Home / Pianeta / Conad: stop alle uova provenienti da allevamenti in gabbia come fanno gli altri supermercati. CIWF Italia chiede di estendere il provvedimento

Conad: stop alle uova provenienti da allevamenti in gabbia come fanno gli altri supermercati. CIWF Italia chiede di estendere il provvedimento

Conad non venderà più uova con il proprio marchio provenienti da galline in gabbia

Entro la fine dell’anno, i supermercati Conad è non venderanno più uova a proprio marchio provenienti da galline allevate in gabbia. In un comunicato, Conad spiega che “la decisione di limitare la vendita è motivata da ragioni etiche. Seppure in linea con le normative vigenti, gli allevamenti in gabbia non consentono alle galline la libertà di movimento necessaria a garantire il loro benessere”. Nel 2016, le uova provenienti da questi allevamenti rappresentavano il 36,7% del totale, con una diminuzione del 5,1% rispetto all’anno precedente.

La decisione è arrivata dopo l’iniziativa dell’associazione CIWF Italia, secondo cui  solo  Conad tra le insegne italiane di supermercati più importanti  che comprendono  Coop, Esselunga, Auchan e Carrefour, era l’unica a non essersi  impegnata a smettere di vendere uova da galline allevate in gabbia. CIWF Italia aveva promosso una petizione, raggiungendo questo primo risultato, che però non viene giudicato sufficiente. La richiesta è che Conad elimini completamente le uova da galline allevate in gabbia dal proprio assortimento e non solo quelle a proprio marchio.

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal): clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Sondaggio Doxa sugli italiani al ristorante. La pizza è il piatto più scelto e il passaparola batte le recensioni online

Secondo una ricerca Doxa, commissionata da Groupon, otto italiani su dieci mangiano fuori casa almeno …

Un commento

  1. Conad è restia su vari fronti. Delle grandi catene è rimasta anche la sola che propone biscotti e fette biscottate a proprio marchio con olio di palma. Evidentemente le vendite non ne risentono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *