Home / Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Francia, l’Anses giudica insufficienti le etichette nutrizionali per migliorare la salute pubblica. Nessun commento sull’utilità per i cittadini

L’Agenzia francese per la sicurezza alimentare (Anses) ha valutato l’impatto dei quattro sistemi di etichettatura nutrizionale sperimentati nel corso dell’autunno, concludendo che, “allo stato attuale delle conoscenze, non è dimostrata la loro rilevanza in una prospettiva di sanità pubblica”. In altre parole non riconosce ai modelli  di etichetta la capacità di ridurre l’incidenza di alcune malattie nella popolazione ­- sovrappeso …

Continua »

Francia, la catena di supermercati Système U sostituisce 90 sostanze controverse in 1.500 prodotti a marchio proprio. Una scelta per andare incontro alle preoccupazioni dei consumatori

In Francia, la catena di supermercati Système U, che conta oltre 1.600 punti vendita, ha annunciato di aver sostituito 90 sostanze controverse utilizzate in 1.500 prodotti alimentari in vendita con il proprio marchio, perché suscitano nei consumatori interrogativi sui loro potenziali rischi per la salute. Si va dal diossido di titanio nelle caramelle, all’aspartame nelle bevande, agli Ogm nell’alimentazione degli …

Continua »

Quanto devo camminare per smaltirlo? Indicare l’attività fisica sulle etichette è il modo più efficace per far capire quante calorie ha un alimento

Secondo alcuni studi, le etichette nutrizionali non sono efficaci nell’influenzare i consumatori verso scelte più sane. Le ricerche dicono che i consumatori dedicano mediamente sei secondi alla scelta del prodotto e quindi le informazioni dell’etichetta devono essere di immediata comprensione, altrimenti vengono ignorate, in particolare nelle fasce socio-economiche più basse e tra coloro con minori conoscenze nutrizionali. Alcuni ricercatori del …

Continua »

In Europa si sprecano in media 180 kg di cibo l’anno a testa. L’Enea stila un decalogo per arginare il problema

In Europa si sprecano in media 180 kg di cibo pro-capite l’anno. In Italia, che è al 7° posto della classifica europea, la quota è di 164 kg/anno. Secondo i dati dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), nel nostro paese vengono gettati nel cassonetto circa 5,5 milioni di tonnellate di cibo l’anno, in …

Continua »

Usa, preoccupante aumento della resistenza delle erbe infestanti al glifosato e ad altri erbicidi. Pubblicata la terza ricerca annuale dell’Università dell’Illinois

Nel Midwest degli Stati Uniti, la resistenza delle erbe infestanti agli erbicidi è in continuo aumento. Il terzo rapporto annuale della Plant Clinic dell’Università dell’Illinois, relativo al 2016, ha analizzato la resistenza a due gruppi di erbicidi: il glifosato, che inibisce la sintesi degli amminoacidi aromatici, e gli inibitori della PPO (enzima protoporfirinogeno ossidasi). I ricercatori hanno studiato circa duemila …

Continua »

Inquinamento da Pfas delle acque in Veneto: interviene la magistratura. Nove avvisi di garanzia per inquinamento ambientale ai manager della Miteni Spa

bere acqua

La Procura di Vicenza ha notificato nove avvisi di garanzia per adulterazione dell’acqua e inquinamento ambientale ad altrettanti manager della Miteni Spa di Trissino (Vicenza), nell’ambito dell’inchiesta sull’inquinamento delle falde acquifere da sostanze perfluoroalchiliche (Pfas). I Pfas sono riconosciuti come interferenti endocrini correlati a patologie riguardanti pelle, polmoni e reni. L’inquinamento, scoperto nel 2013, interessa una sessantina di Comuni nelle province di …

Continua »

Glifosato tra le sostanze potenzialmente cancerogene (in California): il giudice Usa rigetta il ricorso della Monsanto

Un giudice Usa ha rigettato il ricorso della Monsanto: la California può quindi inserire l’erbicida glifosato nell’elenco delle sostanze potenzialmente cancerogene, il che apre alla possibilità che L’azienda sia obbligata ad inserire nell’etichetta dei prodotti l’avvertenza sui rischi di questa sostanza. Monsanto, produttrice del Roundup, il diserbante a base di glifosato più utilizzato al mondo, ha annunciato che ricorrerà in …

Continua »

Intossicazione da barbabietole crude in Francia: scatta l’invito a non servire gli ortaggi non cotti in mense e case di riposo. Mistero sulle cause

Il governo francese raccomanda, per prudenza, di evitare il consumo barbabietole crude. L’invito è stato diffuso dalla direzione generale per l’alimentazione del Ministero dell’economia, dopo un nuovo caso di intossicazione collettiva che lo scorso 30 dicembre ha coinvolto 45 persone nella regione dei Paesi della Loira. La questione delle barbabietole crude in Francia non è una novità. Nel 2010 le …

Continua »

Acrilammide: come dorare gli alimenti senza abbrustolirli. I consigli del FSA inglese per ridurre i livelli della sostanza poco conosciuta ma rischiosa

forno teglia pane

L’Agenzia britannica per la sicurezza alimentare, la Food Standards Agency (FSA) ha rilanciato l’allarme sui rischi per la salute dell’acrilammide, che si forma durante la cottura ad alta temperatura di prodotti ricchi di amido. Secondo l’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) l’assunzione  di questa sostanza in quantità elevata può aumentare il rischio di sviluppare il cancro. I gruppi di …

Continua »

Con i cambiamenti climatici rischia di aumentare il mercurio nei pesci. I risultati di uno studio di ricercatori svedesi e statunitensi

L’aumento delle precipitazioni in molte aree dell’emisfero settentrionale, conseguente ai cambiamenti climatici, potrebbe aumentare del 15-30 per cento il deflusso delle acque nei mari. È questa la previsione peggiore dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) che avrebbe come conseguenza un aumento del 300-600 per cento del metilmercurio, una forma di mercurio altamente tossica per lo zooplancton, termine scientifico che indica …

Continua »

Legumi, cibi integrali e olio di noci: le nuove raccomandazioni dell’Anses per l’alimentazione degli adulti. Grandi cambiamenti rispetto alle precedenti versioni

L’Agenzia francese per la sicurezza alimentare (Anses) ha pubblicato le nuove raccomandazioni per la dieta dei francesi adulti, evidenziando grandi cambiamenti rispetto alle precedenti versioni. Le novità riguardano il consumo regolare di legumi (come lenticchie, fave o ceci), la necessità di dare la preferenza a prodotti a base di cereali meno raffinati (come pane, pasta e riso integrali o semi-integrali), …

Continua »

Dal mondo degli home restaurant si chiede al Senato di modificare il testo della Camera. Polemica sui troppi vincoli e sul divieto di incrocio con i B&B

Continua a far discutere la proposta di legge sugli home restaurant, approvata di recente dalla Camera e che ora dovrà essere esaminata dal Senato. In particolare, si confrontano le posizioni di chi difende il testo, sostenendo che si tratta di una regolamentazione necessaria per garantire ai consumatori il diritto alla salute e ai ristoratori una concorrenza leale, mentre dall’altra sono …

Continua »

Frutta e verdura: una protezione vegetale per prolungare la durata. L’innovazione di una start-up californiana alla prova del mercato

Una start-up californiana, Apeel Sciences, sta sviluppando dei conservanti naturali ricavati da scarti vegetali biologici, in grado di prolungare sino a cinque volte la durata di frutta e verdura, rallentando il processo di decomposizione. Il nuovo prodotto è una sostanza da spruzzare su frutta e verdura in ogni momento del processo di maturazione, che una volta asciugata agisce come barriera nei …

Continua »

Bibite “light”: i dolcificanti stimolano l’appetito. Le calorie risparmiate vengono introdotte con altri alimenti

Il paradosso delle bibite dietetiche contenenti dolcificanti ipocalorici è che fanno aumentare l’appetito e alla fine della giornata le calorie non assunte attraverso lo zucchero delle bibite vengono compensate da quelle provenienti dai cibi consumati con più frequenza o in maggior quantità nel resto della giornata. È quanto sostiene uno studio condotto da ricercatori della Agency for Science, Technology and Research …

Continua »

Sostanze chimiche della filiera alimentare: la banca dati OpenFoodTox dell’Efsa è ora aperta al pubblico. Contiene informazioni sui rischi per l’uomo e per gli animali

pesticidi

OpenFoodTox è la nuova banca dati dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che dà accesso immediato alle informazioni contenute in oltre 1.650 documenti scientifici dell’Efsa sulla tossicità delle sostanze chimiche presenti nella catena degli alimenti e dei mangimi. Un editoriale pubblicato sull’Efsa Journal descrive come usare la banca dati, che dà informazioni su oltre 4.000 sostanze chimiche, sulla legislazione …

Continua »