Home / Roberto La Pira

Roberto La Pira

Roberto La Pira

Giornalista; dr in Scienze delle preparazioni alimentari

Etichette a semaforo, tra bufale e realtà. Dossier del Fatto Alimentare per capire come funzionano e perché qualcuno rema contro

In Italia le etichette a semaforo non piacciono. Eppure stiamo parlando di un ottimo sistema per aiutare il consumatore a capire le caratteristiche nutrizionali di un prodotto. Il sistema è molto semplice: il rosso indica un alimento da assumere con moderazione, il verde un cibo sano mentre l’arancione invita a consumare il prodotto senza esagerare, per mantenere una dieta equilibrata. …

Continua »

Fico Eataly World, apre a Bologna la “Disneyland del cibo” di Farinetti. Un’operazione gigantesca tra fattorie, laboratori produttivi e chioschi per la ristorazione. Barilla grande assente

Fico è la nuova Disneyland del cibo. È questa la definizione che sembra prevalere tra i tanti giornalisti che il 9 novembre hanno visitato in anteprima i padiglioni ristrutturati dell’ex-mercato ortofrutticolo di Bologna. In realtà non è proprio così. Fico (acronimo di Fabbrica italiana contadina) Eataly World è un progetto che assomiglia molto a uno dei punti vendita Eataly di …

Continua »

Glifosato: Report e Coldiretti lanciano l’allarme. Ma per superare i limiti bisognerebbe mangiare da 100 a 600 kg di pasta al giorno!

La storia del diserbante glifosato presente nel grano duro canadese importato in Italia, è stata raccontata da Coldiretti anche attraverso diversi presidi nel porto di Bari dove attraccano le navi. La storia ha convinto migliaia di persone a diffidare delle materie prime straniere, anche se alcuni elementi di questa vicenda risultano poco chiari. C’è infatti da chiedersi perché Roberto Moncalvo, …

Continua »

Scarseggiano le uova: scaffali mezzi vuoti in molti supermercati. Una situazione destinata a perdurare, ecco perché

“Galline in fuga 2” non è il nuovo film a cartoni dei registi Peter Lord e Nick Park, ma quanto sta succedendo in Europa dove centinaia di allevamenti sono vuoti, in attesa delle operazioni necessarie per decontaminare i capannoni dal fipronil. Questa sostanza, pur essendo vietata, era fraudolentemente presente in alcuni pesticidi impiegati per combattere l’acaro rosso, un parassita diffuso …

Continua »

Continua la guerra del grano iniziata da Coldiretti. Tutti dicono la loro sull’indicazione di origine in etichetta

La guerra sull’indicazione in etichetta dell’origine del grano usato per la pasta va avanti da mesi, e vede contrapporsi le aziende produttrici ai ministri Martina e Calenda, alleati di Coldiretti. I consumatori però faticano a capire e si domandano perché le aziende riportano già queste indicazioni quando la pasta è prodotta con il 100% di grano duro italiano (lo fa …

Continua »

Allerta alimentare e ritiro dei prodotti dagli scaffali: confronto tra Ministero della salute e Il Fatto Alimentare a TV2000

Richiami, ritiri e allerta alimentari. Ne ha parlato nella puntata del 18 ottobre la trasmissione di TV2000 “Attenti al lupo” intitolata “La sicurezza nel piatto”, che ha ospitato il confronto tra Roberto La Pira, direttore de Il Fatto Alimentare, e Giuseppe Ruocco, DG della Direzione generale per l’igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione del Ministero della salute. …

Continua »

Barilla: la pasta – dice l’azienda nello spot- é fatta di grano italiano miscelato a quello importato da Francia, Australia e Stati Uniti. Ma sull’etichetta non c’è scritto

“Sull’etichetta non lo scriviamo, ma nello spot lo raccontiamo”. Potrebbe essere questo lo slogan dei fratelli Barilla, che aggirano il contestato decreto del ministro Martina sull’origine del grano con uno spot affidato alla simpatica campionessa di scherma Bebe Vio, Nel video si dice chiaramente per la prima volta che la pasta Barilla è preparata miscelando grano italiano e grano importato …

Continua »

Sacchetti ortofrutta: dal 1 gennaio si pagano, ma non dovranno costare più di 2 centesimi

Dal 1° gennaio 2018 i consumatori dovranno dire addio ai sacchetti distribuiti gratis nel banco self-service di frutta e verdura dei supermercati. La nuova legge recepisce una direttiva europea (art. 9 bis d.l. n. 91/2017 ) e impone l’uso esclusivo di buste  biodegradabili e compostabili (*) per la vendita di prodotti alimentari. Le nuove shopper – precisa la norma – …

Continua »

Coldiretti attacca il Ministero su micotossine e glifosato nel grano (anche se i livelli sono bassissimi), e dimentica il formaggio stagionato supercontaminato

Coldiretti scende di nuovo in campo nella battaglia del grano e sottolinea come il rapporto del Ministero della salute sulle micotossine abbia considerato solo in 25 campioni di frumento. Nello stesso comunicato si evidenzia che nel Piano nazionale sui residui uscito pochi giorni fa, le analisi sono state fatte su molti contaminanti, dimenticando però alcuni principi attivi tra cui il glifosato. È …

Continua »

Le bugie di Coldiretti su Repubblica.it. Come inventare dati allarmanti sul grano importato, citando anche i rapporti del Ministero della Salute

Oggi un articolo di Repubblica.it firmato da Cristina Nadotti sulla questione della guerra del grano tra Coldiretti e Aidepi (l’associazione dei produtori di pasta) propone la notizia sul rapporto dei Residui di prodotti fitosanitari negli alimenti del Ministero della salute, dicendo che praticamente nessun campione presenta livelli superiori ai limiti di legge. Nell’articolo si cita la riposta di Rolando Manfredini …

Continua »

La bufala di Coldiretti sulle micotossine nel grano duro importato. Documento Ministero smaschera la notizia. Allerta per il formaggio a pasta dura

Il piano nazionale per il controllo delle micotossine del Ministero della salute, pubblicato il 18 settembre 2017, non ha rilevato irregolarità nei campioni a base di grano che rappresentano il  7% del totale. I campioni non conformi, su 2.794 analizzati, sono solo 56 e sono quasi tutti formaggi in fase di stagionatura. Si tratta di un dato che smentisce i …

Continua »

Coop e Pam: richiamo per Curry Queen Victoria per indicazione sbagliata in etichetta. Problemi per allergici alla senape

Le catene di supermercati Coop, Coop Tirreno e Pam hanno diffuso un comunicato in cui avvertono i clienti che Drogheria e Alimentari ha ritirato e richiamato dal mercato in via precauzionale i vasetti di curry a marchio Queen Victoria. Il lotto è il numero L06193R mentre la scadenza indica come data 31/07/2020. Il Ministero della salute ha dato notizia del …

Continua »

Richiamate uova di gallina per eccessiva presenza di fipronil. In Italia ad oggi si registrano 32 segnalazioni 3 richiami

  Il Ministero della salute ha pubblicato un avviso di richiamo per un lotto di uova  di gallina  prodotto dalle Fattorie Valle del Misa per la possibile presenza di fipronil in misura pari a 0,72 mg/kg. Il provvedimento riguarda esclusivamente il lotto di produzione: 31/17;32/17;33/17;34/17. Si consiglia ai consumatori di restituire il prodotto presso il punto vendita in cui è …

Continua »

Uova al fipronil: i Paesi coinvolti sono 48 e centinaia i prodotti ritirati (30 in Italia ma le analisi continuano). Fallimentare la gestione della crisi da parte del Ministero della salute

Aggiornamento del 19 settembre  2017 Gli addetti al sistema di allerta italiano hanno inviato a Bruxelles 46  notifiche su prodotti e uova per fipronil (erano 30 all’inizio di settembre). Le notifiche e gli aggiornamenti rilevate dal Rasff  sono 623 (erano 430 alla fine di agosto). I paesi coinvolti sono 55 (erano 48 due settimane fa). Aggiornamento del 12 settembre  2017 …

Continua »

Huffingtonpost.it scivola sull’olio di palma e Dissapore.com sul gelato Algida. Pubblicità o articoli? Secondo lo Iap si tratta di messaggi promozionali

  Un mese fa l’Antitrust ha messo in riga foodblogger, influencer e personaggi dello spettacolo come Alessia Marcuzzi, Belén Rodriguez e Fedez che su YouTube, Instagram o Facebook presentavano foto e filmati a fianco di borse, vestiti, prodotti alimentari, elettrodomestici, accessori di moda ricevendo compensi da parte delle aziende produttrici. Il sistema è scorretto, ha detto l’Antitrust, perché il lettore …

Continua »