Home / Recensioni & Eventi / È in libreria “Integratori alimentari nell’Unione Europea”, per chi vuole approfondire tutte le questioni e le controversie normative del settore

È in libreria “Integratori alimentari nell’Unione Europea”, per chi vuole approfondire tutte le questioni e le controversie normative del settore

Il libro esamina in maniera approfondita la normativa che regola gli integratori alimentari

Mentre le vendite di integratori alimentari in Europa rappresentano il 20% di tutto il mercato mondiale, il settore soffre per la mancanza di una completa armonizzazione delle normative all’interno dell’Unione Europea. Da queste premesse è nato il volume, indirizzato prevalentemente agli addetti ai lavori, “Integratori alimentari nell’Unione Europea“, scritto da Vittorio Silano, professore presso l’Università di Roma Tor Vergate e presidente del panel Efsa Cef (materiali a contatto con gli alimenti, gli enzimi, gli aromatizzanti e i coadiuvanti tecnologici), e Marco Fiorani, presidente di FederSalus.

Il libro si divide in sette capitoli, ciascuno dei quali dedicato ad un aspetto differente della normativa italiana ed europea sugli integratori alimentari, dalla richiesta di autorizzazione alle indicazioni funzionali e salutistiche consentite in etichetta. Gli autori fanno anche un confronto con le norme di paesi extra-europei, soffermandosi in particolare sugli aspetti in cui la mancata armonizzazione causa conflitti e difficoltà tra stati membri. È ad esempio emblematico il caso dei livelli massimi consentiti di vitamine e minerali, che variano notevolmente da un paese all’altro.

integratori alimentariVengono anche esaminati casi come quello dei cosiddetti ‘botanicals’, sostanze vegetali impiegate come medicinali tradizionali o in integratori alimentari da decenni, ma per i quali l’autorizzazione delle indicazioni sulla salute è ferma da anni. Il motivo? Valutazioni di sicurezza divergenti, difficoltà di applicazione della normativa e mancanza di consenso degli stati membri su come risolvere lo stallo. Un altro caso è quello dei probiotici, integratori diffusissimi, ma per i quali l’applicazione della normativa e la valutazione sono spesso ostacolate dagli effetti complessi e indiretti che hanno sulla nostra salute.

Integratori alimentari nell’Unione Europea, di Vittorio Silano e Marco Fiorani. A cura di FederSalus. Edizioni: Tecniche Nuove. Prezzo: 22,90 €

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Redazione Il Fatto Alimentare

Redazione Il Fatto Alimentare

Guarda qui

Allergeni alimentari: conoscerli, gestirli e imparare a valutare il rischio. Workshop per aziende a Roma il 7 febbraio per le aziende alimentari

Per le piccole medie imprese del settore alimentare è spesso complesso gestire la presenza di …