Home / Controlli e Frodi / Non indicare nel menu gli alimenti surgelati presenti nel freezer del ristorante è un reato di tentata frode in commercio

Non indicare nel menu gli alimenti surgelati presenti nel freezer del ristorante è un reato di tentata frode in commercio

alimenti surgelati

I ristoranti che servono cibi surgelati, senza che questa qualità sia indicata nel menu, commettono un reato di frode in commercio. Non solo, il reato di tentata frode c’è anche se nel freezer ci sono alimenti surgelati, non indicati nel menu. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, respingendo come inammissibile il ricorso di un ristoratore, condannato sia dal Tribunale di Milano sia dalla Corte d’appello, che contestava il reato di tentata frode, non essendoci avventori nel locale e non essendo iniziata alcuna contrattazione.

Nella sentenza del 17 luglio scorso, la Cassazione scrive che “anche la mera disponibilità di alimenti surgelati, non indicati come tali nel menu, nelle cucina di un ristorante, configura il tentativo di frode in commercio, indipendentemente dall’inizio di una concreta contrattazione con il singolo avventore”. Nel caso specifico, poi, non c’erano alimenti freschi, “essendo congelata la totalità delle provviste”.

La Cassazione ha confermato la condanna del ristoratore milanese a una multa di 200 euro, oltre al pagamento delle spese processuali e al versamento di 2.000 euro in favore della Cassa delle Ammende, «considerato che non vi è ragione di ritenere che il ricorso sia stato presentato senza “versare in colpa nella determinazione della causa di inammissibilità”».

© Riproduzione riservata

sostieni

Le donazioni si possono fare:

* Con Carta di credito (attraverso PayPal). Clicca qui

* Con bonifico bancario: IBAN: IT 77 Q 02008 01622 000110003264

 indicando come causale: sostieni Ilfattoalimentare 2017.  Clicca qui

  Beniamino Bonardi

Beniamino Bonardi

Guarda qui

Polli con scadenze fasulle: scandalo in UK. Inchiesta giornalistica sulle pratiche di 2 Sisters Food Group, maggior fornitore britannico

Il maggior fornitore britannico di carne di pollame, 2 Sisters Food Group, ha sospeso le …

2 Commenti

  1. Quello della sentenza mi sembra un caso estremo. TUTTI gli alimenti disponibili nel ristorante erano congelati. Ma se uno ha del pesce abbattuto per utilizzarlo a norma nei crudi rispetta solo la legge. Se poi i gamberoni congelati invenduti come crudo li spaccia per freschi cucinandoli e’ un’altro discorso. Ma se hai delle fiorentine congelate come scorta e al cliente vendi quelle fresche, passi lo stesso un guaio ? Come fai a dimostrare che quella nel piatto NON era stata decongelata ?

  2. Vanno dichiarati sia quelli acquistati surgelati , sia quelli che il ristoratore prepara da se e poi abbatte e surgela?
    Ad esempio: faccio la pasta fresca ripiena per tutta la settimana e la surgelo .
    Grazie a chi mi risponde.