Home / Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

Giulia Crepaldi

I Petit Beurre della LU non sono più quelli di una volta: più piccoli, più leggeri e anche più cari. Il segreto nascosto nella forma

Anche i Petit Beurre non sono più quelli di una volta. I celebri biscotti secchi creati da Luis Lefèvre-Utile (erede di Jean-Romain e Pauline-Isabelle, i coniugi fondatori della LU, ora di proprietà del colosso americano Mondelez International), sono stati sfornati per la prima volta nel 1886 nella storica pasticceria di Nantes. I biscotti, rimasti praticamente inalterati per 130 anni,  hanno …

Continua »

Restituire al pomodoro il sapore di una volta studiando il suo genoma: l’obiettivo di alcuni ricercatori

Ritrovare il sapore vero del pomodoro, questa è la missione dichiarata da un gruppo di scienziati sulle pagine della prestigiosa rivista Science. Nel corso degli anni  i pomodori sono stati selezionati principalmente per avere una resa maggiore, una compattezza in grado di resistere ai trasporti e una maggior resistenza alle malattie. Queste scelte agronomiche hanno fatto sì che nel tempo …

Continua »

Riso rosso fermentato: gli integratori per abbassare il colesterolo possono causare danni ai muscoli e al fegato. Lo studio dell’Iss su 55 casi italiani

Attenzione agli integratori a base di riso rosso fermentato. Questo è il monito lanciato dai ricercatori dell’Istituto superiore di sanità, che hanno pubblicato sul British Journal of Clinical Pharmacology i risultati di una ricerca su decine di casi di effetti collaterali attribuiti a questi integratori naturali. I prodotti a base di riso rosso fermentato, conosciuto anche come Koji rosso e …

Continua »

Metodo Lemme: l’ordine dei medici contro Mediaset che dà spazio a diete senza basi scientifiche

L’ordine dei medici di Roma si scaglia contro Mediaset, RTI e Barbara D’Urso. Il motivo? La “Filosofia Alimentare®”, ovvero il metodo inventato dal controverso farmacista Alberico Lemme, che promette dimagrimenti notevoli in poco tempo. Il regime non prevede attività fisica e nemmeno restrizioni nella quantità dei cibi, perché il suo inventore ritiene le calorie un concetto superato. La dieta ha …

Continua »

La tecnica “gluten friendly” per produrre farine adatte ai celiaci funziona davvero? Scontro tra ricercatori italiani

Le microonde rendono innocuo il glutine. O forse no. Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Food and Chemical Toxicology metterebbe in dubbio l’efficacia della tecnologia “Gluten Friendly™” (di cui Il Fatto Alimentare aveva parlato già due anni fa), annunciata nel 2015 da Carmela Lamacchia e Aldo Di Luccia dell’Università di Foggia e dalla ricercatrice del Cnr Carmen Gianfrani, che ne …

Continua »

Contaminanti degli oli vegetali: anche per Fao e Oms esteri del glicidolo e 3-MCPD sono cancerogeni da limitare. Sotto accusa l’olio di palma

I contaminanti che si formano durante il processo di raffinazione degli oli di semi  continuano a destare preoccupazione tra i consumatori e a catturare l’attenzione degli esperti. Questa volta è il turno del Jecfa, il comitato congiunto Fao/Oms sugli additivi alimentari, che nel mese di novembre, durante la sua 83° sessione tenutasi a Roma, ha rivalutato la tossicità e gli …

Continua »

Preparati dimagranti in farmacia: il Ministero della salute vieta 40 sostanze e il Tar del Lazio riammette efedrina e pseudoefedrina. Al via tavolo per rivalutare i provvedimenti

donna bilancia dieta peso

I preparati galenici dimagranti sono diventati una fonte di grattacapi per il Ministero della salute. Con il decreto del 22 dicembre scorso, pubblicato in Gazzetta Ufficiale nel mese di gennaio. Il testo vietava 40  principi attivi e estratti naturali per la realizzazione, da soli o in combinazione, di preparati dimagranti in farmacia oltre che la possibilità di prescrizione da parte …

Continua »

Salmone: salgono i prezzi. La causa non è solo il pidocchio di mare, ma altri fattori importanti

salmone

Secondo un articolo del Guardian il pidocchio di mare (Lepeophtheirus salmonis), un parassita che vive sulla pelle del salmone, starebbe mettendo in difficoltà gli allevamenti scozzesi e norvegesi. Per il giornale britannico, sarebbe questa la principale causa dell’incremento dei prezzi all’ingrosso che  nell’area euro si attesta intorno al 36% (20% in Italia).  In Gran Bretagna per effetto della Brexit e …

Continua »

Dal primo gennaio obbligatoria in Francia l’indicazione di origine per latte e latticini. In Italia in vigore ad aprile per quello a lunga conservazione e derivati

Dal primo gennaio in Francia è in vigore l’etichettatura d’origine per il latte, i prodotti lattiero-caseari con almeno il 50% di latte. Il discorso è valido anche per  la carne utilizzata come ingrediente in prodotti alimentari trasformati, dove rappresenta più dell’8% del peso (la cronaca fa registrare la decisione  del ministero presa all’inizio di gennaio di concedere ancora tre mesi di …

Continua »

Caramelle: non solo zucchero. Coloranti e additivi affollano la lista degli ingredienti, ma alcuni destano preoccupazioni

Dolci, profumate e colorate. Come riporta il mensile francese 60 Millions de Consommateurs, le caramelle tanto amate dai bambini, oltre ad essere delle vere e proprie bombe di zucchero, sono piene di additivi come i gelificanti, gli aromi e soprattutto i coloranti. Tutte queste sostanze sono autorizzatedall’Unione Europea con il regolamento (UE) 1169/2011 e, in generale, non rappresentano un rischio …

Continua »

La Francia batte tutti per sostenibilità alimentare. Italia in sesta posizione: troppo spreco e cattive abitudini. La fondazione di Barilla presenta il Food Sustainability Index

Anche quest’anno si è svolto il Forum internazionale sul cibo e la nutrizione organizzato dal Barilla Center for Food and Nutrition (BCFN),  sulla nutrizione. Nella giornata di dibattito si è discusso  di alimentazione sostenibile, con la presentazione del Food Sustainability Index, cioè l’indice di sostenibilità alimentare calcolato per 25 paesi (il gruppo G20, con l’aggiunta di Colombia, Egitto, Etiopia, Israele, …

Continua »

Salumi e insaccati: esistono alternative a nitriti e nitrati? Aziende e ricercatori propongono una lista di possibili sostituti tra estratti naturali e nuove tecnologie

I cibi “senza” spopolano nei supermercati e le aziende si sono ben presto adeguate, sfornando una moltitudine di nuove proposte senza zucchero, grassi, colesterolo, sale, coloranti, aromi artificiali, glutine, lattosio e, più recentemente, senza olio di palma. Più difficile trovare aziende impegnate nella ricerca di alternative all’uso di nitriti e nitrati nella produzione di salumi e insaccati.  I consumatori che …

Continua »

Aumenta il prezzo dell’olio extravergine di oliva. L’impennata dovuta a un nuovo annus horribilis nella produzione olivicola

Salgono i prezzi all’ingrosso dell’extravergine italiano. Nel mese di novembre, con l’arrivo sulle piazze del nuovo olio i listini si attesteranno in media sui 6 euro/kg, con picchi fino a 6,50 €. A settembre i prezzi sull’olio vecchio si aggiravano in media sui 3,80 €, mentre adesso abbiamo già superato i 5 €. «Di conseguenza – spiega Alberto Grimelli, direttore …

Continua »

Botulino: sei intossicati a Roma per un panino. Incerta la causa: si indaga su ciauscolo e conserve di verdure. I consigli dell’ISS per difendersi

A Roma sei persone sono finite all’ospedale con i sintomi del botulismo. Grazie a un’indagine epidemiologica, è risultato che tutte le persone avevano mangiato il 4 novembre scorso panini a base di ciauscolo, un salame tipico delle marche, presso la nota paninoteca Dar Ciriola. Secondo quanto riportato inizialmente dal quotidiano Il Messaggero i sospetti sono stati focalizzati sul salume, che però …

Continua »

Nitriti e salumi. La TV francese denuncia la presenza di nitriti nei salumi solo per ragioni commerciali. Ma le cose stanno davvero così?

Lo scorso settembre, il programma televisivo francese Cash Investigation (1) in onda su France 2 – una sorta di Report d’oltralpe – ha trasmesso una lunga inchiesta sull’uso di nitriti (E249-E250) e nitrati (E251-E252) nella produzione del prosciutto cotto. Secondo gli autori del programma l’industria alimentare continua a usare questi additivi perché sono in grado di mantenere il colore rosato che …

Continua »