Home / Risultati della ricerca per: arsenico riso

Risultati della ricerca per: arsenico riso

Riso parboiled: una nuova lavorazione potrebbe aiutare a ridurre molto le concentrazioni di arsenico inorganico

Un nuovo metodo di lavorazione del riso parboiled potrebbe aiutare a ridurre molto le concentrazioni di arsenico inorganico, che in alcuni paesi come il Bangladesh, dove le acque sono contaminate e il riso è il cardine della dieta, costituisce un problema enorme di sanità pubblica. Un team internazionale di ricercatori delle Università di Belfast (Irlanda del Nord) e Mymensingh(Bangladesh) e …

Continua »

Più alte concentrazioni di arsenico nelle urine dei bambini piccoli che mangiano riso. Importante alternarlo con altri cereali

riso

Sebbene il riso e i prodotti a base di riso siano tra gli alimenti tipici per i bambini  al di sotto dei tre anni, uno studio condotto dalla statunitense Dartmouth College School of Medicine e pubblicato dalla rivista Jama Pediatrics ha rilevato che i bambini che li mangiano hanno concentrazioni di arsenico nelle urine superiori, fino al doppio, rispetto ai …

Continua »

Arsenico nel riso: limiti sempre più stringenti in Europa e negli Usa per i prodotti destinati ai bambini

riso

La FDA, seguendo quanto già deciso dalla Commissione Europea in seguito ai suggerimenti dell’EFSA, e in risposta alle pressioni crescenti di molte associazioni di consumatori (Consumer Reports nel 2012 ha denunciato presenza eccessiva di arsenico in 60 prodotti) potrebbe introdurre dei limiti  stringenti per la concentrazione di arsenico inorganico nel riso e nei prodotti derivati destinati ai bambini. La proposta …

Continua »

Cuocere il riso con il sistema di percolazione usato per il caffè rimuove l’85% dell’arsenico inorganico

arsenico

Alcuni ricercatori della Queen’s University di Belfast hanno individuato un metodo di cottura del riso, basato sulla tecnica della percolazione – come avviene nelle caffettiere domestiche – che consente di ridurre dell’85% il suo contenuto di arsenico inorganico, grazie al fatto che l’acqua di cottura viene fatta passare attraverso il riso in un flusso costante. Questo risultato è stato ottenuto …

Continua »

Arsenico inorganico, fissati i limiti nel riso e nei prodotti derivati: entreranno in vigore dal 1 gennaio 2016

mani riso arsenico inorganico

La Commissione Europea ha approvato i nuovi limiti massimi relativi all’arsenico inorganico nel riso e nei derivati, che entreranno in vigore il 1 gennaio 2016. Il riso è naturalmente esposto a questo elemento presente in traccia nei chicchi a causa del metodo di coltivazione, come avevamo spiegato qualche settimana fa. Su questo argomento esiste  una valutazione dell’Efsa del 2009 in …

Continua »

Nel riso si trova l’arsenico inorganico, ma non c’è da allarmarsi: attenzione però ai prodotti derivati

Il riso e i suoi derivati contengono quantità relativamente alte di arsenico inorganico. Lo indicano le analisi condotte dalle autorità di controllo tedesche, che hanno anche rilevato come il livello di questa sostanza sia più alto nei prodotti a base di riso che nei grani stessi. Un fatto che l’Istituto federale tedesco per la valutazione del rischio (BfR) non riesce a spiegare e …

Continua »

L’arsenico nel riso c’è, ma il consumatore non corre rischi. La ricerca propone nuove strategie per ridurre le quantità

riso

Leggero e facilmente digeribile il riso è un alimento d’elezione nella dieta degli italiani, tanto che anche la rivista Altroconsumo propone sul numero di febbraio un test  comparativo, rassicurando i lettori sulle inevitabili  contaminazioni dovute a cadmio e arsenico.   Nel caso del cadmio, le analisi condotte mostrano che la grande maggioranza dei risi esaminati contiene tracce trascurabili del metallo: …

Continua »

Arsenico nel riso: livelli troppo alti nei prodotti Usa, ma una ricerca condotta in Sardegna potrebbe risolvere il problema

La battaglia di Consumer Reports, l’associazione americana di consumatori, contro l’arsenico nei cibi, è giunta a una nuova puntata. Dopo il processo al succo di mele di qualche mese fa, è ora la volta del riso, uno degli alimenti più diffusi al mondo, e anche uno di quelli dove è più facile l’accumulo del metallo, soprattutto a causa delle condizioni …

Continua »

Arsenico: uno studio americano trova livelli eccessivi in prodotti con malto di riso, niente allarmismi, ma un`occasione per riflettere

Un equivoco piuttosto comune nel mondo del biologico è che il cibo senza pesticidi sia sempre sinonimo di sano e incontaminato. Lo  stesso equivoco riguarda anche i cibi integrali. Le cose però non sono necessariamente così, come dimostra uno studio sul malto di riso integrale biologico (utilizzato come dolcificante) pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives.   Un gruppo di ricercatori …

Continua »

Caraffe filtranti: performance migliorate e problemi di sicurezza risolti. I risultati del test di Altroconsumo su 14 prodotti

caraffa filtrante

Le caraffe filtranti migliorano le proprie performance di anno in anno. Lo certifica l’ultimo test di Altroconsumo, che ha portato in laboratorio 14 filtri di diversi marchi e le loro caraffe, valutando per ognuno di essi 25 parametri su quattro campioni di acqua raccolti in tempi diversi, per simulare il ciclo di vita delle cartucce. In totale sono state condotte …

Continua »

Riso Arborio: tutti promossi al test di Altroconsumo, ma la varietà è un’altra. Ampiamente sotto i limiti i livelli di metalli pesanti

È dedicato al riso Arborio, ingrediente principe di tanti risotti, l’ultimo test di Altroconsumo. L’associazione dei consumatori ha messo alla prova 20 marchi sia in laboratorio, alla ricerca di difetti e metalli pesanti, che in cucina, per verificare la tenuta in cottura e il grado di mantecatura. Non poteva mancare anche una prova d’assaggio, a cui hanno partecipato sia un …

Continua »

8o milioni di euro dal governo per risolvere l’inquinamento da Pfas dell’acqua potabile in Veneto. Ne servono altri 100

acqua rubinetto

Per intervenire sugli acquedotti e risolvere il problema dell’inquinamento da sostanze perfluoro-alchiliche (Pfas) in provincia di: Vicenza, Verona e Rovigo, servono almeno 180 milioni. Per ora ne arriveranno 80, deliberati dal Cipe il 1° dicembre, per gli interventi ambientali sul bacino Fratta-Gorzone. Ne mancano ancora almeno 100, secondo la stima fatta dai tre Consigli di Bacino – Bacchiglione, Valle del …

Continua »

Bangladesh, continua l’avvelenamento di massa da arsenico nell’acqua potabile. Nessuno si assume la responsabilità di affrontare il problema e gli investimenti restano insufficienti

acqua, pozzo, africa 115885100

Nonostante siano passati decenni da quando il problema è stato identificato, in Bangladesh milioni di persone sono ancora esposte all’arsenico nell’acqua potabile. Lo denuncia un articolo pubblicato dalla rivista The Lancet, che ricorda come la scoperta fu fatta nel 1990, quando si calcolò che fossero 58 milioni le persone del Bangladesh esposte al veleno, veicolarti attraverso i pozzi dell’acqua potabile. …

Continua »

Riso di plastica dalla Cina, l’Efsa lo classifica come un rischio emergente della catena alimentare. Preoccupazione per la mancanza di informazioni

riso

Nel novembre dello scorso anno, Il Fatto Alimentare pubblicò una notizia sulla preoccupazione diffusa in vari paesi asiatici sulla vendita del cosiddetto “riso di plastica” proveniente dalla Cina e che, se consumato in grandi quantità, può causare gravi problemi grastrointestinali. Il riso di plastica sembra quasi identico ai grani di riso, ma è generalmente costituito da amido di patate, mescolato …

Continua »

Riso Carnaroli con frammenti di vetro e aflatossine in arachidi dall’Egitto… Ritirati dal mercato europeo 49 prodotti

riso

Nella settimana n°3 del 2016 le segnalazioni diffuse dal Sistema rapido di allerta europeo per alimenti e mangimi (Rasff) sono state 49 (5 quelle inviate dal Ministero della salute italiano). Questa settimana nell’elenco del Rasff non compaiono prodotti distribuiti in Italia che siano oggetto di allerta né di informazione particolare. Tra i lotti respinti alle frontiere od oggetto di informazione, l’Italia segnala: …

Continua »