il nuovo prodotto viene presentato circondato da numerose fragole fresche e mature. Si tratta di un’immagine che potrebbe trarre in inganno i consumatori…

 

Rispetto alla versione al cacao di Nesquik , il gusto fragola non presenta molte differenze dal punto di vista dell’apporto nutrizionale: anche in questo il prodotto contiene circa 80 grammi di zuccheri su 100. La parola “Plus” sull’etichetta è correlata all’aggiunta di vitamine, anche se esistono molti altri alimenti gustosi che ne apportano una buona quantità con un contenuto inferiore di calorie e magari sono più economici.

 

Gianna Ferretti, autrice del blog Trashfood e docente presso l’istituto di Biochimica della Facoltà di Medicina e Chirurgia e della Scuola di Specializzazione in Scienze dell’Alimentazione dell’Università Politecnica delle Marche

© Riproduzione riservata

Foto: Photos.com, Nesquik.it, Facebook.com/NesquikItalia

  Gianna Ferretti

Gianna Ferretti
docente Università Politecnica delle Marche

Guarda qui

Galbusera, Tre Marie, Pavesi, Mulino Bianco: si allunga l’elenco delle aziende che abbandonano l’olio di palma. Anche gli Oro Saiwa cambiano

Galbusera, Tre Marie, Pavesi e Mulino Bianco Barilla entrano a pieno titolo nella lista delle …

4 Commenti

  1. e che dire della Fanta gusto fragola e kiwi?
    Dov’è la fragola? Dov’è il Kiwi?
    Ma se ne sentiva proprio il bisogno?

  2. Io, pur di far mangiare il latte ai miei figli, ho provato a comprare quello classico.. Se qualcuno ha dei succedanei più genuini da suggerire..

  3. Ugo, ti è mai venuto in mente che ai tuoi figli non piaccia il latte? Si vive benissimo senza, basta informarsi e capire e non siamo nati e programmati per bere latte di mucca, anzi il contrario!!
    Altrimenti molti popoli (prendi gli asiatici) sarebbero già estinti. Il latte vaccino non è fondamentale nella nostra dieta, anzi è deleterio e fa male, non parliamo poi con questi prodotti industriali pessimi.