Home / Nutrizione / La lotta al sovrappeso e all’obesità infantili devono diventare una priorità dell’Ue. Pubblicate le conclusioni dei ministri della salute europei

La lotta al sovrappeso e all’obesità infantili devono diventare una priorità dell’Ue. Pubblicate le conclusioni dei ministri della salute europei

SovrappesoLa lotta al sovrappeso e all’obesità infantili dovrebbero diventare una priorità dell’Unione europea. Alcuni tra gli obiettivi saranno di ridurre la commercializzazione destinata a bambini e adolescenti di alimenti ad alto valore energetico, ricchi di sale, zuccheri, grassi saturi o acidi grassi trans, o altrimenti contrari agli orientamenti nazionali o internazionali in materia di nutrizione, nonché contrastare gli stili di vita sedentari: Sarà necessario avvalersi di strumenti basati su dati tangibili, viste le prove della forte correlazione tra promozione commerciale e tempo passato davanti a uno schermo, da un lato, e adiposità nei bambini e negli adolescenti, dall’altro.

È quanto afferma il Consiglio dell’Unione europea, che ha riunito i ministri della Salute dei vari paesi, prendendo atto che le politiche di promozione della salute e di prevenzione del sovrappeso e dell’obesità non sono state sinora abbastanza efficaci. Il Consiglio dell’Ue sottolinea che l’esperienza dimostra che le “iniziative volontarie possono essere più efficaci se accompagnate da misure di regolamentazione” e afferma che la Commissione europea e gli Stati dell’Ue dovrebbero prendere atto, in particolare, dell’urgente necessità di rispondere alla nuova sfida della commercializzazione e della pubblicità a mezzo di piattaforme online e media sociali, dove i messaggi sono spesso mirati a singoli minori e risultano più difficili da controllare.

Inoltre, Commissione e Stati Ue dovrebbero incoraggiare l’etichettatura volontaria semplificata dei prodotti alimentari, al fine di sostenere tutti i consumatori – in particolare quelli appartenenti ai ceti di livello socioeconomico più basso – nella scelta di opzioni sane e promuovere campagne di informazione e di educazione per aiutare i consumatori a comprendere meglio le informazioni alimentari, compresa l’etichettatura nutrizionale.

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare.  Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Bevande light: si accumulano gli studi sui possibili rischi, ma le prove sono lontane dall’essere definitive. Servono studi più rigorosi

Negli ultimi anni si è accumulato un certo numero di studi che indicano come le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *